politica

Orvieto vota il documento del CAL Umbria sul riordino istituzionale della Regione. Maggioranza spaccata

domenica 21 ottobre 2012
di Monica Riccio
Orvieto vota il documento del CAL Umbria sul riordino istituzionale della Regione. Maggioranza spaccata

Sabato 20 ottobre scorso, il consiglio comunale di Orvieto, così come quelli di tutti i 92 comuni dell'Umbria, è stato chiamato ad una riunione straordinaria per manifestare, attraverso il voto dei propri consiglieri, l'approvazione o meno del documento redatto dal CAL Consiglio delle Autonomie Locali il 3 ottobre scorso. In quella data, l'organismo regionale preposto alla individuazione di una proposta condivisa di riassetto istituzionale dell'Umbria, ha elaborato un documento (consultabile nella sua versione integrale, leggilo qui) che ha inteso sottoporre ai Comuni della Regione (il documento e la relativa ipotesi in esso contenuti sono stati avallati da 26 voti su 31 presenti). La scelta politica ipotizzata opta per la scelta di riordinare l'Umbria su due ambiti provinciali e il documento, così come previsto D.L. 95/2012 (Spending Review) è stato inviato al Governo dove sarà valutato al fine di procedere al riordino istituzionale della Regione.

All'ordine del giorno del consiglio comunale orvietano, inoltre, è stata posta in valutazione una risoluzionepresentata dal presidente Marco Frizza, che impegna il consiglio stesso a tutelare l'identità della città.

Molti sono stati gli interventi da parte dei consiglieri, non tutti a favore dell'approvazione del documento, ma tutti secondo un comune denominatore: Orvieto non vuole essere calpestata, intende mantenere la propria realtà politica, sociale, culturale, economica e sulla base di questo vuole essere considerata e mai annullata per asservire logiche di riassetto che poco hanno di rispettoso verso i territori e le loro peculiarità.

Se nel centrosinistra si è assistito ad una presa di posizione compatta a favore del documento proposto dal CAL, non così è stato nei banchi dei consiglieri della maggioranza, che si sono letteralmente spaccati sul voto al documento, a volte persino criticando aspramente la persona della vicensindaco Tardani, delegata dal sindaco a rappresentare la città nella riunione del 3 ottobre scorso, quando ha avallato anche lei il documento prodotto dall'organismo. Ne è venuta fuori una seduta a dir poco curiosa, dove sindaco e presidente del consiglio, con tutto il centrosinistra e solo qualche mano della maggioranza, hanno determinato il "sì" di Orvieto alle proposte di riassetto elaborate dal CAL.

Il sindaco, nel suo intervento, ha spiegato che il voto della vicesindaco a Perugia, oltre ad essere stato certamente concordato dal Governo cittadino e non frutto di una iniziativa personale di Tardani, ha costituito un voler seguire le indicazioni del CAL al fine di poter portare la discussione nei vari consigli comunali, com'è appunto stato, e che non si è trattato, e non poteva certamente esserlo, un volersi sostituire all'assise cittadina.

Alla fine il documento è passato (6 consiglieri contrari tutti di maggioranza; sindaco, Frizza, e tutto il centrosinistra a favore, nessun astenuto), così come la risoluzione (2 contrari, 1 astenuto).

A questo punto Orvieto si allinea alle proposte del Cal umbro; il documento è al vaglio della commissione nominata dal Governo e non resta che attendere di conoscere quale sarà infine il destino geo-politico-economico dei nuovi confini territoriali che da Roma verranno imposti all'Umbria così come al resto d'Italia.

Spicca però, seppur con contorni tutti da valutare, la contrapposizione del centrodestra, maggioranza di governo cittadino, contro sindaco e vicesindaco (il capogruppo del PD, Germani, ne ha addirittura suggerito le dimissioni per protesta) e la presa di posizione del presidente Marco Frizza, che sfilandosi dalla maggioranza e dal voto dichiarato a sfavore del proprio capogruppo Meffi, ha preferito votare in linea con il sindaco e con il centrosinistra.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 aprile

"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

Anche la Compagnia delle Lavandaie della Tuscia alla Sagra dell'Aparago Verde

Alla Festa della Birra Artigianale di Piazza del Popolo, anche "I Fritti della Castellana"

"Una birra per piacere, senza sballo si può". Se ne parla con Cittaslow e A.Ge.

"Occhi sulla Luna. Un omaggio al nostro satellite naturale"

Soffiava il vento

Nei weekend estivi, i giovani del Servizio Civile aprono la Torre e il Palazzo Comunale

"Diversità e integrazione" a Rocca Ripesena, in festa per "Il Paese delle Rose"

Il Palio dei Comandi ai runners della Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Guasti alla linea telefonica, è possibile contattare il Comune da Facebook

La Zambelli Orvieto volta pagina, la semifinale comincia a San Giovanni in Marignano

Per "Parrano Feudo 900" iniziativa con le scuole dell'Alto Orvietano a "La Badia" di Ficulle

Festa della Liberazione, pomeriggio di iniziative alla Fortezza Albornoz

La Corte dei Conti accerta il ripiano finanziario e la conclusione del Piano di riequilibrio pluriennale

"Claudia Giontella, una archeologa e la sua dialettica del territorio"

Match point al PalaPorano per la Vetrya Orvieto Basket

Cinema Teatro Turreno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia dona l'immobile a Comune e Regione

Per "San Pellegrino in Fiore", sei visite guidate tra chiese, fontane e palazzi

Chiusura temporanea del casello autostradale di Orvieto per lavori di pavimentazione

Inaugurato il Polo tecnologico per l'Umbria dell'Università Internazionale Uninettuno

Caso discarica, ancora 10 giorni. Italia Nostra contesta la Soprintendenza

Il direttivo Fisar si rinnova: 5 su 7 sono nuovi consiglieri, Amilcare Frellicca nuovo delegato

Disabilità, le famiglie in presidio sotto il palazzo della Regione

Venticinque secco al Lotto

Orvieto FC, prima vittoria per le ragazze del calcio a 11. Big match contro il Ciconia

Punture di vespe, "l'Ospedale è in grado di affrontare con efficacia queste situazioni"

'Sette giorni di... vini nella provincia di Terni'. Dal 24 al 30 aprile degustazioni con prelibatezze a Orvieto, Ficulle, Amelia e Terni

Il programma della manifestazione

'Umbria, verde rinascita dell'italico vino': convegno giovedì 26 aprile

Il Team Eurobici Orvieto si fa onore alla ‘10° gran fondo dei Colli Albani’

Soddisfazione dello SDI per Ségolène Royal candidata alle presidenziali francesi. Lo segnala il consigliere provinciale Marinelli

Supera le 179 mila adesioni la raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare per la tutela e la gestione pubblica dell’acqua. Obiettivo: 500 mila firme per dare più forza alla proposta di legge

Convegno del Centro studi Gianni Rodari venerdì 27 aprile: 'La mente scientifica - Come fare Scienze a scuola'

Ripartito il fondo regionale 2007 alle Comunità montane. Oltre 535 mila euro alla Monte Peglia e Selva di Meana

All'insegna del rinnovamento nominata la nuova segreteria dell'Unione Comunale DS Orvieto. I FORUM CIVICI altro elemento di novità

Villa San Giorgio in cantiere. Pronti tra 450 giorni la nuovissima Residenza Protetta e il Centro Riabilitativo

Voci su un'ipotetica cava di basalto in località Biagio: un'interpellanza del consigliere Imbastoni per saperne di più

Contraddittorio educare gli studenti al riciclaggio e al mangiar sano e farli mangiare con stoviglie di plastica. Perché non si installa una lavastoviglie all'Ippolito Scalza?

Bella affermazione per l'orvietano Gian Marco Fusari, vincitore del Premio Nazionale Musica d'Autore