politica

Corteo Storico, bene della città. L'Associazione "Lea Pacini" incontra i candidati

martedì 21 maggio 2019
Corteo Storico, bene della città. L'Associazione "Lea Pacini" incontra i candidati

Si è svolto domenica 19 maggio nella sede dell'Associazione "Lea Pacini" l'annunciato incontro promosso dal Comitato di Gestione con i candidati sindaci di Orvieto per porre in primo piano, fra le tematiche attuali, la centralità del Corteo Storico come bene della città. Un "tesoro" meritevole di maggiore attenzione, a partire proprio dai locali dell'ex Caserma Piave dove costumi e accessori sono conservati. I candidati hanno potuto toccare con mano l'urgenza di una migliore collocazione di un simile patrimonio minacciato dalle infiltrazioni d'acqua. Non è più solo questione di umidità dal momento che, non molto tempo fa, l'acqua piovana ha allagato parte del pavimento di una stanza centrale fino a lambire gli armadi. La riparazione posticcia dei finestroni non garantisce l'adeguata conservazione.

Tutti concordi anche sull'opportunità di intitolare a Lea Pacini, una via, una piazza o uno spazio pubblico della città, dando seguito a quanto già approvato dal Consiglio Comunale. Resta in campo, poi, la prospettiva della musealizzazione dei costumi più pregiati. Ancora da definire dove, come e soprattutto con quali fondi che, è apparso evidente, dovranno essere reperiti da più soggetti, pubblici e privati. Il Comitato di Gestione ha preso atto della disponibilità ad individuare una sede diversa e centrale. "Entro l'anno - ha annunciato il presidente Silverio Tafuro - contiamo di provvedere alla revisione dello Statuto dell'Associazione. Oltre al sostegno economico che arriva da Fondazione e Cro, sarebbe importante poter contare ogni anno su quello del Comune per 10.000 euro". A tutti i candidati è stata donata la tessera di socio dell'Associazione. 

 

Commenta su Facebook