politica

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

venerdì 23 marzo 2007
Non si placa la polemica politica intorno alla delibera della Corte dei conti. I gruppi consiliari di minoranza di Altra Città e Alleanza Nazionale considerano "un dossier di difesa spuntato" le precisazioni fornite dal Presidente del Consiglio Comunale Gialletti e reclamano una adunanza segreta per valutare il Comportamento del Presidente. I due gruppi, che ritengono il comportamento tenuto in questa occasione dal Presidente "una palese violazione degli obblighi di garanzia, equidistanza ed imparzialità che incombono sul Presidente del Consiglio, per statuto e per dettato", chiedono nel termine di 20 giorni, come previsto dall’art. 37 comma 2 del Regolamento del Consiglio, un apposito Consiglio Comunale in seduta segreta. La proposta di ordine del giorno da discutere: "Esame e discussione del comportamento tenuto dal Presidente del Consiglio Comunale di Orvieto in occasione della deliberazione emessa dalla Corte dei Conti Sez. Umbria il 16/11/2006".

Commenta su Facebook