opinioni

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

mercoledì 19 ottobre 2016
di Aldo Sorci
Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

Il Consiglio dei ministri ha approvato sabato 15 ottobre il disegno di legge di bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2017 e per il triennio 2017-19. I dati di dettaglio sono ancora sotto limatura e le slide della conferenza stampa non aiutano. Tuttavia, facendo riferimento al 2017, la manovra approvata è pari a 27 miliardi di euro, di cui nuove entrate e tagli di spesa per 15,5 e aumento del deficit per 11,5 miliardi di euro.

Dunque, l’anno prossimo il bilancio dello Stato chiederà con un deficit complessivo intorno ai 40 miliardi di euro, come l’anno in corso, corrispondenti al 2,3% del PIL. Ricordo che il governo si era impegnato con l’Unione Europea sottoscrivendo lettere specifiche, a “contenere lo sbilancio entro l’1,8% per legittimare le flessibilità concesse nel 2016”. Questo 0,5% in più, pari a 8,5 miliardi, costituirà senza dubbio uno dei temi della trattativa.

Non essendo possibile un esame completo, mi limiterò ad alcune osservazioni. Dal lato delle entrate siamo di nuovo in presenza di sanatorie e condoni che non aiutano certamente la credibilità nel fisco e non premiano l’onestà dei contribuenti. Tra l’altro, c’è infatti la seconda ondata della “voluntary disclosure” cioè la regolarizzazione dei capitali nascosti ed il provvedimento potrebbe riguardare il contante nascosto in Italia, non solo all’estero. Se così fosse, andrebbe comunque evitato di favorire il riciclaggio.

Nel complesso, le misure una tantum, quelle cioè che incidono solo per il 2017, ammontano a 10 miliardi di euro di cui 4 dalle cartelle Equitalia, altro bel condono. È stato giustamente osservato che l’abolizione di Equitalia è in realtà un suo accorpamento nell’Agenzia delle entrate e che “il gettito previsto appare come una sanatoria sulla repressione dell’evasione, cioè un ossimoro istituzionale”. Anche questo è un delicato tema di trattativa con la UE.

Con riferimento alle uscite, un provvedimento che non si può dire di per sé negativo, riguarda il tema delle pensioni. Tuttavia, quando si adottano misure di natura sociale sotto forma di “bonus” come i famosi 80 euro a tutti fino ad un certo reddito ed ora con le quattordicesime a certe categorie di pensionati, senza un quadro organico complessivo di riforma fiscale e di welfare, non viene perseguita quell’equità che dovrebbe invece costituire il fondamento di una società giusta.

Continua il sostegno alle imprese, con mano generosa e ancora con interventi senza un progetto complessivo puntando sul ruolo delle attività produttive per la ripresa. Ma gli “animal spirits” keynesiani degli imprenditori, non sono tanto sensibili alla cosa pubblica quanto “ossessionati dalla crescita” come affermò nel maggio scorso il presidente della Confindustria, e quindi anche dai sostegni diretti ed indiretti che sollecitano e spesso ottengono e non è affatto detto che si traducano in ogni caso in un parallelo sviluppo della ricchezza nazionale.

Ciò detto, al quadro presentato a Palazzo Chigi, mancano altre informazioni ed altri numeri di strettissima attualità e cioè:

1- Nel 2015 i poveri “assoluti” sono aumentati di 800mila unità rispetto al 2014, raggiungendo i 4,6 milioni (7,6% contro 5,9% nel 2012). La situazione è addirittura drammatica al sud come dimostra il rapporto della Caritas.

2- Secondo l’indagine ufficiale dell’Istat, nel 2015 l’economia sommersa è cresciuta ancora e ha raggiunto 211milardi di euro (evasione fiscale stimata 90-100 miliardi), con 3,7milioni di lavoratori in nero.

3- Il debito pubblico del 2017, anche a seguito della manovra approvata, raggiungerà 2.260 miliardi di euro (+ 190 rispetto al 2013) ed è previsto continui a crescere fino al 2019.

Vorrei informare al riguardo coloro ai quali fosse sfuggito, che già nell’anno in corso il nostro paese ha il debito pubblico più elevato in valore assoluto e relativo in ambito Eurozona e UE. Così abbiamo superato anche la Germania per 200 miliardi (2.213 contro 2.013); naturalmente il confronto dell’incidenza sul PIL è disastroso: 132,7% contro 64,3. Ebbene, nessun quotidiano fra tutti quelli che hanno riportato spesso con enfasi dati e grafici distribuiti dal Governo, si è premurato, se non altro per completezza di informazione, di dedicare una riga al debito pubblico.
Considero ciò un aspetto negativo che mi ricorda quanto mi disse un grande manager al vertice di un gruppo di imprese industriali quando, all’inizio della mia carriera, apparivo a lui troppo timoroso. “Se voi giovani mi date sempre ragione, siete inutili, io cerco contributi non adulazioni. Ma lui non era al governo del paese, noi non eravamo elettori o giornalisti e non c’era un incombente referendum all’orizzonte.

Commenta su Facebook

Accadeva il 14 dicembre

Con "Loading Umbria" i luoghi della cultura diventano location per videogame

San Venanzo investe in servizi, infrastrutture, cultura e attrattività turistica

Giornata Garibaldina in ricordo di Roberto e Florindo Dimiziani

La Zambelli Orvieto si esalta e batte Ravenna

"Si Fa Natale" nella Chiesa di Santa Maria Assunta. Rassegna corale dedicata al M° Maria Santa Rosiello

"Ripartiamo dal basso, risolleviamo l'ex Caserma Piave"

Avvocati e commercialisti lanciano l'allarme sulle sorti del tribunale

Da Forza Italia, "ancora nuove proposte per la nostra idea di città"

Marina Massironi porta al Teatro Secci "Ma che razza di Otello?"

Tradizione, musica e teatro per accendere "La Magia del Natale"

In tutti gli uffici postali della provincia, scatta il "Mese della Prevenzione"

Celebrato il "Natale del Soldato" alla Caserma "Nino Bixio"

Dedicato ai piccoli borghi umbri più belli il Calendario 2018 di Villa Umbra

"Fai centro nella storia", così i più piccoli portano in scena il Medioevo

"Sonorità Antiche. Concerto di fine anno con gli Etruschi" a Palazzo della Corgna

Monica Paparelli, nuova consigliera di parità della Regione Umbria

Consulta per il sociale, Tomassoli: "Non servono i titoli, basta onestà e buona volontà"

"Natale in Musica" con la Camerata Polifonica Viterbese "Zeno Scipioni"

Contrasto al gioco d'azzardo, l'Osservatorio nazionale promuove l'Umbria

Natale in fabbrica, nelle scuole e alla mensa di San Valentino

Gianni Minà all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Istituto Universitario Progetto Uomo

"Alla scoperta di Viterbo immersi nel mondo fatato di Babbo Natale"

"Natale sicuro". La Guardia di Finanza sequestra oltre 11.000 prodotti

"OrvietoJazzPortrait", la mostra che ripercorre 25 anni di Umbria Jazz Winter

Nuova donazione dell'associazione onlus Le note di Fra'

Arriva la videosorveglianza. Iniziata l'installazione delle videocamere ai piedi della Rupe

Nuovo inquilino nel "condominio culturale" di Palazzo dei Sette. Si inaugura la sede Cittaslow International

Terza edizione per "Voci d'Inverno". Concerto di fine anno per "Omphalos Voices"

"SOS Rosarno". L'appuntamento per ripartire dalle arance bio-solidali

Si presenta il libro "Da Cellere a Capalbio. Fatti e misfatti del brigante Domenico Tiburzi"

"...un Canto vien dal Ciel...". Dodicesima edizione per la rassegna di corali polifoniche

Carta Tutto Treno. Federconsumatori: "La Regione è latitante"

"Un efficace servizio a tutela dei cittadini". Orvietano più sicuro grazie ad Alert System

Susanna Tamaro si fa ambasciatrice per Orvieto. "Svegliati, bella addormentata"

Cerimonia di consegna delle lauree 110 e lode all'Università della Tuscia

Monte Landro, dopo gli scavi continuano gli studi sui reperti

Francigena, Appia Antica, Romea Germanica. Tra pellegrini e moderni viandanti

Sognare colombe e lei

L'Istituto "Dalla Chiesa" presenta il progetto "Custodire la terra, coltivare l'umanità"

Sisma, presentato il calendario 2017 di Norcia. "Stimolo a lavorare ogni giorno per la rapida ricostruzione"

Massimo Ghini in scena al Teatro Mancinelli con "Un'ora di tranquillità"

Vetrya Orvieto Basket a Foligno per il recupero della terza giornata

Opposizione all'attacco: "La crisi politica di maggioranza deve arrivare in consiglio comunale"

In distribuzione "L'Orvietan". Quanta storia ritrovata dentro quella bottiglia

La libero Giulia Rocchi tiene alta la guardia alla Zambelli Orvieto

"Il volontariato degli anziani nei Comuni umbri, un patrimonio da difendere"

Roberto Colonnelli presenta il libro di poesie "Ogni stella ha il suo perché"

Sì della giunta al progetto per riqualificare la Strada di Pievelunga

Ai nastri di partenza la terza edizione di "Bookiamo lo schermo"

L'invito del sindaco Ciardo: "Venite a farvi un selfie natalizio sotto il Castello di Bartolomeo"

Jonathan Doria Pamphili dona al Comune una foto dell'antico affresco del Castello

Tra danza e musica, al Boni arrivano "Cappuccetto Rosso" e i Solisti dell'Umbria

"Natività Contemporanee" all'Antiquarium di Tenaglie

Note di Natale apre il calendario di "Natale in Musica"

Nella Chiesa di S.Maria Assunta, 11esima edizione della rassegna "Un canto vien dal Ciel"

Presentato il progetto "I sentieri del Perugino nelle terre del Marchese"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta l'Istituto nazionale di urbanistica al summit delle città antiche cinesi