politica

Inaugurato il primo cantiere del Piano regionale per la banda ultra larga

martedì 12 giugno 2018
Inaugurato il primo cantiere del Piano regionale per la banda ultra larga

"Oggi è una giornata di valenza storica per il futuro digitale dell’Umbria, poiché segna l’avvio dei cantieri che entro il 2020 porterà la connettività ulltraveloce in tutte le case, le aziende e le sedi della pubblica amministrazione dell’Umbria, con una risposta di qualità per i cittadini e per le imprese, in termini di servizi e di competitività".

È quanto hanno sottolineato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e il vicepresidente della Regione con delega alle infrastrutture tecnologiche e diffusione banda larga, Fabio Paparelli, intervenuti martedì 12 giugno a Castel Giorgio all’annunciato evento inaugurale dell’apertura del primo cantiere del Piano regionale per la Banda Ultra Larga, riservato alle “aree bianche” del territorio regionale, quelle cioè a considerate a “fallimento di mercato”.

All’iniziativa hanno preso parte il direttore generale di Infratel (società in house del Ministero dello Sviluppo economico e soggetto attuatore del Piano nazionale Banda Larga), Salvo Lombardo; il direttore Network & Operations Cluster C&D di Open Fiber (la società che si è aggiudicata a livello nazionale la gara per la costruzione e la gestione dell’infrastruttura pubblica in fibra ottica), Stefano Paggi; l’amministratore unico di Umbria Digitale, Stefano Bigaroni; il sindaco di Castel Giorgio, Andrea Garbini, e i sindaci di alcuni dei Comuni in cui sono partiti o stanno per partire i lavori, tra cui quello di Allerona Sauro Basili.

“Una giornata importante, di festa, per Castel Giorgio e per l’Umbria intera – ha rilevato la presidente Marini – Siamo giunti all’’ultimo miglio’ di una programmazione che dal 2006 ci vede impegnati a dotare una regione interna come l’Umbria, con tanti piccoli borghi, una popolazione di 900mila abitanti, di una infrastruttura tecnologica pubblica che ci rende non più marginali. Sulla banda ultra larga investiamo circa 56 milioni di euro, con grandi risultati per cittadini e imprese. Basti pensare alle opportunità che derivano dai servizi digitali della pubblica amministrazione, ad esempio in materia di sanità, con un innalzamento degli standard di qualità della risposta e dell’accesso ai servizi”.

“Un’opportunità – ha detto la presidente Marini – anche per lo sviluppo economico del territorio e per la qualificazione dell’offerta turistica. Anche da un piccolo centro ci si connetterà con il mondo. Grazie perciò ad Infratel e ad Open Fiber che ci consentono di portare la banda ultra larga in tutto il territorio regionale, rendendo possibile anche lo sviluppo di ulteriori servizi”.

“L’Umbria – ha ricordato il vicepresidente Paparelli - è sempre stata molto attenta al fenomeno ‘Digitale’. Ne sono prova gli sforzi prodotti sin dal 2006 per realizzare la propria rete pubblica in fibra ottica, con 700 km costituiti da due dorsali che la percorrono da nord a sud e da 5 reti cittadine che interessano le città principali, e le risorse individuate dall’ultimo Piano telematico 2014-2016, redatto prima del Piano Nazionale Banda Ultra Larga”.

La ReRU (Rete Regionale Umbra “oggi è una realtà che vede già dal 2016 collegate circa 100 sedi tra cui quelle degli uffici regionali e delle agenzie, tutti gli ospedali e le sedi principali delle Usl, 15 Comuni e 39 istituti scolastici”.

“Le autostrade informatiche – ha aggiunto – rappresentano il futuro del nostro sviluppo. Con il Piano regionale per la Banda Ultra Larga completeremo la grande opera che abbiamo iniziato, portando a termine uno degli obiettivi strategici di questa legislatura: la connettività in tutte le case, le sedi pubbliche e in tutte le aree industriali dell’Umbria, per collegarci con il mondo e con i mercati. Di pari passo all’infrastrutturazione del territorio regionale, abbiamo attivato un processo di alfabetizzazione digitale, con l’apertura di Digipass, luoghi aperti ai giovani ma soprattutto ai cittadini con difficoltà di accesso ai servizi digitali”.
Di occasione “storica, come dopo l’arrivo dell’elettricità e del telefono” ha parlato il direttore generale di Infratel, Salvo Lombardo: “Senza l’intervento pubblico non si sarebbe mai fatta qui la rete in fibra ottica – ha rilevato – Con i fondi nazionali e i finanziamenti europei della Regione Umbria verrà realizzata una rete data in concessione per venti anni a Open Fiber, ma che è pubblica, di tutti”.

L’investimento interesserà “circa 200mila unità abitative in tutti i 92 Comuni dell’Umbria – ha specificato Stefano Paggi, di Open Fiber -, con la costruzione di 2500 chilometri di fibra ottica, con l’uso di tecniche il meno invasive possibile, utilizzando dove possibile cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti”. Paggi ha messo in rilievo “l’innovatività e la forza dell’Umbria che è capace di essere innovativa anche nella semplificazione delle procedure autorizzative e nei lavori, con soluzioni che sono le più efficienti che abbiamo riscontrato”.

“Cercheremo di ripagare questo sforzo organizzativo – ha proseguito Paggi - con la realizzazione dei lavori nei tempi più rapidi e con il minor impatto possibile. Trentasei dei 92 Comuni umbri saranno collegati entro il 2018, un altro terzo entro il 2019 per completare nel 2020”. A Castel Giorgio verranno posati circa 15 km di tubi, per collegare 1400 unità immobiliari, con i lavori ultimati entro l’anno. Castel Giorgio sarà sede anche di una delle centrali, “interconnesse fra loro anche sfruttando la rete regionale realizzata in maniera lungimirante negli anni scorsi dalla Regione”.

“Anche i borghi e i comuni più piccoli dell’Umbria – ha detto ancora - potranno finalmente usufruire di una connettività ultraveloce grazie a una rete a prova di futuro, in grado di supportare servizi sempre più all’avanguardia per cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Questo consentirà di ridurre il divario digitale che si avverte in maniera particolare nelle aree meno densamente popolate, dove talvolta non è disponibile neanche la copertura Adsl. Garantiremo la copertura anche per le case sparse, con la tecnologia wireless”.

“La fibra ottica fa la differenza” ha sottolineato anche l’amministratore unico di Umbria Digitale, Stefano Bigaroni. “La fibra – ha detto a sua volta il sindaco Andrea Garbini – rappresenterà il futuro e sarà un incentivo per la nostra economia e il nostro territorio”. Il progetto per portare nelle aree bianche una connettività ad almeno 100 Mega al 70% delle unità immobiliari e a 30 Mega al rimanente 30% si è reso possibile grazie alla convenzione firmata tra il Ministero per lo Sviluppo Economico, la Regione Umbria, i Comuni interessati e Infratel Italia. Obblighi del Piano sono la tecnologia FTTH (Fiber To The Home) o radiofrequenza ad alta capacità (antennine in frequenza licenziata per raggiungere ad almeno 30 Mega le case sparse); il collegamento in fibra di tutte le sedi pubbliche e di tutte le aree industriali (aree PIP). Sulla base di questi presupposti è stato creato un lotto unico con la Regione Marche e nell’estate 2017 è stata indetta la gara, di cui è risultata vincitrice Open Fiber. L’8 novembre 2017 è stato firmato il contratto. Da quella data è iniziata la fase della progettazione nei Comuni umbri. L’Umbria è stata suddivisa in 4 comparti. Il cantiere inaugurato oggi è il primo di Open Fiber nelle aree bianche dell’Umbria. 

Nelle prossime settimane saranno aperti cantieri nei comuni di Allerona, Alviano, Attigliano, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montegabbione, Parrano, Penna in Teverina, Porano. In Umbria Open Fiber, con investimento privato, ha già completato la città di Perugia (prima città in Italia ad essere stata interamente cablata da OF con infrastruttura FTTH), ha aperto i cantieri a Terni e cablerà anche le città di Spoleto, Foligno, Città di Castello (oltre ai comuni previsti dal bando Infratel).

Fonte: Regione dell'Umbria

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"