politica

Bilancio a rischio, la minoranza si rivolge alla Corte dei Conti

venerdì 13 settembre 2013
Bilancio a rischio, la minoranza si rivolge alla Corte dei Conti

"Improbabile se non impossibile" la formazione del bilancio di previsione 2013 del Comune nonostante i tempi siano stati prorogati al 30 novembre. A sostenerlo, in una nota indirizzata alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti che riportiamo in versione integrale, i gruppi di minoranza Pd, Psi, e Prc.

"I sottoscritti consiglieri comunali di Orvieto, in attesa di prendere visione della proposta deliberativa del bilancio di previsione 2013 significano che, trascorsi ormai nove mesi dall'esercizio corrente in regime di gestione provvisoria, non si ha alcuna evidenza di significativi atti e interventi, finora svolti dall'amministrazione comunale idonei a risanare la situazione deficitaria del bilancio i cui equilibri contabili, come già ampiamente rilevato dalla Corte dei Conti relativamente agli esercizi precedenti, risultano solo formalmente rispettati. Come è noto, il bilancio consuntivo 2012 del Comune si è chiuso con un ennesimo disavanzo di 7.285.016 euro anche perché la gara d'asta svolta nel corso del 2012 per l'alienazione della palazzina comando dell'ex caserma Piave posta a ripiano del deficit in sede previsionale è andata deserta mentre nel corso del 2013 l'amministrazione non ha ancora dato corso a una seconda asta. Le norme innovative in tema di utilizzazione delle plusvalenze da alienazioni del patrimonio impediscono di poter continuare a utilizzare tali proventi per finanziare squilibri di parte corrente, come confermato dalla Corte dei conti a maggio 2013.

Inoltre, l'amministrazione comunale di Orvieto ha concluso nel corso del 2012 alcune alienazioni patrimoniali per un valore complessivo di 5 milioni di euro ma le somme introitate non sono servite ad abbattere analogamente il deficit con il quale si era chiuso il bilancio consuntivo del 2011 pari a 8.442.704 euro e al quale erano state preventivamente destinate. Evidentemente permane uno squilibrio strutturale tra le entrate e le uscite correnti che trova conferma anche osservando il trend della spesa corrente lievitata nell'ultimo triennio dai 23.398.884 euro registrata dal conto consuntivo del 2010 a 24.263.597 euro registrata dal conto consuntivo del 2012. Allo stesso tempo anche le entrate extratributarie hanno subito una flessione passano nello stesso periodo da 6.054.554 euro del 2010 a 5.871.252 euro del 2012.

Ddella situazione finanziaria drammatica in cui versa l'ente, il consiglio comunale si era recentemente espresso nel mese di aprile 2013, in occasione dell'approvazione del bilancio consuntivo 2012, attraverso un voto unanime su un atto di raccomandazione alla giunta presentato dal consigliere di maggioranza Angelo Ranchino nel quale, in previsione della formazione del bilancio di previsione 2013, si impegnavano il sindaco e la giunta a verificare l'opportunità di aderire al cosiddetto "Decreto salva comuni" e quindi al ricorso all'apposito fondo rotativo e all'espletamento delle relative procedure di pre-dissesto.

A giugno 2013, dopo che alcun atto era seguito alla volontà espressa dal consiglio comunale e dopo un avvicendamento dell'assessore al bilancio, i sottoscritti consiglieri comunali e altri firmatari hanno richiesto una convocazione straordinaria del consiglio comunale per discutere della situazione finanziaria del Comune e per trarne le conseguenti decisioni. La seduta si è effettivamente svolta rimandando, dopo ampie rassicurazioni del sindaco, ogni approfondimento alle commissioni consiliari competenti che però a tutt'oggi non si sono all'uopo riunite.

In conclusione, appare assai improbabile se non impossibile che la formazione del bilancio di previsione 2013 del Comune di Orvieto possa avvenire, ancorché entro i temi prorogati al 30 novembre, nel rispetto sostanziale e formale degli equilibri contabili. Nel caso possibile di approvazione di un bilancio 2013 in palese violazione dei requisiti di legittimità, i controlli giurisdizionali potrebbero svolgersi solo nei mesi successivi e dunque in concomitanza delle prossime elezioni comunali o anche successivamente all'insediamento del nuovo consiglio comunale sul quale ricadrebbero le conseguenze politiche e gli impedimenti oggettivi all'espletamento del mandato ricevuto a fronte di una eventuale dichiarazione di dissesto sia che essa venisse pronunciata volontariamente che nelle altre forme coattive previste dall'ordinamento.

I sottoscritti consiglieri comunali, con il presente atto di significazione chiedono di poter quanto prima prendere visione della bozza deliberativa del bilancio previsionale del Comune di Orvieto per l'anno 2013, significando che in difetto di ciò o nel caso in cui esso risultasse strutturato non in conformità ai principi giuscontabili e alle raccomandazioni più volte impartite a questa amministrazione comunale, i sottoscritti non esiteranno anche in via preventiva a formulare i doverosi rilievi del caso, da inoltrare alle autorità competenti in materia per l'assunzione dei conseguenti provvedimenti che esse vorranno adottare".

Pubblicato da osservatore il 13 settembre 2013 alle ore 09:08
Finalmente Germani (ex assessore) Gialletti(ex pres del Consiglio comunale) e Stopponi(ex assessore) si accorgono che il bilancio del Comune di Orvieto presenta degli squilibri strutturali e si rivolgono alla Corte dei Conti per avere rassicurazioni. Meglio tardi che mai! E a questo punto, da cittadino, mi auguro che la Corte dei Conti si muova e riconosca finalmente, se ci sono, tutte le responsabilità per chi ha generato tale disastro. Bravi consiglieri! Finalmente una buona mossa! Solo che fatico veramente tanto a capire perchè avete chiamato in causa la Corte dei Conti voi...
Pubblicato da Erminio Ottone il 14 settembre 2013 alle ore 10:36
" Il bue che disse cornuto all'asino ".
Pubblicato da Massimo Gnagnarini il 14 settembre 2013 alle ore 18:37
Se ognuno fa il gioco incrociato di chi buttiamo giù dalla torre non credo che siano molti a poter rimanere incolumi.
D'altra parte Orvieto non è una megalopoli dove i ricambi generazionali e di classe dirigente possano emergere in un mare sconfinato di gente e di individui pronti per la prima volta ad affacciarsi sulla scena. E' giocoforza allora tentare e dico tentare di favorire una "classe dirigente" che possa proporsi o in alcuni casi anche riproporsi coesa su un'idea forte e condivisa che riguardi il futuro della città.
Il punto vero per rinnovare è cambiare, avere in mente un'idea vincente che come tutte le verità all'inizio può anche essere derisa, poi magari contrastata , ma alla fine accettata come ovvia e scontata.
Proviamo ad ascoltare le idee che circolano e ad essere reattivi ad esse a condividerle o a contrastarle. Partecipare fattivamente , metterci la faccia, il nome e anche l'anima per il bene della città e non più solo come osservatori di un bestiario.
Pubblicato da Cittadino il 15 settembre 2013 alle ore 00:02
Dopo aver amministrato per 64 anni consecutivi in maniera disastrosa e curando solo il proprio orticello, adesso gli stessi partecipi del disastro chiamano la Corte dei Conti? Ma che stiamo su Scherzi a Parte??!!

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 settembre

Meteo

venerdì 22 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 21.3ºC 42% buona direzione vento
21:00 13.5ºC 73% buona direzione vento
sabato 23 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.5ºC 58% buona direzione vento
15:00 21.7ºC 37% buona direzione vento
21:00 13.2ºC 70% buona direzione vento
domenica 24 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.7ºC 56% buona direzione vento
15:00 22.1ºC 42% buona direzione vento
21:00 16.5ºC 89% buona direzione vento
lunedì 25 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.0ºC 68% buona direzione vento
15:00 20.4ºC 53% buona direzione vento
21:00 13.3ºC 83% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni