politica

La vendetta di Pio

venerdì 18 giugno 2004

Il famoso versetto dantesco citato diecimila volte sulle stranezze di Orvieto conferma ancora una volta tutta la sua fondatezza seppur a distanza di otto secoli. Siamo strani davvero cosě tanto come ripeteva il ghibellino Farinata degli Uberti oppure siamo tanto saggi da dissimulare la saggezza sotto forme apparentemente irriconoscibili?  Chissŕ. Sicuramente la riflessione viene in mente andando a spulciare i risultati elettorali con la curiositŕ che emerge nel cronista ( e non solo) una volta terminata la "mangiata" dei risultati elettorali.

 Si scopre cosě che Pio Ilice personaggio stravagante e simpatico gettato nell'agone della politica dall'altrettante simpatico ed originale mancato sindaco Gian Paolo Aceto, si č conquistato il suo bel gruzzoletto di voti, stracciando personaggi che di politica ne masticano da decenni ed anche quelli che si erano proposti come parte importante della nuova classe dirigente orvietana. Allora, il buon Pio ( per gli amici pio box) ha portato a casa diciotto voti, uno in piů di Giovanni Stella, manager di livello nazionale ed amministratore delegato della Kelyan. La cosa di per sč non sarebbe stranissima anche perchč non č detto che i grandi professionisti abbiano anche un peso politico, ma č sicuramente singolare nel caso di un personaggio come Stella che era stato al centro di ripetuti incontri politici finalizzati a lanciarlo come possibile candidato di uno schieramento trasversale che inglobasse sia una parte della sinistra che il centrodestra. Stella non ha fatto campagna elettorale una volta sfumata l'ipotesi della candidatura a sindaco, ma nessuno pensava che potesse avere un risultato tanto magro da essere sorpassato da Pio.

Sicuramente erano convinti del contrario alcuni esponenti del centrodestra e Conticelli.

Lo stesso Pio ha umiliato anche uno che con la politica ci campa da anni e che (dice lui) ci capisce pure. Si tratta di Renato Bordino dell'Udeur che, nonostante un impegnativo comizio di fine campagna elettorale in piazza della Repubblica, ha ottenuto la miseria di 6 voti, sei.  Forse si č trattato di tutti i componenti della famiglia, lui compreso. Nella stessa lista del valoroso Bordino ci sono stati anche altri "fenomeni" della politica che non hanno ottenuto neanche un voto. Nemmeno loro si sono fidati di se stessi. Risultato clamorosamente negativo anche quello della lista Di Pietro - Occhetto con dodici candidati su quindici che non hanno riportato consensi a dimostrazione evidente di quanto questa lista fosse finta, cioč messa in piedi nell'arco di pochi giorni con quasi nessun candidato residente nel comune di Orvieto. Tra gli altri risultati che hanno fatto parlare anche il magro bottino dell'assessore uscente Maurizio Negri con soli 30 voti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno