opinioni

Urna

venerdì 20 marzo 2020
di Fausto Cerulli
Urna

Una mia amica, cara quanto un'amica
può essere amica se altro non é,
attendeva una persona cara che era
già andata via e che lei aveva voluto
che tornasse di nuovo. Sapeva che anche
quella persona sarebbe stata felice
di ritornare. Lui era partito quasi senza
accorgersene ma mentre partiva
aveva sentito l’eco di qualche dolore
che non avrebbe voluto lasciare, e
dunque aveva chiesto di poter
ritornare, lo aveva chiesto a chi
lui sapeva, voleva tornare nella sua
casa, tra tra i suoli libri,per ascoltare
la musica che lo accompagnava
quando andava a dormire, per
abbracciare le persone che gli erano
care e che lo avevano caro.
Ora questa mia amica attende
tranquilla, sa che quella persona
dovrà comunque tornare, anche
se in forma diversa, magari in forma
quasi di cenere, dentro un’urna
da custodire con trepido amore.

Commenta su Facebook