politica

Lunedì 16 luglio a Palazzo Bazzani Upi Umbria su spending review e riforma delle Province

domenica 15 luglio 2012
Lunedì 16 luglio a Palazzo Bazzani Upi Umbria su spending review e riforma delle Province

Il comitato direttivo regionale dell'Upi Umbria si riunirà a Terni lunedì 16 luglio, alle ore 9.30, nella sala consiliare di Palazzo Bazzani, sede della Provincia di Terni.

Saranno presenti, oltre a tutti i membri del direttivo, il presidente Upi regionale e presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi e il presidente della Provincia di Terni Feliciano Polli. Nel corso dell'incontro verrà affrontata la sostanza dei provvedimenti previsti dalla spending review relativamente alle Province, ai previsti accorpamenti e ai relativi parametri.

"Siamo d'accordo - sottolineano Guasticchi e Polli - sulla necessità di contenere i costi e razionalizzare i servizi, ma questo percorso deve transitare attraverso proposte che siano adeguatamente condivise e concertate con Upi, Anci e Autonomie Locali e che tengano conto delle realtà territoriali, dove si deve intervenire senza causare difficoltà e disagi a strutture e servizi alla cittadinanza. E' sbagliato procedere a tagli indiscriminati sulla base di parametri rigidi che contengono meri dati numerici e che vengono calati sul territorio, in alcuni casi, come una scure.

La spending review non può andare ad eliminare, indiscriminatamente, enti inutili alla pari di enti vitali e necessari per il territorio e che hanno operato bene svolgendo un ruolo storico, sociale ed economico importante nella nostra regione. Abbiamo sempre affermato di essere favorevoli alla riorganizzazione e al riassetto delle istituzioni locali per giungere ad una razionalizzazione della spesa pubblica che porterà risparmi certi nelle casse del paese, sempre nel rispetto della qualità dei servizi ai cittadini. E' proprio per questo che ci preoccupiamo di alcuni tagli che andranno a colpire la qualità dei servizi, creando problemi e dispersioni senza, peraltro, ottenere veri risparmi.

L'Upi nazionale, unitamente all'Upi regionale dell'Umbria, è stata sempre pronta a mettere in discussione il ruolo delle Province nell'ambito di un riordino istituzionale che punti in alto e che colpisca gli sprechi veri come, ad esempio, quei 3.127 enti strumentali che rappresentano le stanze segrete della politica e che costano allo stato oltre 7 miliardi di euro. Noi, come noto,abbiamo proposto un'autoriformache può garantire allo stato 5 miliardi di risparmi, autoriforma non fatta solo di tagli indiscriminati, ma diretta verso una migliore gestione di risorse per favorire lo sviluppo".

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre