politica

Castel Giorgio. Secondo SEL una politica scolastica distratta e inadeguata

mercoledì 14 settembre 2011

Riceviamo e pubblichiamo un intervento critico sulle problematiche legate alla Scuola locale da Sinistra Ecologia e Libertà di Castel Giorgio. Di seguito la nota:

INTERVENTI EFFETTUATI NEL QUINQUENNIO 2004-2009

Nel quinquennio 2004-2009 sono state spese, dal Comune di Castel Giorgio, ingenti somme, centinaia di migliaia di euro (cifra, del resto, che ogni consigliere, volendo, può accertare e verificare direttamente) e fatti ripetuti interventi per sistemare ed ampliare le strutture dell'edificio scolastico.
Lo scopo era quello di creare un polo unico per la scuola dell'infanzia, la scuola elementare e la scuola media. Idea apprezzabilissima, se attuata e realizzata con l'attenzione, la progettualità e la lungimiranza necessarie.
Come tutti sanno, non è andata così. L'ampliamento previsto per la scuola dell'infanzia è risultato subito inadeguato e, di seguito, per correggere l'errore iniziale, si sono resi necessari altri interventi che hanno sottratto spazio essenziale alla scuola elementare. ERRORE SU ERRORE.

LA LETTERA DELLE INSEGNANTI E LA RISPOSTA DEL SINDACO

Epure i fondi c'erano, le spese (ed anche considerevoli) sono state fatte, i risultati sono davanti agli occhi di tutti e bene hanno fatto, il 10 giugno 2011, le insegnanti della scuola primaria a sollevare il problema con una lettera inviata al Dirigente scolastico e per conoscenza al Sindaco.
Quale è stata la risposta del Sindaco? SECCATA, INFASTIDITA ED EVASIVSA!!

Ma il problema c'è, è innegabile e ora, con la ripresa dell'anno scolastico, alunni ed insegnanti si ritroveranno a fare i conti con i soliti disagi: mancanza di spazi, classi numerose, difficoltà operative di vario genere ecc...

Come si fa, quando si spendono cifre tanto rilevanti per interventi cosi importanti, a non tenere nel dovuto conto le esigenze specifiche del mondo della scuola, i possibili aumenti della popolazione scolastica, la disponibilità o meno di spazi adeguati per le varie attività didattiche e formative? Per noi, una cosa del genere è incomprensibile!

PRG (PIANO REGOLATORE GENERALE) E AMPLIAMENTO DELL'EDIFICIO SCOLASTICO

E dire che nell'elaborazione del Piano Regolatore Generale, approvato a suo tempo dal Consiglio comunale (di cui però, i cittadini, fino ad oggi, non hanno saputo più niente) è stato previsto un aumento assai accentuato della popolazione di Castel Giorgio, tale da apparire, ad occhio attento, improbabile ed esagerato.

Ebbene nel PRG si suppone un aumento della popolazione a dir poco soprastimato, mentre nel progettare l'ampliamento dell'edificio scolastico questa eventualità non è stata neppure lontanamente considerata.
MISTERO DELLA FEDE!

Ora, comunque, il problema degli spazi scolastici c'è e non si può rispondere alle giuste richieste delle insegnanti in maniera infastidita e basta. Occorre fare qualcosa e farla presto!

NO AL GIOCO DELLO SCARICA BARILE

In certi casi non si può certo (ricorrendo al comodo gioco dello scarica barile) addossare la responsabilità ad altre istituzioni; bisogna qualche volta saper fare anche autocritica (ma, come al solito, la colpa sarà sicuramente di altri!) e rispondere con i fatti ai cittadini.

Pubblicato da Cittadina di centro sinistra il 14 settembre 2011 alle ore 10:33
Sarebbe ora di farla finita con queste continue scaramucce tra partiti che dovrebbero colloquiare e collaborare per far fronte all'avanzare della destra e anche a quest'ultima vergognosa manovra governativa. Va bene, siamo nel piccolo, ma il grande è specchio anche del piccolo. BASTA CON IL GIOCO DI AMMAZZARSI tra chi dovrebbe essere affine, pensateci! Forse è anche per questo che ci teniamo Berlusconi da tanti anni. A forza di distinzioni siete riusciti a sparire dal parlamento e, anche, da molti consigli comunali.
Pubblicato da Andrea Corritore il 14 settembre 2011 alle ore 13:32
Quello che dice è, in linea di massima, sacrosanto. La frammentazione dei partiti di sinistra è stata una delle cause del ventennio berlusconiano ma bisogna tenere conto anche di tre fattori:

1)un'unica forza politica, a sinistra, non basta a rappresentarne tutte le anime. In nessun paese del mondo succede questo.

2)quando si ritiene che la politica portata avanti dal partito che dovrebbe essere alleato è profondamente sbagliata se non addirittura dannosa, si ha il dovere politico di farglielo notare.

3)quando si tenta in tutti i modi di appianare internamente, col dialogo ed il confronto, le posizioni divergenti ma si ottengono solo promesse che poi NON vengono mantenute, la sensazione di essere presi in giro è molto forte.

Facciamo un passo indietro: prima delle ultime elezioni amministrative nessuno più di Sinistra ecologia e libertà (in quel periodo solo Sinistra e libertà) si è speso per creare l'alleanza che poi, le elezioni, le ha vinte. Questo anche quando gli interlocutori non sembravano poi cosi interessati a creare un'unica lista ed a costo di provocare un'ulteriore frattura interna.

Per questo, quando è iniziata la consigliatura, credevamo di poter collaborare tutti insieme per amministrare il paese secondo i principi che erano stati scritti nel programma elettorale, e che credevamo condivisi anche da chi, nostro alleato, presentando quel programma, le elezioni le aveva vinte.

Evidentemente ci sbagliavamo, dato che non si è mai riuscito a creare nulla di costruttivo.

Prima della decisione (presa niente affatto a cuor leggero) di presentare le dimissioni dal consiglio comunale e dalla giunta, c'è stato un continuo tentativo di dialogo e collaborazione (sempre infruttuoso), durato un anno e mezzo e culminato con ben DUE verifiche politiche, al termine delle quali sono stati presi (e firmati) una serie di impegni che NESSUNO ha poi rispettato.

Impegni che non erano altro che una riproposizioni dei punti presenti nel programma elettorale, programma, ripeto, condiviso (a parole) anche dalle altre componenti dell'alleanza.

Quindi, sono stra-daccordo che l'unità dei partiti di sinistra sia fondamentale, ma devono anche esserci le condizioni adatte perchè questa sia fruttuosa, reale e basata su progetti, programmi ed idee chiari e concreti e soprattutto CONDIVISI. Altrimenti si avrà solo un semplice cartello elettorale privo di senso.

In poche parole: l'unità e le alleanze bisogna volerle in due affinchè funzionino. Noi le volevamo, ma gli altri? :)

Andrea Corritore
(coordinatore SEL Castel Giorgio)

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 novembre

Ferdinando Frignani, Nando per gli amici. 1941-2016

L'Orvieto Fc impatta per 2-2 nel ritorno di Coppa Italia regionale contro la Gadtch

"Raccontando Viterbo tra lavatoi e fontane nei luoghi delle donne"

Olimpieri (IeT): "Germani torna a privatizzare i servizi pubblici"

Scompare il bambino affidato ai Servizi Sociali del Comune. Ricerche in corso

"Per un'Italia più semplice, cambiare Sì può". Incontro al Palazzo dei Sette

Unione Orvietana Rugby. Piccoli campioni, grandi risultatati sul campo

Immigrazione, al via l'iscrizione ai corsi gratuiti di lingua e formazione civica italiana

Al Mancinelli Francesca Reggiani svela "Tutto quello che le donne (non) dicono"

La lettura in età prescolare, l'Umbria tra le sette regioni italiane inserite nel progetto pilota nazionale

Nella linfa

Non voglio pensare al viaggio

Pucciarini (Cpo): "Bene l'approvazione della legge, così si combatte anche violenza contro le donne”

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le azioni messe in campo dal Comune

Stadio Muzi, sì al progetto per la sistemazione dell'edificio spogliatoio del nuovo campo da calcio

Complanare, disco verde al progetto esecutivo per la realizzazione delle opere di completamento

Sisma, possibilità per chi alloggia in albergo di richiedere avvicinamento in strutture più prossime ai luoghi di residenza

Al Vecchio Frantoio Bartolomei, "L'olio è femmina"

Anas, riaperta la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre tra Spoleto e Norcia

Fisar Orvieto, consegna degli attestati di secondo livello e cena degli auguri di Natale

A gennaio Norcia avrà una nuova scuola elementare grazie a Coop

Chioccia & Tsarkova volano a New York, art exhibition a "The Jazz Gallery"

Maurizio Filippi si aggiudica il titolo di miglior sommelier d'Italia

Meteo

venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 9.8ºC 99% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.4ºC 94% foschia direzione vento
15:00 14.4ºC 71% buona direzione vento
21:00 11.6ºC 98% foschia direzione vento
domenica 26 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.7ºC 86% buona direzione vento
15:00 5.4ºC 72% buona direzione vento
21:00 1.3ºC 86% buona direzione vento
lunedì 27 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.7ºC 60% buona direzione vento
15:00 5.7ºC 55% buona direzione vento
21:00 -1.0ºC 69% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni