politica

Massimo dell'indennità di risultato ai dirigenti comunali. Assegnate a pioggia e in modo non sempre meritato: lo segnalano Cortoni e Conticelli

martedì 12 febbraio 2008
Non sono esenti dalle loro responsabilità, rispetto al pesante disavanzo di bilancio del riequilibrio 2006, alcuni dei capo settore degli uffici amministrativi del Comune: la pensano così i consiglieri del gruppo consiliare Altra Città Maurizio Conticelli e Fabrizio Cortoni, che pur riconoscendo generale efficienza e professionalità ai dirigenti comunali, si meravigliano che, nonostante il disavanzo 2006 e le successive alienazioni di beni per 8,5 milioni di euro, con decreto sindacale del 22/10/2007, si sia corrisposta la retribuzione di risultato al personale con qualifica dirigenziale relativa all’anno 2006 riconoscendo a ciascuno il massimo dell'indennità, pari ad € 10.444,80. Su questo i due consiglieri hanno prodotto un'interpellanza chiedendo che vengano fornite spiegazioni in Consiglio comunale. Di seguito il testo integrale della richiesta:
Al Presidente del Consiglio Comunale p.c. Al Sig. Sindaco OGGETTO: Retribuzione di risultato ai dirigenti comunali – INTERPELLANZA. Nel corso dello stesso anno 2006, in sede di riequilibrio, il bilancio comunale ha registrato un pesantissimo disavanzo cui si è fatto fronte con l’alienazione del patrimonio per circa 8,5 milioni di euro. Nonostante ciò, l’Amministrazione Comunale, con decreto sindacale n° 29 del 22/10/2007, ha corrisposto la retribuzione di risultato al personale con qualifica dirigenziale relativa all’anno 2006, riconoscendo a ciascuno il massimo della indennità pari ad € 10.444,80. Se da un lato riconosciamo professionalità ed efficienza ai dirigenti comunali, dall’altra riteniamo che a loro, o almeno ad alcuni di loro, facciano capo con certezza responsabilità riguardo alla voragine di bilancio sopra richiamata, su cui peraltro è stato impedito di fare piena luce, sino a provocare l’interessamento della Corte dei Conti. Stupisce pertanto che l’Amministrazione Comunale, a fronte della grave situazione di bilancio manifestatasi nel 2006, abbia riconosciuto il massimo di risultato ai dirigenti senza fornire indicazioni sulla provenienza del pesante disavanzo e sulle responsabilità connesse alla gestione del bilancio stesso. Rimaniamo in attesa di spiegazioni da fornire in occasione del prossimo Consiglio Comunale. Orvieto, 10 febbraio 2008 Maurizio Conticelli Fabrizio Cortoni

Commenta su Facebook