opinioni

Dedicato a chi, in Comune, ci lavora

martedì 22 ottobre 2013
di Massimo Gnagnarini - Unire i puntini Orvieto
Dedicato a chi, in Comune, ci lavora

Gli amministratori cambiano, i lavoratori restano. Sono loro che custodiscono la conoscenza e l'esperienza di ogni singolo aspetto e articolazione di quell'insieme di servizi, uffici e controllo del territorio che chiamiamo Comune di Orvieto.

Spesso sentiamo parlare di indici che misurano il grado di soddisfazione dei cittadini verso l'amministrazione, ma sarebbe utile misurare anche l'indice di soddisfazione dei dipendenti verso l'amministrazione. Nelle aziende private avviene normalmente e serve a comunicare la "mission" ovvero chi siamo e dove andiamo presupposto essenziale di ogni obbiettivo e spartiacque tra il mero concetto di efficienza e quello più produttivo di efficacia. Centosettanta dipendenti e relativi cervelli di cui è composto l'organico del Comune sono la prima risorsa strategica per il bene comune che non può essere relegata all'ordinario per distribuire la poca ricchezza trasferita dallo Stato, ma deve essere schierata per creare nuova ricchezza attraverso politiche capaci di mettere a reddito la città.

Sfortunatamente le politiche di esternalizzazione dei servizi e il ricorso alle consulenze esterne praticate finora hanno ridotto e talvolta mortificato questo patrimonio di professionalità e di conoscenze generando in molti casi apatia e demotivazione. Si può e si deve rimediare. Per esempio ridestinando le risorse economiche impegnate in convenzioni e consulenze esterne in fondi per l'aggiornamento e la riqualificazione dei dipendenti comunali oltre che all'introduzione di nuovi e specifici incentivi salariali.

Capita, invece, che amministratori poco lungimiranti considerino i propri dipendenti come una sorta di zavorra da sfoltire oppure come un costo da alleggerire. Capita anche a Orvieto dove, sembra, che la Giunta comunale desideri tagliare i costi degli straordinari effettuati dai dipendenti impegnati in servizi che si svolgono in giornate festive e a orari prolungati, e che nel contempo, però, continui anche ad esternalizzare molti servizi a beneficio di privati, come nel caso della biglietteria del Pozzo di San Patrizio. E' quantomeno contradditorio tentare di giustificare un taglio delle buste paga adducendo la grave situazione finanziaria in cui versa l'Ente e, nel contempo, ripetere come un mantra ai cittadini che tutto va bene e che il bilancio è stato risanato.

In realtà questa amministrazione ha già applicato nei fatti quasi tutte le misure restrittive previste in caso di cosiddetto stato di pre-dissesto finanziario: aliquote dei tributi ai massimi consentiti dalla legge, blocco del turnover, ecc. L'unica cosa che si ostinano a non fare, per calcolo politico temendo che ciò venga percepito come il loro fallimento, è proprio la dichiarazione formale dello stato di pre-dissesto. Anzi, a stare a quanto dichiarato dall'assessore al ramo nella scorsa seduta consigliare, la dichiarazione dello stato di pre-dissesto del Comune di Orvieto aggiungerebbe altri sfraceli e gravi purghe occupazionali persino nei confronti del personale in servizio con contratto a tempo indeterminato.

Non è vero! L'assessore non si è accorto che a seguito del collocamento in pensione di un cospicuo numero di persone, oggi, nel Comune di Orvieto, il rapporto tra numero dei dipendenti e numero di abitanti rientra nello standard nazionale fissato dalla normativa e pertanto non vi sarebbe nessun obbligo a sfoltire. L'unico riflesso che lo stato di pre-dissesto potrebbe ingenerare sarebbe la temporanea sospensione dei fondi per il salario accessorio. Pochi euro all'anno per tutti e qualcosina di più per i Dirigenti apicali che però, come è noto, hanno spalle stipendiali ben larghe da poter sopportare l'obolo.

In ogni caso siccome l'alternativa certa alla mancata dichiarazione del pre-dissesto, vista l'impossibilità di varare un bilancio 2013 nel rispetto della normativa vigente, sarebbe quella di subire il dissesto coatto e il relativo commissariamento, converrebbe procedere subito con il primo. Anche perchè la stesura dell'apposito e necessario Piano Pluriennale di Risanamento consentirebbe finalmente al Comune di Orvieto di darsi e definire quella mission (chi siamo e dove andiamo) inutilmente attesa finora dai cittadini e capace di ridare ruolo e orgoglio ai nostri dipendenti comunali.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 gennaio

Nel "borgo magico" di Calcata, con Asds Polisportiva Castel Viscardo e Armata Brancaleone

Fermati tre ventenni all'uscita del supermercato con merce appena rubata

On line il primo numero del 2018 del periodico aziendale di informazione sanitaria "Usl Umbria 2 inForma"

All'Unitre riprende il Laboratorio di Pittura guidato da Donato Catamo

Regionali 2018, parte il viaggio di Bigiotti attraverso borghi e bellezze della Tuscia

Lo minaccia con il coltello e gli porta via l'incasso giornaliero

Umbria presente a "Winter School 2018. L'agenda sul futuro della sanità italiana"

Recupero evasione Imu, Orvieto al secondo posto tra i 16 Comuni umbri con oltre 15.000 abitanti

Sporcizia e siringhe vicino alla Casa dell'Acqua di Ciconia

Corsi serali all'Istituto Cardarelli. Un gruppo di alunni a Roma dal ministro Fedeli

"Gli Ebrei sono matti" sul palco del Teatro Boni

"Gli Psicodrammatici" mettono in scena "Il senso di colpa"

Procedura di Via. Sacripanti (Gm): "Questo è Germani, questa è la sinistra che ci governa"

Buono servizio sostitutivo del trasporto scolastico per le scuole dell'infanzia

"Vette in Vista", quando il cinema incontra la montagna

"A 80 anni dalle leggi razziali". La Regione ricorda la tragedia della Shoah

Zeno (Pci): "La città si svuota e il sindaco se ne fa una ragione"

Federalberghi: "Le risorse derivanti dall'imposta di soggiorno siano destinate allo sviluppo del turismo"

Toni e Peppe Servillo tornano al Mancinelli con "La parola canta"

Sostegno a domicilio per anziani e disabili, in pubblicazione i bandi

Assistenza sociale fittizia, le Fiamme Gialle portano alla luce oltre 4 milioni di euro di evaso

Esercitazione tecnico-tattica per i marescialli con specializzazione "Sanità"

Nuova geografia giudiziaria, Montegabbione e Monteleone con Orvieto

Testimonianze al Teatro Concordia per la Giornata della Memoria

"Vino made in biologico". Convegno all'Istituto Agrario "Ciuffelli"

Festa del Tesseramento per l'Associazione Andromeda

Orvieto FC, prima squadra nella tana del Cannara

L'allenatore Matteo Solforati valuta i progressi della Zambelli Orvieto

"Più o meno alle tre" con i Lettori Portatili. Andrej Longo presenta "L'altra madre"

Sabato 28 gennaio casting per il nuovo film di Alice Rohrwacher

Nello scavo della piramide di via Ripa Medici ritrovato il cibo degli Etruschi

Corso di Sociocrazia con Pierre Houben all'Auditorium

Orvieto, Via del Corso

L'Orvietana Rugby vince ancora al De Martino

Olimpieri (IeT): "Con Germani il Comune torna a privatizzare"

Prima seduta del nuovo Consiglio Provinciale, convalida degli eletti e giuramento del presidente

Ad aprile torna la Coppa degli Etruschi

Fabrizio Bentivoglio porta "L'ora di ricevimento" al Teatro Comunale di Todi

Imprese Creative, a disposizione 2,8 milioni di euro. Illustrati i criteri del primo bando regionale

Oltre 400 richieste in due mesi nei punti informativi di Sii, Ati e Assoconsumatori

Promozione turistica, l'Umbria presente per la prima volta all'Holiday World di Dublino

Atletica Libertas Orvieto, tanti gli eventi e le manifestazioni in arrivo nel 2017

Seduta plenaria della Pro Loco per l'approvazione dei bilanci

Prima seduta del consiglio comunale. In quindici punti l'ordine del giorno

Al Teatro Santa Cristina, il recital "...ed ora sono nel vento..."

Sisma, si riunisce comitato istituzionale. Marini: "Massimo supporto a sindaci dall'ufficio speciale ricostruzione"

Studenti in Comune per presentare "Testimoni della Memoria. Il nostro viaggio in Polonia"

Linea ferroviaria Orte-Foligno-Perugia, ripristinate due fermate

Cena a base di solidarietà. Serata speciale organizzata dai ragazzi dell'Oratorio San Filippo Neri e dagli studenti dell'Alberghiero

Donne vittime di violenza, in Regione firmato il protocollo per l'inserimento lavorativo e sociale

Sottoscritto il protocollo d'intesa tra Perugia e Orvieto per l'iscrizione delle Città Etrusche al Patrimonio Unesco

Al Teatro Boni va in scena "L'istruttoria" di Peter Weiss

"Viaggio nell'Operetta". Seconda tappa con Katia Ricciarelli e Andrea Binetti

Iaia Forte al Teatro Boni con "Tony Pagoda. Ritorno in Italia"

Benedizione dei Trattori a Ciconia. Gli agricoltori offrono il frutto del loro lavoro

"Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo". Il vescovo incontra i giornalisti per S.Francesco di Sales

Incontro su "La persecuzione in Europa e i suoi effetti anche a San Venanzo"

Uisp, la squadra Umbria Nuoto master cresce