opinioni

Per un "Comune Nuovo"

domenica 21 luglio 2013
di Mario Tiberi

Il Dottor Pier Luigi Leoni, dall'alto della Sua elevata cultura politica e dunque da par Suo, ha avuto la bontà di intervenire a commento integrativo di un mio editoriale per meglio svilupparlo e completarlo. Il mio portava il titolo: "Si può essere bipolari senza essere bipartitici"; il Suo: "Nel bipolarismo i poli sono due, ma le culture politiche sono almeno tre". Il riferimento al pensiero sociale cristiano, e quindi ad una politica autenticamente popolare, ne ha determinato il perno attorno a cui far ruotare il Suo prezioso contributo.

Circa due anni orsono affrontai il tema del popolarismo, distinguendolo ovviamente dal populismo, ed oggi mi sento di riproporlo almeno nei suoi tratti salienti.
Ad ognuno di noi capita di assistere, per libera scelta o per masochistico gioco, ad assemblee, conferenze, dibattiti, tribune televisive o radiofoniche, nel corso delle quali i politici di turno invitati in qualità di ospiti o di relatori espongono, spesso tirandosi chiassosamente gli orecchi l'un l'altro, le loro linee di indirizzo ideale e/o di piattaforma programmatica.
Ce ne fosse mai uno che non si proclami fautore dell'ascolto della società e dei suoi bisogni, contrario ad una gestione del potere oligarchica e clientelare, promotore di uno stile politico ispirato all'onestà e alla verità e su questi temi, dall'estrema destra all'estrema sinistra, si trovano tutti concordi solo e soltanto sul piano delle pie intenzioni verbali per poi, nelle realizzazioni concrete, ritrovarsi in disaccordo su tutto.
Pensano, spesso e volentieri fingendo, di essere dei "popolari", mentre invece sono solo dei populisti!.

Bisognerà, allora, tentare di andare alla ricerca delle ragioni e dei princìpi del "popolarismo" per comprendere meglio il perché, nella politica urlata dei giorni nostri, sono prevalenti gli accenti di leziosa e demagogica accademia sulle volontà più squisitamente improntate alla serietà delle analisi sulle contingenze del presente e alla coerenza, rispetto a quest'ultime, di conseguenti risposte risolutive suggerite dalle analisi stesse.
Il "Documento Principe", a tal proposito, è rappresentato dallo "Appello ai Liberi e Forti" lanciato da Luigi Sturzo, nel Gennaio del 1919, da una francescana cameretta della pensione "Santa Chiara" in Roma. Detto Documento costituisce la pietra miliare nella storia del cattolicesimo democratico italiano e contiene i caratteri fondamentali di quello che sarà poi definito "popolarismo", una sorta di trasposizione in politica dei principi solidaristici, sussidiari ed etici contenuti nel "Pensiero Sociale Cristiano".
Riforme sociali, partecipazione degli operai alla vita delle fabbriche, cooperative di lavoro e di consumo, istituti di credito a sostegno degli artigiani e commercianti, società di mutuo soccorso, ordini professionali, scuole per l'istruzione giovanile e popolare, prime forme di associazionismo sindacale organizzato, decentramento amministrativo, riconoscimento giuridico della piccola proprietà rurale contro il latifondismo: ecco i capisaldi del nuovo modo di pensare ed agire che contraddistinsero quegli anni intensi e fecondi.
Antonio Gramsci salutò l'imminente costituirsi dei cattolici in partito politico come il "fatto storico più importante dopo il Risorgimento"; Federico Chabod considerò la nascita del Partito Popolare Italiano come "l'avvenimento più notevole della storia italiana del ventesimo secolo": questo per dire quanto sia stata rivoluzionaria la pubblicazione dell'Appello ai liberi e forti.

Oggi più che mai, quando pare essersi smarrita la strada maestra di una politica a beneficio di tutti, ritornano severe ed ammonitrici le parole tratte dagli insegnamenti di maestri dalla statura morale ineguagliata e, probabilmente, ineguagliabile.
Ed è triste e deprimente assistere alla misera girandola delle convenienze e delle poltrone, alla caduta in tentazione di ben individuate gerarchie ecclesiastiche che si prestano ancora ad esercitare un potere temporale in funzione di garantirsi la copertura di personaggi che di "popolarismo" non sanno picche, alla stolta e dissennata pratica di affidare la guida di partiti che si autodefiniscono "popolari" a figure di riferimento provenienti da esperienze maturate all'interno della neo-borghesia liberista e conservatrice o di quella socialdemocratica camuffata da riformista e progressista.

Un partito davvero popolare dovrebbe, invece, possedere un'unica bussola di orientamento: il perseguimento della giustizia sociale, dell'uguaglianza civile, dell'etica pubblica e privata, fulcri e perni attorno ai quali dimensionare i valori del diritto al lavoro, all'abitazione di famiglia, alla salute e all'istruzione.
La nuova frontiera del "popolarismo" può essere racchiusa nella siffatta sintesi, espressa nella lingua che è la sintesi lessicale per eccellenza: "Si vis pacem, para iustitiam et, ex verbis, ad facta iustitiae". La pace e l'equilibrio sociale sono garantiti dalla giustizia, quella dei fatti e non delle sole parole.

I concetti su espressi ricordo che, e ritengo di non sbagliarmi, furono doviziosamente illustrati nelle pagine del "Comune Nuovo", storica testata dei cattolici democratici orvietani, una trentina di anni orsono o poco più. Parole profetiche allora e che, ancor di più oggi, hanno necessità di essere compiutamente praticate e realizzate nella concretezza della realtà sociale, civile e politica.
È la Orvieto "Comune Nuovo" che vorrei, tutto l'opposto di quella che è attualmente.

Per concludere: essere o diventare "populisti" è agevole e poco impegnativo essendo bastevole, infatti, mettere sotto lucchetto animo e cuore ed evitare di rispondere alla propria coscienza mentre, al contrario, essere o diventare "popolari" è ben più arduo poiché è richiesto di anteporre il giudizio di coscienza agli interessi e tornaconti individualistici.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 marzo

"Giornate FAI di Primavera". Nel segno di Ippolito Scalza, la 25esima edizione

Tornano a splendere i dipinti delle chiese di S.Giovanni Battista e S.Caterina d'Alessandria

A Ficulle, visita alla Chiesa di Santa Maria Nuova ed eventi collaterali

"Festa dell'Iscrizione" in musica per l'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "Gualterio"

Per la Zambelli Orvieto, c'è l’appuntamento interno col Cesena

Nando Mismetti eletto presidente Upi Umbria dall'assemblea generale

"Camminare per conoscerci", il Comune presenta il calendario delle iniziative Trekking e Nordic Walking 2017

Provincia, mobilitazione no tagli: "Solo 500 euro per ogni scuola, sicurezza a rischio"

Informazioni sulle chiusure della circolazione per la gara podistica

73esimo anniversario dell'Eccidio di Camorena, il programma delle celebrazioni

Parlamento Europeo a Norcia. Marini: "Gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

"Terra di Confine 2013", ed è subito magia. Domenica di degustazione alla Tenuta Vitalonga

"Cara Radio...sfiorami la mano". Al Mancinelli la coproduzione di Filarmonica, Scuola di Musica e TeMa

"Insieme a te non ci sto più". Al Teatro Spazio Fabbrica, il quintetto di Marco Morandi

Foto di una madre

Te la dò io, l'Euro

Tra Arpa e Confindustria Umbria si rinnova il dialogo sulle tematiche ambientali

Post-sisma, misure urgenti per l'intero comparto turistico

Orvieto incontra Jack Sintini. "La forza e il coraggio dello sport nelle avversità della vita"

Orvietana al Muzi, con il Cannara è il momento della verità

Moria di pesci in concomitanza con la piena. "Salviamo il lago di Corbara"

Rifacimento della segnaletica stradale, via alla seconda fase

"Per...Altro". Convegno AUCC e rappresentazione teatrale al Santa Cristina

Gli allievi dell'Alberghiero visitano Falesco e Museo delle Scienze Agroalimentari

Musical a Porta d'Orvieto, arriva "Las Aventuras de Luna"

Giuseppina Mellace presenta il libro "Delitti e stragi dell'Italia fascista dal 1922 al 1945"

Il Liceo Artistico va a scuola di benessere. Fra orti sinergici, laboratori integrati e Zen

Intorno alla Rupe cresce l'economia della Grande muraglia, in molti vogliono vendere ai cinesi

Bambini sotto shock per l’attentato. Come aiutarli?

Urla, polemiche e promesse: dibattito e voto in Regione su Le Crete

A Collevalenza la 34esima rappresentazione della Via Crucis

Pasqua a Lugnano in Teverina, tutti gli appuntamenti

Politica dei rifiuti o degli assensi?

Azienda Usl Umbria 2, nessuna riduzione o sospensione dei servizi durante le festività pasquali

Controlli rafforzati per il ponte di Pasqua. Arresti, denunce e allontanamenti

Anche la sezione primavera "L'Altalena" all'Ovo Pinto di Civitella del Lago

Psr Umbria 2014-2020: oltre 48milioni di euro per sviluppo locale

Maxi-concorso regione, prova preselettiva tra i 31.909 candidati

Mettere un freno all'accattonaggio, la Lega Nord chiede maggiori controlli

Partito il ciclo di conferenze su Bartolomeo di Alviano

Elisabetta Antonini e Marcella Carboni al Tuscia in Jazz con il loro progetto Nuance

72 anni fa l'eccidio dei Sette Martiri di Camorena, Orvieto li ricorda così

Anas: 4,5 milioni di euro in tre anni per la manutenzione ordinaria delle strade statali dell'Umbria

"Appendere...ad Arte". Mostra nell'ex chiesa di San Giacomo Maggiore

Servizio interforze per contrastare micro-criminalità, commercio abusivo e accattonaggio molesto

Anche la Cia è contraria all'ampliamento della discarica: "La Regione riveda le sue posizioni"

Pizze di Pasqua, i premiati della 14esima edizione. Degustazioni e solidarietà

Eccidio di Camorena, le iniziative del Centro di documentazione popolare

Geotermia e biomasse, il consiglio comunale dice no

Ripartire dall'olivicoltura per promuovere il territorio

Puc 3. Sì della giunta ai bandi per interventi di edilizia residenziale e attività produttive

"Netland". Alla sala polivalente, c'è l'assemblea informativa sul Puc 3

Al Teatro dei Rustici la Compagnia "Un Sacco DiVersi" presenta "Come d'autunno"

I pendolari di Orte pronti a manifestare contro la soppressione dell'Ic 598

I Porti della Teverina. Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "I nuovi lineamenti delle mafie"

Dopo Fabio Bistoncini, il Cenacolo del Csco propone un incontro sull'educazione finanziaria

Lo Sportello d'Ascolto Integrato lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo stalking

Energia elettrica interrotta. Restyling delle cabine Enel in località Padella e Poggente

Biomasse. Terzino replica al comitato e annuncia un incontro con i sindaci dell'alto Orvietano

"Con i cittadini per Castel Giorgio": "Lo chiedevamo da più di due anni"

"Prima di tutto Castel Giorgio": "Salvaguardia del territorio e mancanza di condivisione delle scelte amministrative"

Orvieto dice sì al Centro di ricerca e formazione per la salute e l'alimentazione

Lavezzini Parma vs Azzurra Ceprini Orvieto: 64 a 55. Mercoledì a Cagliari e sabato si chiude a Porano contro Umbertide.

Chi è chi. Antonio Amatulli, tecnico esperto ma soprattutto amico vero di Azzurra

Quando il destino si diverte ad intrecciare un'esistenza con un territorio

Al San Giovanni presentazione del Progetto Farsiccia e Consumer Test

L'Orvieto Basket fa 2 su 2, battuto anche Rieti

Sei patenti ritirate dai carabinieri per abuso di alcool e droga

Torna l'iniziativa "L'insalata della nonna" dedicato alle erbe spontanee mangerecce

Eolico sul Peglia. La Provincia replica a De Sio: "Nessuna norma elusa"

Catena di solidarietà dei dipendenti Enel per donare il sangue

Con la rassegna "Amarcord" la Montegabbione del passato rivive nei filmati amatoriali

Preadottato il nuovo calendario venatorio. Si parte il 2 settembre

"Primavera e poesia" al Caffè del Teatro con i Lettori Portatili

Al Mancinelli per "Visioni di futuro" Pannelli e Tagliabue portano in scena "A slow air"

Itw Lkw accanto a Legambiente e Kyoto Club per discutere di geotermia come sviluppo

Falsa inaugurazione? Luciani (Identità e Territorio) interroga la giunta sulla nuova sala operatoria

Il business dell'oro rubato fruttava 4 milioni l'anno. Manette anche nell'Orvietano