opinioni

Primarie. Opposti scenari.

venerdì 21 febbraio 2014
di Massimo Gnagnarini
Primarie. Opposti scenari.

Dando per scontati i programmi e le buone intenzioni di tutti ecco una panoramica di riflessioni squisitamente politiche che possono servire a una migliore comprensione della reale posta in gioco alle Primarie del PD di domenica prossima.

Se vince Giuseppe Germani. Se Germani diventa il candidato sindaco del PD per così dire solo a furor di popolo egli si ritroverà con le mani libere per formare una squadra di governo in alternativa a quella di Concina senza dover pagare maggiori dazi o ipoteche ai maggiorenti del suo partito. Lo potrà e dovrà fare presentando agli orvietani un'offerta politica e una selezione di donne e di uomini attingendo dal suo partito ma più decisamente aprendo ad altre scelte che vanno dal coinvolgimento della sinistra più radicale a personalità della società civile e alle altre organizzazioni civiche e più moderate. Egli possiede la visione, la competenza, e l'empatia necessari per vincere già al primo turno le elezioni comunali di maggio avendo, ormai, l'amministrazione comunale uscente perso gran parte della sua spinta propulsiva per le speranze e la novità che aveva suscitato. L'unica accortezza che gli consiglio è quella, una volta sindaco, di abolire dalla sua Giunta la figura dell'assessore al bilancio che serve a poco perchè a contare i soldi c'è già il Ragioniere capo del Comune mentre i soldi per risollevare le sorti di Orvieto bisogna non contarli ma trovarli e questa sarà la mission che riguarderà la nuova amministrazione nel suo complesso.

Se vince Andrea Taddei. Vince l'accordo tutto interno al PD tra la vecchia e la più recente nomenklatura orvietana (Scopetti, Nativi, Galanello, Mocio, Cimicchi, Stella ...) che, attraverso la faccia del quarantasettenne ingegnere elettronico convocato all'ultima ora, desiderano riposizionarsi e riproporre il primato del partito nelle istituzioni cittadine nell'ipotesi di vittoria alle elezioni comunali. Non è in discussione la qualità delle persone, né la legittimità dell'operazione, sono invece certamente perdenti le modalità e la vaghezza dei contenuti con cui si è voluto confezionare un "pacco" già visto e analogo per sicumera a quello per il quale il PD già perse le elezioni nel 2009. Si tratta di un blocco elettoralistico sufficiente, forse, a competere per le Primarie interne, ma che su scala cittadina rappresenta e si ferma a un 25 % dell'elettorato risultando, peraltro, finora privo delle alleanze storiche di centrosinistra e privo anche di quelle più tipicamente civiche. Ma in questo modo il PD sarebbe destinato a declinare e ad essere scarsamente competitivo anche in caso di ballottaggio alle elezioni, mentre più che sicura diventerebbe l'opzione di un secondo mandato per Toni Concina.

La candidatura di Fabrizio Trequattrini, per scelta dell'interessato ha assunto una connotazione di mera garanzia delle primarie stesse, tuttavia bisogna riconoscere a Fabrizio che la sua è stata una candidatura che ha saputo esprimere forza e contenuti a tratti autorevoli e di lucida limpidezza.

I cittadini che si recheranno a votare domenica prossima per le Primarie del PD per la designazione del candidato sindaco, compiranno un atto destinato a incidere non solo ed esclusivamente sulle vicende interne del PD dovranno ance tenere un occhio e pure l'altro doverosamente puntati alle elezioni comunali di maggio.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio