politica

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

martedì 15 novembre 2016
Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

 

Il capogruppo di minoranza Luigi Rotella (Porano Bene Comune) ha presentato un'interrogazione a risposta scritta al sindaco Giorgio Cocco in materia di gestione dei rifiuti. Di seguito il testo integrale:

Premesso che:

- Con la direttiva 2008/98/CE è stata definita, in attuazione delle politiche ambientali dell'Unione Europea tese a porre particolare attenzione alle azioni di prevenzione della produzione dei rifiuti sia in termini quantitativi sia qualitativi, una "gerarchia dei rifiuti" per conseguire mediante il riutilizzo, il riciclo, il recupero degli scarti la riduzione della produzione dei rifiuti stessi, lasciando lo smaltimento come ultima opzione;

- La Legge 211/2015 (cosidetto "Collegato Ambientale"), art. 66, integrando la precedente normativa (art. 180 bis del D.Lgs 152/2006), ha stabilito che "possono essere individuati appositi spazi da adibire allo scambio di beni usati e funzionanti, direttamente idonei al riutilizzo, oltre che al deposito preliminare alla raccolta dei rifiuti destinati alla preparazione per il riutilizzo e alla raccolta di beni riutilizzabili";

- La Regione Umbria, con il D.G.R. n. 451 del 27.03.2015 ha adottato il “Programma di Prevenzione e Riduzione della Produzione dei Rifiuti" previsto dalla Legge Regionale n. 11/09 che, tra l’altro, individua "le azioni da programmare e realizzare per assicurare un processo di costante riduzione dei rifiuti prodotti a livello regionale" e disciplina la gestione integrata dei rifiuti, per favorire “azioni di prevenzione e riduzione della produzione dei rifiuti”;

- Tra tali azioni, con il sopra richiamato D.G.R. n. 451/2015, vi è quella di favorire "la promozione del riuso dei beni ancora utilizzabili da attuarsi attraverso i centri di riuso aventi la finalità di costituire i luoghi idonei al conferimento, da parte dei cittadini, di beni o oggetti non più̀ di loro interesse (e che pertanto sarebbero destinati a divenire rifiuti) ma che potrebbero ancora esserlo per altri soggetti, che trovandone un utilizzo potrebbero allungarne la vita utile";

considerato che:

- La Regione Umbria, con propri atti - DGR n. 690/2016 e 798/2016 -, al fine di poter intercettare, prima che diventino rifiuto, il maggior quantitativo di beni ancora utilizzabili, ha approvato e pubblicato il “Bando pubblico per la concessione di contributi ai Comuni a sostegno della realizzazione ed allestimento di centri di riuso”, impegnando risorse per un ammontare complessivo pari a € 450.000,00;

- Il bando di cui sopra è scaduto il 7 novembre u.s.;

Tutto ciò premesso e considerato, il sottoscritto consigliere interpella il sindaco per sapere:

1) Se sia stato predisposto, anche in cooperazione con altri comuni, un progetto finalizzato a realizzare un apposito spazio adibibile allo scambio di beni usati e funzionanti, idonei al riutilizzo, oltre che al deposito preliminare alla raccolta dei rifiuti destinati alla preparazione per il riutilizzo e alla raccolta di beni riutilizzabili;

2) Le ragioni, in caso contrario, per le quali la Giunta non abbia considerato l’ipotesi di dotare il comune, anche in cooperazione con quelli più prossimi, di una apposita area da destinare alla gestione di quei beni ancora riutilizzabili, estendendo così il loro ciclo di vita, allo scopo sia di diffondere la cultura del riuso dei beni attuando principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale sia di ridurre gli impatti negativi dei rifiuti prodotti sull’ambiente e la salute umana.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità