politica

"Ulteriori riduzioni richieste da Trenitalia, ma garantita la mobilità dell'Umbria"

giovedì 19 marzo 2020
"Ulteriori riduzioni richieste da Trenitalia, ma garantita la mobilità dell'Umbria"

Con una nuova ordinanza, la n.8 del 18 marzo, la presidente della Giunta regionale, Donatella Tesei, a seguito dell’emergenza coronavirus ha stabilito il nuovo programma di esercizio per i servizi di trasporto ferroviario eserciti da Trenitalia, che sarà in vigore fino a mercoledì 25 marzo, fatte salve ovviamente ulteriori proroghe o modifiche.

“Abbiamo preso atto – ha affermato l’assessore regionale ai trasporti, Enrico Melasecche - della proposta pervenuta da Trenitalia contenente la nuova programmazione della riduzione dei servizi ferroviari. Una proposta che comunque garantisce, seppure in forma ridotta, la mobilità interna all’Umbria e sulle principali direttrici di traffico (Roma e Firenze Ancona) e contemporaneamente idonea all’azione di prevenzione e contenimento della diffusione dell’epidemia e comunque adeguata al mantenimento dei servizi minimi essenziali.

Le motivazioni che ci ha rappresentato – ha proseguito l’assessore - sono assolutamente condivisibili ed oggettive. Tengono conto dell’evolversi della situazione epidemiologica e del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia, che ha determinato una forte contrazione della domanda di trasporto pubblico e ci hanno proposto una ulteriore riduzione dei servizi in essere vista la modestissima richiesta da parte dell’utenza di alcune corse (circa dieci passeggeri su una media di trecento). E da ultimo ci hanno anche rappresentato l’oggettiva difficoltà a reperire sull’intero territorio nazionale, le mascherine e gli altri strumenti di prevenzione necessari a tutelare adeguatamente la salute delle persone.

Trenitalia provvederà ad informare, tempestivamente ed adeguatamente, gli utenti delle modifiche apportate alla programmazione dei Servizi con la presente ordinanza. Da parte nostra – ha concluso l’assessore Melasecche – continueremo ad avere un rapporto continuo con Trenitalia per tenere sotto controllo la situazione del trasporto pubblico e per monitorare eventuali esigenze, difficoltà e problemi dei cittadini umbri, che per motivi di necessità, utilizzano i servizi ferroviari”.

Fonte: Regione Umbria

Commenta su Facebook