opinioni

Monasteri delle Meteore

martedì 11 febbraio 2020
di Fausto Cerulli
Monasteri delle Meteore

E fu casuale quel mio viaggio a Kalambaka
e il salire le scale rupestri che portano
ai Monasteri delle Meteore affacciati
sull’accecante bagliore del greco mare
e nessuno mi chiese di ascoltare la musica
e i cori della messa ortodossa, ma il loro
suono mi vinse come il canto delle sirene,
e piegai le mie stanche ginocchia a una
preghiera a me nata dai secoli, e qualche
monaca grigiovestita mi porse una coppa
forse di ambrosia e conobbi l’attimo
della quiete, poi il mio sogno si infranse
nel blu cobalto del mare, eppure
Meteora non volle precipitare e rimase
e forse rimane a cullare le voglie caste
delle suore per sempre amiche
ai monasteri a strapiombo sul mare,
come le navi che sfidano i mille naufragi,
e il grecale.

Commenta su Facebook