politica

Sulla fusione dell'alto Orvietano. Prc: "Referendum consultivo, accolte le nostre proposte. Ora la verifica"

martedì 21 gennaio 2014
Sulla fusione dell'alto Orvietano. Prc: "Referendum consultivo, accolte le nostre proposte. Ora la verifica"

La proposta di fusione dei Comuni dell'alto Orvietano sarà all'ordine nel giorno della Prima Commissione Consiliare Provinciale che si riunirà mercoledì 22 gennaio alle 10,30 a Palazzo Bazzani. Per gli approfondimenti necessari è stato convocato in audizione anche l'assessore provinciale alle riforme istituzionali ed endoregionali Fabrizio Bellini. Sul progetto che interessa Fabro, Ficulle (nella foto), Montegabbione, Monteleone d'Orvieto e Parrano - la delibera viene esaminata in queste ore nei cinque comuni - intervengono intanto con una nota congiunta il circolo Prc alto Orvietano e la federazione provinciale di Terni.

"La grandissima partecipazione della popolazione al dibattito apertosi nel territorio dell'alto Orvietano in merito all'ipotesi di fusione dei Comuni - affermano in una nota congiunta - ha determinato una profonda riflessione tra le forze politiche locali, dove è maturata finalmente la consapevolezza dell'insostenibilità di un percorso calato dall'alto e privo delle necessarie garanzie democratiche.

Rifondazione Comunista si è impegnata in questi giorni a fare in modo che, nei dispositivi adottati, si subordinasse tale ipotesi alla consultazione referendaria dei cittadini, prevedendo il rispetto inderogabile dell'eventuale parere negativo della cittadinanza di uno o più comuni al fine di dare seguito al processo di fusione solamente nei territori in cui l'esito referendario sarà favorevole, cosa non affatto scontata.

La consultazione referendaria della popolazione assume pertanto la dovuta centralità ed inderogabilità, consentendo d'ora in avanti quel confronto sul merito della proposta finora insufficiente, e su cui comunque sarà necessario risolvere senza indugi le molteplici criticità, a partire da quelle legate alle modalità per lo svolgimento delle elezioni amministrative, essendo in scadenza ben 4 delle 5 amministrazioni coinvolte, per le quali si rischia di andare incontro al commissariamento in caso di mancato rinnovo.

Sarebbe paradossale che, per svolgere il referendum e garantire, come dovuto, la partecipazione in merito all'ipotesi di fusione, si privassero le popolazioni del diritto a decidere dell'amministrazione del proprio territorio per un tempo indefinito. Le garanzie finora ottenute anche attraverso il nostro contributo, aprono alla necessità di un'ulteriore confronto su questo punto essenziale tanto con la cittadinanza quanto tra le forze politiche, per le quali è ormai giunto il momento della verifica sull'operato di questi anni".

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 febbraio

Le Velette e Il Botto, nuova escursione ed assemblea dei soci per il CAI di Orvieto

Italia Nostra solleva il caso sul rifacimento delle facciate in piazza Duomo

Nella Cripta del Santo Sepolcro. Dall'articolo su "MedioEvo" alle riflessioni in biblioteca

"Scoperte di Gusto", il calendario della seconda edizione

"Incredibili Ars e Arpat, sulla geotermia tirano dritti come nulla fosse"

Rubinetti a secco a Ciconia, sospensione dell'erogazione idrica dalle 22 alle 7

Corso di distillazione delle piante aromatiche ed officinali. Teoria e pratica a Villa Paolina

Collina e sole

L'opposta Elisa Mezzasoma felice per il primo posto della Zambelli Orvieto

Al Teatro Boni Seven Cults porta in scena "Maria Stuarda. Le donne e il potere"

"La Gazza Ladra" di Rossini apre il ciclo di ascolti "Nonsololirica in Sala Eufonica"

Il reparto manutenzioni del Comune si rafforza, in arrivo più mezzi e personale

Karate, 576 atleti in gara a Orvieto. Qualificazioni provinciali del Comitato FIK Viterbo

Nasce il "Circolo Arci Bene Comune Porano". Festa del tesseramento in Via Petrarca

Presentazione bandi regionali per le aziende. Incontro pubblico per micro, piccole e medie imprese

Il Cannara alza la voce, l'Orvietana fuori dalla Coppa

58° Charter Night del Lions Club di Orvieto, nuovi soci e rinnovati impegni

Corteo, la proposta di Ettore della Casa: "Rifare lo Statuto e abolire il collegio dei Decani"

Doppio gioco

A scuola con il tablet. Beneficiano dei vantaggi gli alunni della Primaria e Secondaria di primo grado

Giallo di San Valentino. Indagini non escludono nessuna pista: disposta autopsia sulla 17enne

Sull'Alfina ritorna il sorriso per il Castel Giorgio Volley

Presente e futuro dell'ospedale di Acquapendente a 15 mesi dalla riapertura