opinioni

Per un "Comune Nuovo"

domenica 21 luglio 2013
di Mario Tiberi

Il Dottor Pier Luigi Leoni, dall'alto della Sua elevata cultura politica e dunque da par Suo, ha avuto la bontà di intervenire a commento integrativo di un mio editoriale per meglio svilupparlo e completarlo. Il mio portava il titolo: "Si può essere bipolari senza essere bipartitici"; il Suo: "Nel bipolarismo i poli sono due, ma le culture politiche sono almeno tre". Il riferimento al pensiero sociale cristiano, e quindi ad una politica autenticamente popolare, ne ha determinato il perno attorno a cui far ruotare il Suo prezioso contributo.

Circa due anni orsono affrontai il tema del popolarismo, distinguendolo ovviamente dal populismo, ed oggi mi sento di riproporlo almeno nei suoi tratti salienti.
Ad ognuno di noi capita di assistere, per libera scelta o per masochistico gioco, ad assemblee, conferenze, dibattiti, tribune televisive o radiofoniche, nel corso delle quali i politici di turno invitati in qualità di ospiti o di relatori espongono, spesso tirandosi chiassosamente gli orecchi l'un l'altro, le loro linee di indirizzo ideale e/o di piattaforma programmatica.
Ce ne fosse mai uno che non si proclami fautore dell'ascolto della società e dei suoi bisogni, contrario ad una gestione del potere oligarchica e clientelare, promotore di uno stile politico ispirato all'onestà e alla verità e su questi temi, dall'estrema destra all'estrema sinistra, si trovano tutti concordi solo e soltanto sul piano delle pie intenzioni verbali per poi, nelle realizzazioni concrete, ritrovarsi in disaccordo su tutto.
Pensano, spesso e volentieri fingendo, di essere dei "popolari", mentre invece sono solo dei populisti!.

Bisognerà, allora, tentare di andare alla ricerca delle ragioni e dei princìpi del "popolarismo" per comprendere meglio il perché, nella politica urlata dei giorni nostri, sono prevalenti gli accenti di leziosa e demagogica accademia sulle volontà più squisitamente improntate alla serietà delle analisi sulle contingenze del presente e alla coerenza, rispetto a quest'ultime, di conseguenti risposte risolutive suggerite dalle analisi stesse.
Il "Documento Principe", a tal proposito, è rappresentato dallo "Appello ai Liberi e Forti" lanciato da Luigi Sturzo, nel Gennaio del 1919, da una francescana cameretta della pensione "Santa Chiara" in Roma. Detto Documento costituisce la pietra miliare nella storia del cattolicesimo democratico italiano e contiene i caratteri fondamentali di quello che sarà poi definito "popolarismo", una sorta di trasposizione in politica dei principi solidaristici, sussidiari ed etici contenuti nel "Pensiero Sociale Cristiano".
Riforme sociali, partecipazione degli operai alla vita delle fabbriche, cooperative di lavoro e di consumo, istituti di credito a sostegno degli artigiani e commercianti, società di mutuo soccorso, ordini professionali, scuole per l'istruzione giovanile e popolare, prime forme di associazionismo sindacale organizzato, decentramento amministrativo, riconoscimento giuridico della piccola proprietà rurale contro il latifondismo: ecco i capisaldi del nuovo modo di pensare ed agire che contraddistinsero quegli anni intensi e fecondi.
Antonio Gramsci salutò l'imminente costituirsi dei cattolici in partito politico come il "fatto storico più importante dopo il Risorgimento"; Federico Chabod considerò la nascita del Partito Popolare Italiano come "l'avvenimento più notevole della storia italiana del ventesimo secolo": questo per dire quanto sia stata rivoluzionaria la pubblicazione dell'Appello ai liberi e forti.

Oggi più che mai, quando pare essersi smarrita la strada maestra di una politica a beneficio di tutti, ritornano severe ed ammonitrici le parole tratte dagli insegnamenti di maestri dalla statura morale ineguagliata e, probabilmente, ineguagliabile.
Ed è triste e deprimente assistere alla misera girandola delle convenienze e delle poltrone, alla caduta in tentazione di ben individuate gerarchie ecclesiastiche che si prestano ancora ad esercitare un potere temporale in funzione di garantirsi la copertura di personaggi che di "popolarismo" non sanno picche, alla stolta e dissennata pratica di affidare la guida di partiti che si autodefiniscono "popolari" a figure di riferimento provenienti da esperienze maturate all'interno della neo-borghesia liberista e conservatrice o di quella socialdemocratica camuffata da riformista e progressista.

Un partito davvero popolare dovrebbe, invece, possedere un'unica bussola di orientamento: il perseguimento della giustizia sociale, dell'uguaglianza civile, dell'etica pubblica e privata, fulcri e perni attorno ai quali dimensionare i valori del diritto al lavoro, all'abitazione di famiglia, alla salute e all'istruzione.
La nuova frontiera del "popolarismo" può essere racchiusa nella siffatta sintesi, espressa nella lingua che è la sintesi lessicale per eccellenza: "Si vis pacem, para iustitiam et, ex verbis, ad facta iustitiae". La pace e l'equilibrio sociale sono garantiti dalla giustizia, quella dei fatti e non delle sole parole.

I concetti su espressi ricordo che, e ritengo di non sbagliarmi, furono doviziosamente illustrati nelle pagine del "Comune Nuovo", storica testata dei cattolici democratici orvietani, una trentina di anni orsono o poco più. Parole profetiche allora e che, ancor di più oggi, hanno necessità di essere compiutamente praticate e realizzate nella concretezza della realtà sociale, civile e politica.
È la Orvieto "Comune Nuovo" che vorrei, tutto l'opposto di quella che è attualmente.

Per concludere: essere o diventare "populisti" è agevole e poco impegnativo essendo bastevole, infatti, mettere sotto lucchetto animo e cuore ed evitare di rispondere alla propria coscienza mentre, al contrario, essere o diventare "popolari" è ben più arduo poiché è richiesto di anteporre il giudizio di coscienza agli interessi e tornaconti individualistici.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"