opinioni

Le vittime dell’alluvione orvietana del novembre 2012 - Una vigliacca morte (e vita che fu) da cani - Indagine minima sulla prevenzione dal rischio ambientale nell’Orvietano

martedì 13 novembre 2012
di Silvio Manglaviti - Italia Nostra

Questo ci dovrebbe rendere differenti da altre, cosiddette, civiltà e o culture; il fatto che si possa soffrire per la morte di un animale come - e, spesso, forse più che - se fosse un parente stretto.

Il nostro pensiero va a tutti quanti stanno soffrendo le conseguenze della inondazione del Piano, di Ciconia e dello Scalo e a tutti quelli che a qualunque titolo sono intervenuti in soccorso. In occasione di eventi - diciamo pure - straordinari (ma che tali non sono; soprattutto in questi ultimi tempi, in cui quel che una volta pareva eccezionale oggi sia di fatto considerato ordinario: siccità; cluod burst, o bombe d'acqua; tropicalizzazione; con le conseguenze del caso: desertificazione; erosione; inondazioni; disfacimento dei suoli; e ciò anche per le note concomitanti cause antropiche: cementificazione; inquinamento; abbandono delle campagne e delle montagne; incendi boschivi; sfruttamento aberrante delle risorse; etc.), tra le vittime è per noi normale contare anche gli animali, domestici (allevamenti; case) e selvatici (incendi boschivi; alluvioni) che siano.
Non è normale quando accade in strutture predisposte. In ciò, uno zoo, un canile, per quanto bello, accogliente, organizzato che sia, non è diverso ad esempio da un istituto umano di detenzione.

Non so, non ho al momento elementi sufficienti per riuscire a comprendere come sia potuto accadere. Resta il fatto che l'annegamento degli "ospiti" del canile di Orvieto - non importa quanti né come - deve e dovrà essere analizzato in modo adeguato e congruo; come tutte le conseguenze in generale che questa ennesima tragedia annunciata si porta e porterà dietro.

Quella che fu ormai la Provincia di Terni rese pubbliche sul proprio portale le mappe locali del rischio idrogeologico. Tra i vari piani e consigli utili da adottare in caso di allarme inondazione, due cose emergono importanti: la consapevolezza di dove ci si trovi in quel momento e la via di fuga da prendere in caso di necessità (cose che valgono sempre in ogni situazione di rischio).

Chi ha a che fare con le bestie, sa che - ove possibile se si fosse ancora in tempo - se queste si trovassero in luoghi chiusi e costrette in cime o catene, dovranno essere trasferite o, sempre che si abbia a che fare con animali domestici, comunque liberate.

Dando per scontato - non potrei, e non voglio, pensare diversamente - che le autorità locali conoscano in maniera capillare le criticità che si potrebbero determinare nella rispettiva area di competenza (sia amministrativa sia effettiva, sul terreno); che siano conseguentemente predisposti gli adeguati ed opportuni piani di intervento; e che, dunque, le citate preposte autorità abbiano diramato preallarmi ed allarmi capillari, a ragion veduta, sul possibile eventuale evolversi della situazione, non si può passar sopra ad alcuni aspetti.

Prima questione: i responsabili del canile - così come altre eventuali note "criticità" - sono stati avvisati, messi in preallarme, per tempo?
Seconda questione: ammesso ma non concesso che detto allarme sia giunto agli interessati dall'autorità preposta ad avvisare e diramarlo, i predetti interessati sapevano cosa fare?
Terza questione: in generale, chi o cosa rappresenti un elemento di criticità, così stabilito dalle preposte autorità, ne è consapevole? Sa dove si trovi e quale sia la via di fuga?

Nel basket queste tre questioni si direbbero "fondamentali". Nella nostra evoluta civiltà sono uno dei pilastri della Prevenzione. Poi, vengono le analisi sulle politiche e le amministrazioni del bene pubblico comune.

Si potrà pregare il Padreterno quanto si vorrà: ma è bene ricordarsi che l'acqua, come in questo caso, cerca e trova sempre il proprio letto. E un cane vale un essere umano e viceversa.


Questa notizia è correlata a:

Dramma esondazione del Paglia e citizen journalism. Cosa dicono i cittadini

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 maggio

Il tramonto della Rupe, la storia di Margherita Aldobrandeschi tra le "Donne di potere"

Da Bolsena a Orvieto per la 22esima edizione della Marcia della Fede

Sosta vietata

Festa grande per i 40 anni del gruppo sportivo "Colonnetta Calcio"

"Allerona Petit Tour". Tra i sentieri e le strade del vino in mountain bike

Piloti orvietani pronti alla sfida sulle Alpi Carniche

I Comuni del Sistema Bibliotecario "Lago di Bolsena" e il ricordo della Grande Guerra

Ciao Sergio, "Sit tibi terra levis"

Eseguiti altri interventi di pulizia della rupe. "Linea dura contro chi abbandona rifiuti"

Via ai lavori lungo la Strada della Stazione. Prorogati quelli in Via Alberici e in Via Ghibellina

Buone pratiche per la prevenzione dei fenomeni infortunistici, protocollo d'intesa tra Usl e Inail

Il Centro socio-riabilitativo "Capotorti" partecipa a "Marelibera" 2018

Giacomo Gusmano nominato presidente della Sezione di Terni dell'Ancri Umbria

Angelo D'Acquisto a Taormina. Lo chef rappresenta l'Umbria a "Cibo Nostrum"

Pino Strabioli alla giornata di chiusura del progetto scuola "A spasso con Abc"

Carenza di personale sanitario. Zeno (Pci): "La situazione è grave"

Nasce "Cantiere Orvieto". Emilio Casalini presenta "Cantieri di Narrazione Identitaria"

Gino Roncaglia presenta il libro "L'età della frammentazione. Cultura del libro e scuola digitale"

Meeting di cosplayer, arrivano i protagonisti di "Assassin's Creed" e "Il Trono di Spade"

"UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune". Sei città, un intreccio di eventi

"Rilanciare la stagione della prevenzione strutturale per aumentare la sicurezza"

L'Orvietana libera Fatone, non sarà lui il tecnico per il prossimo campionato

Civita di Bagnoregio protagonista alla Biennale di Architettura di Venezia

Chi vincerà le elezioni regionali in Umbria

Premio "OrvietoSport" 2015. Tutti i premiati, le menzioni speciali

"Orvieto in Fiore", anche senza sole. Al S.Maria della Stella il Palio della Palombella

Grazia Di Michele in visita a "Oltre la finestra". Allestimento prolungato fino al 2 giugno

Falsi maiali biologici, nel mirino un allevamento orvietano

Al Palazzo dei Congressi convegno su "Cento Anni di Grande Guerra in Italia"

Servizi intensificati in occasione della Pentecoste. Denuncia e foglio di via per due nomadi

L'Asd Tennis 90 organizza l'edizione 2015 del Circuito dell'Olio

Francigena Marathon da Acquapendente a Montefiascone. Oltre 700, gli iscritti online

La tre giorni didattica inserita nel progetto "Approccio multidisciplinare al sito archeologico di Carsulae" fa centro

Carta costituzionale e bandiera italiana ai 18enni per la Festa della Repubblica

Castel di Fiori profuma per l'edizione 2015 di "Archeoflora"

Seconda edizione per il mercatino delle eccellenze

Cena elettorale a San Venanzo, al centro del dibattito il degrado della SS 317

In tanti alla "Giornata della Salute". Parola d'ordine: prevenzione

Amanda Sandrelli al Mancinelli per "Oscar e la dama in rosa"

Posti ancora disponibili per il seminario teatronaturale#01

Oggi i funerali di Beatrice Orsini

Incontro al Palazzo dei Sette su "Droga, doping e adolescenza. Che fare?"

Al Palazzo del Popolo, via al convegno "I linguaggi del corpo alla luce del contributo delle Neuroscienze e della Esperienza Ipnotica"

Sottoscritti i contratti di locazione del Belvedere e di comodato gratuito per l'ex scuola di Corbara