opinioni

Piazza Duomo, ovvero storia di un laico opportunismo

venerdì 24 aprile 2015
di David Proietti - Coordimento SEL Orvieto
Piazza Duomo, ovvero storia di un laico opportunismo

E' triste dover constatare che anche chi fa dell'antipolitica (la chiamo così per approssimazione e per non impelagarmi in un discorso per il quale non sarebbe sufficiente il breve spazio che mi sono prefisso di occupare) il proprio cavallo di battaglia, ceda poi alla prima occasione utile alla “tentazione da campagna elettorale”. Mi spiego meglio. Leggo stamane che, dopo la legittima presa di posizione della cons. Vergaglia (M5S) in Consiglio Comunale, la questione del regolamento sull'uso ed il decoro di Piazza Duomo, approvato la settimana scorsa, finirà con molta probabilità nelle aule del Senato della Repubblica tramite un'interrogazione parlamentare dell'on. Lucidi (M5S).

Nel post in cui si annuncia l'intenzione di depositare tale interrogazione, dopo una serie di richiami ai tempi in cui Orvieto era parte integrante dell'allora Stato Pontificio, si scopre che lo scopo dell'azione parlamentare è quello di “chiedere se tale regolamento possa essere considerato applicabile e verificare se sia consistente con il dettato Costituzionale agli artt. 3 (principio uguaglianza), 7 (rapporti Stato e Chiesa) e 122 e ss. (disciplina enti locali), considerando anche infine che, fra l’altro, che le competenza relative sono, per legge, riservate ai Comuni ed alle Provincie e non certo alle Curie Vescovili”. Ed allora, visti i legittimi dubbi che tale argomentazione potrebbe suscitare in una nazione nella quale i rapporti tra Stato e Chiesa Cattolica sono tutt'oggi oggetto di controversie e sproporzioni nei trattamenti, vediamo meglio la parte della norma che sarebbe viziata da questa vagheggiata accondiscendenza nei confronti della curia.

All'art. 1, indicando le finalità del provvedimento, si legge:

“[...] Salva ogni iniziativa organizzata dal Comune direttamente o congiuntamente ad altri soggetti, ovvero promossa nell’ambito di eventi di alto rilievo nazionale o internazionale, l’uso di Piazza Duomo è di norma concedibile per lo svolgimento delle sole attività o manifestazioni di seguito indicate:
- manifestazioni legate alla tradizione (“Pentecoste”, “Corpus Domini”, sacre rappresentazioni, giornate organizzate dal FAI, staffetta dei quartieri, ecc.);
- manifestazioni a carattere religioso approvate dalla Diocesi di Orvieto-Todi;
- cerimonie religiose (matrimoni, funerali, ecc.).
Per le manifestazioni che non rientrano nelle categorie suddette l’autorizzazione potrà essere rilasciata previa acquisizione del parere della Curia Vescovile e dell’Opera del Duomo, salvo in ogni caso – ove previsto – l’assenso della competente Soprintendenza.”

Come è facile intuire, la base della posizione a cinque stelle risiede nella parte riportata in grassetto che però, a ben vedere, non lascia intendere un ritorno ai tempi del potere papale: si capisce già da una prima lettura che lo scopo e la finalità della norma è quello di regolare i rapporti dell'amministrazione comunale (unica destinataria del diritto di decidere la destinazione d'uso del suolo pubblico) con le altre istituzioni cittadine (quali la Curia Vescovile e l'Opera del Duomo) presenti in quello stesso luogo con il proprio patrimonio artistico, culturale e umano.

Lasciando da parte ogni considerazione personale di ordine etico, religioso e politico, la ricerca del dialogo con tutte le espressioni dell'aggregazione sociale della cittadinanza dovrebbe essere una prerogativa di qualsiasi “buon governo” della cosa pubblica. Non si tratta infatti di “regalare” (come è stato detto) una piazza ad una determinata confessione o gruppo d'interesse, ma di regolare rapporti che altrimenti rimarrebbero (come peraltro è stato per lunghissimo tempo) alla discrezione di chi si trova temporaneamente ad amministrare la nostra città. Prevedere l'acquisizione del parere di Enti che con la loro opera danno un fondamentale contributo alla valorizzazione del patrimonio di Piazza del Duomo è, credo, non solo doveroso ma necessario per chi voglia ricreare un “sistema città” inclusivo ed efficace.

Viene quindi da domandarsi se ciò che sta a cuore al Movimento Cinque Stelle sia effettivamente la laicità delle nostre istituzione e non piuttosto la ricerca di voti facili in vista delle imminenti elezioni regionali.

Ragionando in buona fede, verrebbe da suggerire all'on. “portavoce” di usare i propri mezzi parlamentari per sollevare questioni fondamentali che ancora oggi rimangono irrisolte nei rapporti con la confessione cattolica (ad esempio in materia fiscale o nell’ambito della didattica nelle scuole), piuttosto che cedere alle esigenze di chi oggi si trova in clima di campagna elettorale ed intasare così i lavori parlamentari con demagogie prive di qualsiasi fondamento.
Sappiamo bene (purtroppo!) quanto possa essere foriero di scarsi consensi l'aggredire i veri nodi ancora irrisolti riguardo alla laicità delle nostre istituzioni, ma se l'obiettivo è quello di sollevare (finalmente!) questioni così controverse e cruciali per la vita della nostra Repubblica, non abbiamo altra scelta che lasciare da parte ogni teatrino elettorale, per quanto difficile.

Pubblicato da Cristina Calcagni il 25 aprile 2015 alle ore 19:28
... "Coordinamento..."
Il coordimento lasciamo per le pietanze

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 maggio

La scultura "50 sfumature di me. Donna" si aggiudica il concorso "D.O.N.N.A."

Orvieto, Montefiascone e Pitigliano ancora uniti sotto il segno di "Volcanic Wines"

Calato il sipario sui festeggiamenti di San Venanzio Martire

Azzurra Ceprini Orvieto. Francesco Tringali, assistente allenatore della A1 e della U18 e coordinatore del settore giovanile

In tanti per ammirare l'infiorata artistica in onore della Madonna Ss. del Poggio

Ceramiche e fiori al Pozzo della Cava, arriva "Oltre la finestra"

L'Unione Orvietana Rugby alla Cittadella del Rubgy di Parma

"Un fiore per la città" mette radici nella Chiesa di San Giuseppe Patrono

Fiamme in via Garibaldi, fatti evacuare gli ospiti di un B&B

Orvieto Basket vs Foligno, tutto pronto per la finalissima

Susanna Tamaro incontra e incanta la scuola primaria di Sferracavallo

Nicoletta Campanella presenta "Le più belle del reame" dedicato alle Rose Banksiae

La disciplina delle circolazione stradale. Ecco cosa cambia

Polizia in campo per il contrasto all'immigrazione clandestina

L'Oasi WWF Lago di Alviano partecipa alla 25esima edizione di "Giornata delle Oasi"

Festival al Museo delle Terrecotte, un successo di "Parole & Note"

Caccia. La giunta regionale approva il calendario venatorio 2015-2016

Pd: "Sì al campo polivalente, no alla devastazione dei giardini pubblici"

Versamento acconto Imu e Tasi 2015. Va effettuato entro il 16 giugno

Casaperazza in festa per Santa Rita da Cascia

Gli studenti dell'Università della Tuscia restaurano il busto di Innocenzo X e lo Stemma in Travertino di Gregorio XIII

"Ri-governare Orvieto" con Laura Ricci Sindaca: Politiche giovanili, Scuola, Formazione, Sport

"Ri-governare Orvieto" con Laura Ricci Sindaca: Sociale, Sanità, Diritto alla Salute

Ad Allerona: "I fiori nel piatto - Le erbe spontanee mangerecce, come riconoscerle, apprezzarle .. e mangiarli"

Verso la gestione integrata dei rifiuti nel comprensorio orvietano

A Orvieto l'open day dei servizi educativi per la prima infanzia

In manette gli "amanti della truffa", rubavano soldi agli anziani con travestimenti e storie strappalacrime

"Ri-governare Orvieto" incontra i commercianti e i gestori di locali del centro storico

Tentarono di svaligiare la gioielleria di Baschi, si costituisce il rapinatore

Giovedi, in Piazza della Repubblica la chiusura della campagna elettorale di Giuseppe Germani

Il mistero dei Templari nell'opera "orvietana" di Simone Martini

Con "Anime Parallele" Orvieto riscopre la Necropoli etrusca di Crocefisso del Tufo

[VIDEO] Presentazione di "Anime Parallele"

"Le Meraviglie" al cinema, il film di Alice Rohrwacher oggi nelle sale italiane

Da Castel Giorgio a Cannes un vortice di emozioni e attese

Dedicata a Luigi Mancinelli e Orvieto la puntata di "Note di Bianca" in onda su Sky Classica Hd (29 Maggio)

La Compagnia Mastro Titta porta in scena al Mancinelli "Flashdance"

Terzo e conclusivo precetto etico. Per non ulteriormente oltraggiare l'arte della politica

Andrea Ricci, sindaco uscente di Montegabbione, scrive ai cittadini a conclusione del suo mandato amministrativo

"Matriarché. Il principio materno per una società egualitaria e solidale"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni