opinioni

All'erta, rieduchiamoci alla cittadinanza attiva

lunedì 25 aprile 2016
di Pier Giorgio Oliveti, Presidente Anpi Orvieto
All'erta, rieduchiamoci alla cittadinanza attiva

Oggi più che mai dalla fine della guerra di Liberazione è necessario conoscere e impegnarsi per preservare le basi democratiche della nazione che abbiamo costruito a prezzo di indicibili sofferenze collettive. Nonostante i nuvoloni neri che pur si addensano all'orizzonte di una società che rischia di avvitarsi in una fase storica, economica e politica particolare, qualcuno quando si avvicina il 25 Aprile - Festa che ricordo fu istituita nel 1949 con la Legge 260 per celebrare convenzionalmente il giorno in cui i partigiani liberarono Milano e Torino – per superficialità o per dolo prova a dividere più che a unire, della serie: facciamoci del male.

I segnali di una sotto valutazione collettiva dei valori basali della nostra Repubblica e della nostra Costituzione nate dalla Resistenza, sono ormai quotidiani. Fascismi striscianti in varia forma cercano la ribalta mediatica con azioni che virano sul vandalismo, magari insozzando un muro a ridosso del Cippo dei Martiri di Camorena...Addirittura c'è qualche sindaco, per fortuna davvero pochi, che nega la parola all'Anpi il giorno del 25 Aprile per "richiamare i valori ma senza scontri ideologici". Sarebbe come non far entrare in Chiesa nel giorno della Santa Cresima, il vescovo e i parroci... Ovvero, siamo alle solite, il ribaltamento della realtà con sicumera e arroganza istituzionale essendo il Sindaco il “primo cittadino” di tutti : si urla al rischio ideologico per pura ideologia (in questo caso,peraltro, falsa e tendenziosa).

Va bene che “nomen omen”, – dicevano i Latini venticinque secoli fa – ma il Sindaco di Corsico, Filippo Errante, sbaglia e di grosso a negare all'Anpi la parola nel giorno del 25 Aprile. Errante dunque di nome e di fatto: “errare” significa etimologicamente “sviarsi dalla via e dal retto sentiero”. E bene fa il nostro Presidente nazionale Anpi Carlo Smuraglia a dire che non far parlare l’Anpi è “una cosa improponibile e impressionante: il 25 aprile è la festa della Resistenza e l’Anpi è il successore riconosciuto “di quelli che combatterono”. Anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nei giorni scorsi in occasione del 70° del Suffragio universale, ha ribadito con forza come ci sia “un legame robusto tra Costituzione e Resistenza”. Ma di quale ideologia si sta parlando?

Di quel movimento di popolo che ingrossò le fila a partire dall'8 Settembre del '43? Sì, certo, essere partigiani significò scegliere una “parte”, quella positiva che si attivò con sacrificio e rischio personale per dare un futuro al paese, a tutto il paese; non quella che combatté a fianco dell'esercito di Hitler, che uccide, massacra per motivi politici, separa per “razza” o per censo...contraddicendo peraltro l'intero Risorgimento italiano 1° Guerra mondiale inclusa, che costò ai nostri nonni o bis/trisnonni un milione e duecentocinquantamila morti..: ci siamo forse dimenticati il “regalo” de facto nel 1943 al Terzo Reich di Trentino-Alto Adige, Belluno, Friuli-Venezia-Giulia(escluso Pordenone), Istria, Dalmazia e Quarnaro? E l'Anpi oggi è “di parte”, sì, ma non si sostituisce di certo ad alcun partito: 120 mila soci di cui 12 mila sono ex Partigiani combattenti, che fanno “politica” in difesa della Costituzione.

La nuova Anpi guarda al futuro essendo sicuramente un soggetto “politico”, ma non una semplice “scatola dei ricordi”. E' necessario più che nel recente passato mantenere oggi attorno all'Anpi una sostanziale unità di popolo, delle istituzioni, delle forze armate e di sicurezza. Essere “resistenti” significa tenere gli occhi bene aperti e affrontare con coraggio i grandi temi sul tavolo: nella nostra agenda oggi c'è tra l'altro l'attivarsi per superare le disuguaglianze e le discriminazioni sociali, ovvero essere cittadino italiano deve significare una cosa sola per tutti; superare le divisioni di genere, combattere le nuove ingiustizie e le nuove “schiavitù” nel mondo del lavoro, parlare con nuovi linguaggi e strumenti ai cittadini di domani, comunicando in profondità i valori della Resistenza, ma anche e soprattutto ricollegare la memoria con il presente e con il futuro, impegno che richiede coraggio e azione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 gennaio

Differenziata, la media si attesta al 78,12 per cento. Filiberti: "Non ci fermiamo qui"

Si è casta quando non si ha una solida formazione etica, politica e culturale

Danilo Giulietti relaziona su "Luce e colore". Conferenza ISAO a Palazzo Coelli

"Ricordiamoci di ricordare". Spettacolo al Palazzo Baronale

Pronta la nuova convenzione per l'adesione alla Centrale unica di committenza

Giorno della Memoria, due giorni di eventi per ricordare la Shoah

Nuovo Comitato Uisp Orvieto Mediotevere, Federica Bartolini presidente

Di un Eden

Bandiera Canadese

Allora non esisteva l'Erasmus

La Vetrya Orvieto Basket viene travolta dal Bastia

Lucetta Scaraffia ospite del ritiro mensile del clero della Diocesi di Orvieto-Todi

Una sconfitta, una vittoria e un pareggio per l'Orvieto FC. In settimana esordio per gli Allievi

"Dall'Amiata alla Valle del Tevere: ancora geotermia industriale o un altro sviluppo è possibile?"

Al Mancinelli Ashira Ensemble propone "Un volo leggero...Per rispondere con la vita"

Omaggio alla Catalogna. Musica, letture e mostra per il Giorno della Memoria

Esperti a convegno al Palazzo dei Congressi su "Nuove prospettive in Neonatologia"

L'Unitre Orvieto presenta il secondo quadrimestre di attività

Nasce l'associazione "Orvieto Runners". Tra gli obiettivi, la promozione del Trail Running

Letture e film a scuola per non dimenticare

Design, Verdi, Pissaro e Santa Rosa. La settimana allo Spazio Pensilina

Province, con tagli previsti a rischio blocco servizi al cittadino. Il dossier Upi presentato in Commissione Parlamentare

Terremoto, Rifondazione si appella al Consiglio Regionale: "Riappropriamoci di un intervento autonomo come nel 1997"

Fine settimana da dimenticare per la Cestistica Azzurra Orvieto

Consegnato a Cascia il secondo modulo abitativo provvisorio

"Fermate il pagamento della Tosap: poca comunicazione, cittadini in difficoltà"

Sul ruolo delle associazioni in generale e sulla Val Di Paglia Bene Comune in Particolare. Meglio chiarire

Terzo calanco? Redde rationem nel PD

Dal 12 febbraio a Orvieto il nuovo Corso di qualificazione professionale per sommelier

Imu agricola: il Tar del Lazio non conferma la sospensiva

Servizio idrico: il recupero del deposito cauzionale crea problemi agli utenti. Luciani interroga il sindaco

Ciconia - Umiltà, impegno e lavoro: la strada del successo secondo Francesco Romanini

Truffa dell'incidente alla figlia, anziana ci rimette 600 euro. Indagini a tutto campo

Opere previste dal Consorzio Val di Chiana per la mitigazione del rischio di esondazione del fiume Paglia, argomento su cui riflettere

Cordoglio per la scomparsa dell'agente di Polizia, Lorella Manglaviti

Imu agricola: il Consiglio dei Ministri cambia le altimetrie

Nel "Giorno della Memoria", Augusto Cristofori riceverà la medaglia d'onore della Repubblica

Polizia Provinciale: oltre 7 mila controlli in un anno, ma ora c'è il rischio che tutto svanisca

Orvieto Basket. L'under 19 torna alla vittoria nella trasferta contro Ponte Vecchio

Da Miami all'Azzurra Orvieto, Joanna Harden è pronta a scendere in campo

Altro derby umbro per Zambelli Orvieto che ospita il Trevi

"Il ricordo del gesto eroico di Aldo e Francesca Faina" e proiezione di "Corri ragazzo corri"

L'Istituto d'istruzione superiore scientifico e tecnico presenta il "Progetto formativo d'istituto"

Avvio partenopeo per "Risate & Risotti", poi a Orvieto per San Valentino

Azzurra Ceprini Orvieto – Reyer Venezia, palla a due iniziale al PalaPorano

Letture, flauto e violoncello al Museo delle Terrecotte