opinioni

Il ricordo di Luca per le nuove sfide della ricerca (tratto da Agenda Coscioni)

sabato 22 maggio 2010
di Anna Cristina Pontani Coscioni, madre di Luca Coscioni

"Il 20 febbraio 2006 moriva mio figlio Luca Coscioni. Dopo quattro anni di silenzio assoluto ad Orvieto nella sua città natale abbiamo avuto una timida proposta dal nuovo sindaco Tony Concina di dare nome ad una via in memoria di Luca Coscioni. Quasi a non evocare la sofferenza di questa morte i miei concittadini hanno sempre evitato di parlare di Luca. Avrei voluto che fosse accaduto il contrario, sia durante la malattia che dopo la morte. Quando cercavo di spiegare la malattia, la ricerca scientifica, il rapporto con il Partito Radicale e l'importanza di ciò che stava facendo l'interesse diminuiva. Le domande divenivano banali: "come mangia,parla ,cammina, e si sposa?...". Niente di più.

E' stato molto criticato per aver scelto i Radicali che invece sono stati gli unici a capire la grandezza del suo dramma e coraggiosamente lo hanno aiutato non solo come partito politico ma come gruppo di persone sensibili al disperato appello battendosi con lui per la ricerca scientifica sulle cellule staminali embrionali. Solamente loro non hanno tolto speranza , anzi lo hanno protetto , aiutato , incoraggiato e sostenuto in tutto il suo percorso. Luca diceva sempre:"Io mi servo dei radicali non loro di me !" So che era molto amato e benvoluto nel nostro paese, ma i cittadini non hanno avuto la forza e la voglia di sostenerlo, non lo hanno voluto riconosce come personaggio politico ,non hanno compreso l'enorme battaglia umanitaria di cui si stava facendo carico . Si sono voluti fermare al ricordo di quello che era stato, rifiutando il presente non hanno colto la straordinaria occasione di un grande cambiamento che avrebbero potuto fare insieme a lui . Né prima né dopo la sua morte. Durante la malattia hanno avuto paura di vedere il cambiamento e la sofferenza che stava trasformando il suo fisico e dopo non hanno capito la grandezza del progetto Associazione Luca Coscioni .

Sono pochissimi gli iscritti orvietani a questa associazione e questo secondo me non è una grande manifestazione di amore verso questo giovane uomo che ha dato la sua vita cercando di stimolare l'interesse pubblico attraverso la politica per la ricerca scientifica . Lui sapeva bene che non si sarebbe salvato; la famosa frase : "dal corpo dei malati al cuore della politica " racconta tutto il suo pensiero . Ancora più difficile è stato il confronto a livello nazionale in politica , sia a destra che a sinistra, che con la Chiesa Cattolica trasformandosi inevitabilmente in aspra battaglia . A questo proposito vorrei chiedere al Papa e a tutti i rappresentanti della Chiesa di ascoltare e di vedere il pianto e la disperazione di una madre, di un padre e di una sorella per la morte prematura del proprio caro malato di sclerosi laterale amiotrofica.

Vorrei vedere e sentire il pianto e la disperazione dei parenti per la morte degli embrioni sovrannumerari della procreazione assistita, considerati persone dalla Chiesa Cattolica. Luca voleva fare ricerca su questi comunque destinati a morire naturalmente. Vorrei chiedere a Giuliano Ferrara che cosa farebbe se si ammalasse "degli acciacchi "di Luca Coscioni, come scrisse in un articolo del suo giornale Il Foglio, e si trovasse con la sclerosi nella condizione di rimanere schiacciato da un masso gigante sul suo corpo dove si possono muovere solo gli occhi , si può mangiare solo con un tubo infilato nello stomaco, dove le tue funzioni intestinali e vescicali sono azionate meccanicamente . Gli chiederei se volesse considerare la sclerosi laterale amiotrofica solamente come un "acciacco". Un bravo giornalista non può fare ironia sulla disperazione dei malati . Ricordo che l'onorevole Bottiglione durante una trasmissione televisiva dove Luca era stato invitato gli consigliò di rassegnarsi alla malattia e di pregare Dio ; vorrei chiedere a Buttiglione se si fosse veramente calato nella posizione di mio figlio e credo che se avesse lui stesso contratto la sclerosi laterale come prima cosa si sarebbe avvalso della scienza per curarsi e poi affidato alle mani del suo Dio.

In quella sede Santoro non concesse a Luca una risposta . Io so cosa Luca avrebbe voluto dire : "Lei è libero di pregare Dio ma lasci libero me di scegliere di curarmi attraverso la ricerca scientifica." Vorrei chiedere alla Chiesa Cattolica quanto sia giusto e umano pregare per un miracolo di un malato di SLA e lasciare morire altri sei mila persone affette dalla stessa malattia . Quando mi è stato proposto di ricordare Luca attraverso il I° MEMORIAL LUCA COSCIONI sono stata felice perché conoscendo mio figlio che amava tutti gli sport , amava i giovani, amava la vita ed i particolare la maratona "nel percorrere la maratona c'è tutta una vita, lungo quei chilometri non c'è solo una competizione sportiva c'è molto di più. Lungo quei chilometri si nasce e si muore, si odia e si ama si spera e si dispera si piange e si ride passo dopo passo chilometro dopo chilometro fino al traguardo ." La maratona più grande a cui ha partecipato Luca, non più sulle sue gambe , è stata quella della vita e quella maratona l'ha vinta ma non è stato premiato come meritava. E' proprio vero che Luca Coscioni è stato un uomo che ha corso oltre il rumore dei suoi propri passi."

fonte: Agenda Coscioni

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"