opinioni

Orvieto in pericolo, stesso destino della Sicilia? La tentazione del ribaltone e il vero bene della città

martedì 12 ottobre 2010
di Silvia Fringuello, Direzione regionale del PD

21 settembre 2010. Apprendo la notizia del ribaltone alla Siciliana, Il Riformista scrive: "Oggi pomeriggio nasce il Lombardo quater. Lo appoggia una maggioranza inedita che va dal Mpa guidato dallo stesso presidente siciliano agli uomini dell'Udc rimasti fedeli a Pier Ferdinando Casini, ai finiani, ai rutelliani, al Pd. All'opposizione gli uomini di Mannino e Cuffaro, quelli legati a Gianfranco Miccichè, i berlusconiani vicini ad Alfano e Schifani" e segue "Molti osservatori parlano della Sicilia come del laboratorio dell'Italia politica che sarà. Emanuele Macaluso ha spiegato al Corriere della sera che è sbagliato dar vita alla giunta Lombardo con gli occhi rivolti a Roma. È tuttavia difficile resistere a questa tentazione. Il modello siciliano non è esportabile, ma illumina bene uno degli scenari del futuro e aiuta a capire anche la profondità e gli sviluppi della crisi del berlusconismo..."

25-26 settembre 2010. Sono a Milano Marittima al seminario organizzato da Rosy Bindi " C'è un nuovo Ulivo nel futuro dell'Italia", presente anche Bersani. Dalla staffetta degli interventi, di cui molti siciliani, ne scaturisce un'idea chiara di cosa s'intende per "nuovo Ulivo" condiviso anche dallo stesso Bersani. Il documento finale recita :..."Ulivo inteso come progetto e come soggetto portante di un nuovo centrosinistra organico e strategico. Un soggetto cui si propone aderiscano quelle forze politiche che hanno fatto una esplicita scelta di campo per il centrosinistra nel quadro di un bipolarismo da stabilizzare e non da revocare. Un soggetto dai confini aperti che, come si diceva un tempo, "esclude solo chi si esclude" da un patto impegnativo su un progetto di lunga lena chiaramente di centrosinistra e con comprovata cultura di governo. Un soggetto, il nuovo Ulivo, che esperisca l'ipotesi di un'eventuale alleanza di governo con forze centriste che tuttavia si considerano e sono distinte dal nucleo dell'Ulivo".
La situazione politica ed economica italiana precipita rapidamente, gli eventi travolgono qualsiasi tipo di progettazione sia in cantiere, è tutto fuori dal controllo, è il caos ! La società si ribella, il centro destra è al capo linea, nell'incapacità assoluta di governare.

Così anche per il comune di Orvieto, la crisi economica, i problemi di bilancio, l'assenza di un governo capace, investono la classe politica e purtroppo anche tutta la città. L'arte più esercitata è l' "improvvisazione al potere". L'assessore Barberani è stato dirompente, con un'uscita plateale è sembrato anticipare la linea politica del proprio sindaco, forse consigliato da qualche amico "navigato" oppure illuminato dal caso Sicilia, propone quale soluzione definitiva: il "ribaltone".

E' dal primo consiglio comunale di Orvieto che, con la scusa dell' "anatra zoppa", alcuni invitano a stare tutti insieme appassionatamente, centro destra più centro sinistra, il tutto, per "il bene della città", altri si limitano a suggerire varie soluzioni politiche e gestionali, che possano essere largamente condivise, meglio se all'unanimità, atte alla soluzione dei problemi, fino ad arrivare in questi giorni a reclamare il commissario, come se fosse il salvatore della Patria.

Ed allora io mi chiedo: ma quale è il "bene della città"?

Non ho mai sopportato l'ambiguità, in questo caso l'ibrido consiglio comunale di Orvieto. Non capisco come un Sindaco possa governare una città senza l'approvazione ed il sostegno della maggioranza assoluta dei suoi consiglieri, senza il pieno consenso della collettività, certo la legge elettorale "burlona" lo consente, ma l'etica è tutt'altra cosa.
Un Sindaco da che cosa è spinto, con quali motivazioni è disposto a governare in queste condizioni di piena ed assoluta instabilità politica, ed ancor peggio con una situazione economica-finanziaria disastrata? Resiste e si sacrifica, per " il bene della città"? In più di un anno di sindacatura, non è riuscito a concretizzare niente che potesse aiutare o risolvere le cogenti questioni che attanagliano il presente e minano il futuro della città, quindi: perché non si dimette?

E' chiaro che il Sindaco ad oggi, non ha avuto nessuna intenzione di mollare, dalle ultime notizie si apprende che pur di rimanere è disposto anche al rimpasto di giunta. Per fare cosa: per continuare ad agonizzare in consiglio comunale ? La sola giunta per governare non è sufficiente, a supporto occorre la maggioranza dei consiglieri e da un'analisi attenta i numeri in consiglio non cambiano, pur scompaginando e rimescolando la formazione politica, l'instabilità persisterebbe. Forse è la Caserma Piave la chiave di volta, per l'amministrazione e per i cittadini è il" bene della città", forse è stata la causa della perdita di Loriana Stella e dell'elezione di Concina e adesso è per lui la motivazione per reggere a tutti i costi. A queste supposizioni solo il futuro prossimo potrà rispondere.

Nei corridoi del palazzo comunale la tentazione del "ribaltone" aleggia, ma fuori, per le strade, nei luoghi di lavoro, la gente è frastornata, non crede che sia possibile che centro destra e centro sinistra possano, così, di punto in bianco governare insieme. Conosce la logica del potere e quindi non è meravigliata, ma rassegnata e sfiduciata e coltiva sempre più il sentimento dell'antipolitica.

Il " bene della città" è una politica lungimirante, che elabora, progetta e concretizza, scevra da qualsiasi particolare interesse, esercitata da una classe dirigente politicamente coerente al mandato affidatogli dai propri elettori, nuova, fresca e dinamica, al passo coi tempi, che abbia il coraggio di scegliere e decidere anche sui così detti provvedimenti impopolari per difendere e curare l'interesse generale. Dopo un congruo lasso di tempo, si può dichiarare che l'attuale amministrazione di Orvieto ha dimostrato di non aver saputo ottemperare all'impegno assunto con i propri elettori, l'invocato "cambiamento", " la politica del buon governo" di fatto non si sono mai verificati, non gli resta altro che rimettere il proprio mandato.

Il prossimo consiglio comunale sarà decisivo. I consiglieri dovranno assumere come non mai delle responsabilità inedite, qualsiasi sia la loro la scelta, votare a favore o contro il bilancio consuntivo o chiedere le dimissioni del Sindaco, nelle loro mani ci sarà il destino della città. Le forze politiche, in particolare i partiti del centro sinistra, accompagneranno i loro esponenti in consiglio, auspico guidati dal buon senso, a mantenere una linea politica coerente con i loro statuti fondativi, con la loro storia e con i loro valori. Altro che "ribaltone" alla siciliana!

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 febbraio

Serena Autieri, doppia principessa del popolo. Al Lyrick, "Diana & Lady D"

Interventi antisismici sui beni culturali. Oltre 2 milioni di euro a Orvieto, più di 18 nella Tuscia

Concorso fotografico "Quel filo sottile…che ci unisce"

Pd Orvieto: "Apprezzamento e soddisfazione per il finaziamento del Mibact"

"No alla geotermia, difendiamo il nostro territorio"

Arriva il ticket online per Civita, la presentazione nello spazio Lazio Innova

Confcommercio: "Occorrono un metodo rigoroso e risorse certe per rilanciare il turismo"

"Monastero Invisibile", una rete di preghiera diocesana per tutte le vocazioni

Cafè Loti in "concerto al buio" al Teatro Boni per "M'illumino di meno"

Gianna Paola Scaffidi e Rosario Galli al Teatro Boni sono "Prigionieri al 7° piano"

"Oltre i confini della pena". Quando il lavoro cambia i destini delle persone

Il Museo Geologico e delle Frane guida le scuole della Teverina alla scoperta del territorio

La Confraternita di San Martino raccontata da Colombo Bastianelli

Museo vulcanologico e illuminazione pubblica spenta un'ora per "M'illumino di meno"

Dal Gal ternano fondi per la Chiesa di San Giovanni Battista e strutture adiacenti

Nella Chiesa di San Giovenale l'ultimo saluto a Marcella Rotili

Sarà l'Unione dei Comuni a gestire le funzioni in carico alla Provincia

Presentata alla Camera dei Deputati la mostra che porta Campo della Fiera in Lussemburgo

Testamento Biologico, registro delle dichiarazioni in Comune

Festival dello Street Food, non c'è l'accordo per l'edizione 2018

Aperte le iscrizioni al Corso di percezione visiva per appassionati di fotografia

Verini (Pd): "Un intervento di grande rilievo"

Comune e Opera del Duomo: "Riconoscimento importante per la tutela della città"

Piazza del Popolo senza auto dal 24 marzo. Orvieto per Tutti: "L'agorà è altrove"

Orvieto FC, sfida contro il Clt per aprire la seconda parte del Campionato

Al Palazzo dei Sette "Riformare la politica in Umbria, in Italia, in Europa"

Spazi pubblici ad associazioni private? Olimpieri (IeT) presenta un'interpellanza

"La traduzione plastica dell'anima". Si presenta il libro dedicato all'arte di Antonio Ranocchia

Brillano stelle tifernati al Premio per la Danza "Città di Orvieto"

La Zambelli Orvieto continua a stupire ed espugna Chieri

Alla Bottega Michelangeli, il FAI Giovani apre "I luoghi di Orvieto che devi proprio scoprire"

Sole e itudine

La Vetrya Orvieto non trova le contromisure, la Favl straripa

"Analytiques and Reflections upon Orvieto". La Kansas State University in Italy alla Bottega Chioccia Tsarkova

"Quando i soldi ci sono, e tanti, ma i risultati lasciano a desiderare...."

“Economia e politica in dialogo”, nell’incontro di Nova Civitas

Edilizia residenziale pubblica, revocata la sospensione delle assegnazioni nei Comuni fuori dal "cratere" sisma

Sanità, avviata la partecipazione sul regolamento per accreditamento strutture sanitarie e socio sanitarie

Triplicate le presenze ai musei del territorio, boom di visitatori nel 2016

"Erborando" all'Orto Botanico Rambelli. Corso per riconoscere le piante commestibili

Sisma, la Regione attiva tre tavoli per la ricostruzione e lo sviluppo delle zone colpite

"Invito a palazzo da Donna Olimpia". Conferenza-incontro e momento conviviale

Furti, truffe e prostituzione preoccupano gli orvietani: “Aumentate i controlli”

"Umbria Jazz Spring" a Terni. "Così si potenzia l'offerta turistica in Umbria"

Quattro nuovi cantieri. "Le risposte ai cittadini arrivano dai lavori in corso"

"L'arte del narrare. Il significato della fiaba di tradizione popolare"

Arriva Umbria Jazz Spring, a Terni 14-17 aprile

Terremoto, Confindustria propone di estendere la "no tax area" anche ad altre zone umbre

Letteralbar e Comune indicono il premio letterario per racconti e poesie brevi a tema libero

Lavori al Palazzo dei Sette, traffico vietato lungo corso Cavour

Il tennis dà spettacolo. Via al Torneo Open BNL 2017 al Club Opensportvillage

Palloncini bianchi per l'ultimo saluto a Laura. "Solo Dio conosce la verità"

Il Ricordo di Luca Coscioni. Note dopo il VI Congresso dell’Associazione Coscioni, Salerno 15-17 Febbraio

Medaglia d’oro al merito civile a Luca Coscioni. Il Sindaco di Orvieto comunica l’intenzione di avviare l’iter

Le iniziative dell'Umbria alla Bit di Milano

Luca Coscioni. Combattente per la vita. Orvieto

Disabili penalizzati da una cultura poco attenta. Odg in Provincia della Sinistra Arcobaleno per l'attuazione della convenzione ONU

Sabato 23 febbraio nella chiesa della Madonna della Cava Concerto della Scuola di Musica 'Adriano Casasole'

Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni : superata quota 100

Nuovo traguardo per l’Uisp Scherma Orvieto. L’atleta Ceccaroni 3° a Salerno al Trofeo nazionale “Montepaschi Vita”

Un atto di indirizzo del Consiglio per dare maggiore valenza al Giorno del Ricordo e ad altri particolari eventi del Novecento. Lo sollecita il sindaco Mocio rispondendo a un'interpellanza di AN

Approvate in Consiglio l'acquisizione dell'ex Ospedale e la relazione del Sindaco sulla valorizzazione del patrimonio pubblico a Orvieto

Riqualificazione urbana da Piazza Cahen alle aree commerciali di Corso Cavour nel PUC 2008 del Comune di Orvieto

Dalla Protezione Civile oltre un milione e 500 mila euro per interventi di difesa idraulica e ripristino di aree in frana

Sicurezza sul lavoro: se ne parla sabato 23 febbraio con il Sottosegretario alla Salute Gian Paolo Patta in un'iniziativa della Sinistra Arcobaleno

Festival dei Complessi Bandistici Umbri: domenica al Mancinelli secondo appuntamento di Scorribanda. Alle ore 18,00 il Concerto Musicale di Cannara

A Roma fino al 2 marzo gli inquietanti tableaux di Gregory Crewdson. Unica tappa europea del fotografo americano