opinioni

Come mai adesso i parcheggi fanno gola a tanti?

martedì 9 novembre 2010
di Massimo Gnagnarini

Come mai nessuno si era presentato due mesi fa alla gara per l'affidamento della gestione dei parcheggi ed ora che, invece, l'Amministrazione comunale sta procedendo a trattativa privata per questa concessione pioverebbero, stando ai rumors di palazzo, offerte e manifestazioni d'interesse da mezza Italia ?

Eppure le condizioni dell'appalto restano le stesse del recentissimo bando di gara andato deserto, e non possono essere, in ogni caso, derogate da nuove procedure di affidamento che facciano riferimento allo stesso bando.

Cosa abbia mosso, dunque, questo rinnovato interesse per questo affare da parte, si dice, di almeno 5 o 6 ditte , alcune conosciute e altre meno, non è dato sapere.

A meno che Concina abbia sul serio suonato la sveglia ai suoi, perché è chiaro a tutti che su come si sia determinata l'Amministrazione comunale a raccogliere queste nuove manifestazioni d'interesse e su come intenda procedere per l'affidamento definitivo, passa una delle soluzioni cruciali per chiudere il bilancio del 2010, con l'accertamento dei 2,8 ML di euro che ne dovrebbero derivare e impedire così, o almeno tentare, lo sfondamento, per il secondo anno consecutivo, del patto di stabilità. Se ciò avvenisse occorrerebbe tagliare le spese per il 2011 di altri tre milioni di euro da aggiungere ai tagli già previsti con il riequilibro dello scorso 20 ottobre.

Una situazione pressoché impraticabile e insostenibile anche per un'anatra sana.

Nulla è stato finora pubblicato su sito ufficiale del Comune circa le delibere e le determinazioni assunte in queste settimane per supportare la via intrapresa e, dunque, non v'è modo di capire in anticipo se questa operazione poggi su solide basi tecniche e giuridiche, oppure, se sia destinata anch'essa a fallire o ad esser compromessa da insidiosi e in questi casi sempre possibili ricorsi.

Né risulta nulla dal fronte dell'opposizione.

In ogni caso qualora l'aggiudicazione a trattativa privata della concessione a privati della gestione delle strisce blu avesse successo al contrario della gara pubblica che l'ha preceduta, resta l'amaro di un'operazione che priverà il Comune di una leva fondamentale e strategica per i suoi bilanci futuri.

Se da un lato c'è da rallegrarsi per le offerte annunciate e pervenute numerose, dall'altro, esse indicano una aspettativa di profitto elevata per il privato che si traduce però in una penalizzazione elevata rispetto al ristoro che le casse comunali avrebbero tratto se si fosse adottata la gestione diretta dei parcheggi, come da me e da altri è stata suggerita e suffragata da analisi e previsioni puntuali.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"