interviste

Vita privata e pubbliche virtù: intervista all’Assessore Pier Paolo Vincenzi

mercoledì 21 novembre 2007
di giulia
A sei mesi dalla nomina ad Assessore allo Sviluppo economico e del commercio, dell'industria e artigianato intervistiamo il giovane Pier Paolo Vincenzi divenuto assessore presso il Comune di Orvieto a soli 26 anni. Così giovane e già ricopri un ruolo così importante e impegnativo, quali sono state le ripercussioni sulla tua vita privata? Credevi potesse essere così impegnativo, ma soprattutto quali sono i vantaggi e gli svantaggi di essere diventato personaggio pubblico? Ho sempre pensato alla politica come momento attivo, come governo delle cose e dei processi. Tuttavia, un conto è vivere tutto ciò da militante, seppur fortemente impegnato, altro è ricoprire un ruolo istituzionale con i suoi ritmi, le sue tensioni, le sue responsabilità. Ti cambia la vita. Perdi la leggerezza dell’età giovane ed entri nella “sala delle macchine” nella quale dovremmo esercitare quel mimino di saggezza e intelligenza che ci è stata concessa. Per quel che mi riguarda, la sfida è molto stimolante. Spero di poter fare bene… Secondo te sono giuste le polemiche dei commercianti sull'immissione dei varchi elettronici ZTL? Quali ripercussioni avranno? A questo proposito ho una domanda con la quale rispondere: un esercizio commerciale acquista o no un valore aggiunto se inserito in un ambiente cittadino in cui la vivibilità, la tranquillità e l'arredo urbano sono tutelati con efficacia? Fermo restando la volontà di ragionare su suggerimenti, puntualizzazioni, osservazioni da parte degli operatori commerciali, è indubbio che il progetto di riqualificazione del centro storico non possa prescindere da una razionalizzazione del traffico urbano. Il progetto di IV fase di mobilità alternativa va in questa direzione, e a trarne beneficio saranno i cittadini come i commercianti! Finalmente un assessore così giovane che può portare la nostra "parola": hai in mente di fare qualcosa, proporre iniziative, avviare progetti per questa categoria, i giovani? I giovani non sono una categoria ma una colossale opportunità per la città e per il territorio. Lo sono perché spetta a loro, a noi, di riaprire un futuro in cui non regni solo l’incertezza o la conservazione ma il progetto, la speranza e il sogno. Da questo punto di vista Orvieto dovrebbe avere più coraggio, la politica dovrebbe avere più coraggio. C’è molta retorica sui “giovani” tanto da diventare, spesso, una foglia di fico usata per coprire intenzioni “pudibonde”… Noi giovani dovremmo osare di più ed esercitare anche in politica la creatività e quella leggera forma di sapiente iconoclastia tipicamente dell’età più giovane senza attendere il plauso di mentori o tutori. Osservo con soddisfazione alcune belle iniziative imprenditoriali e commerciali nate dall’entusiasmo dei giovani e penso che un po’ di “rock” messo a fianco allo “slow” non sia poi così male. La questione oggi è quella di allargare la “piazza” per far posto ai giovani: nell’imprenditoria, nel commercio, nella formazione, nelle professioni. Ci troviamo nel periodo delle opportunità “contratte” e di una mobilità sociale molto meno fluida: questa situazione colpisce anzitutto i giovani. Non possiamo quindi far finta di nulla… Cosa fare? Anzittutto capire, ascoltare e offrire strumenti per cogliere delle opportunità. Poi, progettare con loro. Ci sono bravissimi giovani artigiani, imprenditori e professionisti in gamba che hanno idee e proposte. La politica non fa miracoli e nemmeno il mio assessorato. Mi piacerebbe lavorare per un evento sulla creatività giovanile nell’artigianato e sulle esperienze più interessanti nell’agricoltura di qualità. Inoltre vorrei proporre, concordandola con gli assessori al turismo e ai grandi eventi, la realizzazione di una guida alla città fatta dai giovani per i giovani. Potrebbero essere coinvolte le scuole, le associazioni culturali, le organizzazioni di categoria. Una piccola esperienza per conoscere e conoscersi. Quali ripercussioni ha avuto il turismo sul commercio negli ultimi anni anche secondo il Bollettino Economico che avete presentato una settimana fa? Diciamo che ai fini della stesura del bollettino economico non vengono fatte rilevazioni sui flussi commerciali come nelle analisi nazionali. Non abbiamo, per intenderci, dati riferiti al nostro territorio sulle esportazioni o le vendite al dettaglio. Abbiamo tuttavia dati sul turismo, i quali evidenziano come questo settore continui ad essere un pilastro della nostra economia. Credo vada fatta una riflessione, a questo proposito, non solo su quanto il turismo possa trainare l’economia del territorio, ma anche su quanto debba essere integrato nelle varie economie del territorio. Sappiamo che non esiste un solo tipo di turismo sul quale possiamo puntare, ma il concetto stesso di turismo si articola in varie forme: ve ne è uno di tipo monumentale, uno di tipo eno-gastronomico, c’è un turismo legato agli eventi, e un turismo di tipo commerciale. Ora, nessuno pensa di trasformare il centro storico in una boutique a cielo aperto, tuttavia è innegabile che anche innalzare la qualità dell’offerta commerciale nella città contribuisce ad alimentare questo tipo di economia del turismo. Giungiamo quindi alla conclusione che non è solo il turismo che fa bene al commercio, ma il commercio stesso, qualificato e valorizzato, fa bene al turismo. A che punto è il progetto del mercato coperto? E quello delle filiere corte come interferirà sul mercato tradizionale? Il progetto relativo al mercato coperto è in fase di studio ed approfondimento, e per nulla accantonato, come qualcuno ha voluto farmi dire. Il progetto del mercato delle filiere corte è un’altra idea che sto sviluppando e spero possa vedere la luce in tempi brevi. Risponde ad altre esigenze e non va ad interferire col mercato tradizionale. Diverso il target, differenti le modalità, due progetti assolutamente complementari e per nulla in concorrenza. Come tanti fra noi orvietani anche tu ancora vivi con i tuoi genitori, commentami l'affermazione di Padoa Schioppa sui "bamboccioni". Io credo che la questione in oggetto sia più seria e complessa di quanto non sia emerso a seguito del dibattito sulla frase del ministro Padoa Schioppa. A questa situazione concorre sicuramente, da un lato, un fattore, diciamo così, culturale. Non posso però non vedere come la mancanza di tutele e sostegno per i giovani che entrano nel mondo del lavoro condizioni in maniera determinante certe scelte di vita. Non credo che un contratto a progetto di durata annuale con un compenso di 600/700 Euro mensili sia il punto di partenza migliore per costruirsi un futuro indipendente dalla famiglia. Sono convinto che un giovane che non ce la fa a uscire di casa per questioni oggettive non possa essere liquidato come “bamboccione”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 10 dicembre

L'ambasciatore della Repubblica Ceca in Comune, Orvieto tende la mano a Praga

Il Lions Club dona una macchina dattilo-braille all'Istituto comprensivo Orvieto-Baschi

Carabinieri in festa per la Virgo Fidelis patrona dell'Arma. Consegnati due attestati di merito

Partito democratico, è tempo di conferenza programmatica tra dissapori e speranze

Porte aperte al Majorana e al Maitani per l'orientamento scolastico

Insieme per un Cambiamento Progressivo

"Riservato A. Lattuada". A Orvieto una mostra e una rassegna nel centenario della nascita

Da Cardèto un'etichetta speciale per omaggiare il grande maestro del cinema

Proposta di struttura ed organizzazione del PD di Orvieto

Per tre giorni Orvieto capitale dell'archeologia italiana ed europea

Lo "slow-travel" del treno a vapore di Gianni Morcellini: dalle pagine di "Signori in carrozza!" alla stazione di Fabro-Ficulle

Taglio del nastro per il pozzo medievale di Piazza IV Novembre e la ristrutturazione delle scuole

Per anni è mancata una strategia turistica e ci si è adagiati su Umbria jazz winter

Al Teatro del Carmine per "Coesioni in musica" è l'ora di Max Manfredi

Eleonora Fastellini predica pazienza alla Zambelli Orvieto

Comincia con la trasferta di Rieti il girone di ritorno dell'Orvieto Basket

Al Palazzo del Capitano del Popolo torna la "Festa del Baschettaro"

Premiata la scuola "Pascoli". I giovani diventano campioni di energia con "Play Energy Enel"

Il Presepe Blu Notte di Guido Strazza nei sotterranei del Duomo di Orvieto

L'Albero di Antonia apre le iscrizioni al corso di autostima al femminile "Il potere di cambiare"

Ecco le linee di indirizzo del progetto preliminare delle opere di messa in sicurezza del Paglia

"As you like it" al Teatro Mancinelli: così Shakespeare parla con grande attualità alla nostra sensibilità moderna

Rivestimenti in ceramica per il "Giardino dei lettori" alla Biblioteca Fumi

A Orvieto il 21esimo convegno internazionale di archeologia italiana ed europea

Incontro su "La dignità della differenza: le ragioni di un dialogo"

Operazione anti-camorra, arrestato a Orvieto un 58enne

La polizia arresta in flagranza topo d'appartamento

Una partita a scopone scientifico

Il video del Progetto Memoria del Cesvol tra i finalisti del Festival "Raccorti sociali"

Digital divide. Convenzione tra il Ministero e la Regione sblocca 10 milioni di euro per le reti in Umbria

Nuovi sommelier e cena degli auguri per la Fisar di Orvieto

Yes men, yes sir

Meffi capisce o no di politiche di bilancio?

Il Liceo Artistico di Orvieto ospite al Sottodiciotto FilmFestival di Torino

Un arresto e tre denunce da parte dei carabinieri. Sventato un furto di rame sulla Roma-Firenze

Presentato a Firenze il contratto di fiume del Paglia

"Destinazione Uganda. Viaggio alle origini, tra cooperazione e rispetto di una identità"

Differenziata: sanzioni per i Comuni, Guardea è il secondo Comune più virtuoso

Il bilancio del Comune di Orvieto in sintesi

L'Ospedale di Orvieto presenta la riorganizzazione e il potenziamento dei servizi

Alla Scuola romana di fotografia e cinema, l'anteprima del film musicale "Pergolesi Stabat Mater" di Giovanni Bufalini

Trovato morto in un casale di San Venanzo. Ha ustioni di terzo grado su tutto il corpo

"Diversamente...italiani": sabato 11 dicembre a Orvieto la premiazione del Concorso Comunicare in Umbria e i risultati della ricerca sull'immigrazione dell'UniPg

"La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814". Disponibile la nuova pubblicazione strenna degli "Amici della Scala"

Conoscere per comprendere. Media e immigrati: quali i dati reali e quali gli stereotipi. Sabato 11 dicembre, ore 10,30 a Palazzo dei Sette

RAI in sciopero generale. Contro il degrado, gli sprechi, le ingerenze politiche, il lavoro a rischio per i dipendenti interni

A Orvieto Capodanno con 5 giorni “Singolari”: dal 29 dicembre al 2 gennaio a Palazzo Caravajal Simoncelli letture, concerti, pranzi, cene, aperitivi

Vertice in Provincia per la situazione del Parco Urbano del Paglia dopo le esondazioni del fiume

Avviso per la concessione di posti auto nei parcheggi comunali di Campo della Fiera e via Roma

1° Incontro di formazione dell'Ufficio Catechistico: domenica 12 dicembre nella ex chiesa di Santa Lucia

Tg Lab Fiscasat, in primo piano il Rapporto Censis 2010, focus su lavoro femminile

"Le zone umide, fucina di biodiversità". Concorso fotografico promosso dall'Oasi WWF di Alviano

La Polizia Locale nazionale a convegno a Orvieto. Il Colonnello Vinciotti: "Importante sostenere con questo tipo di incontri la formazione professionale. I settori più delicati velocità e uso di alcol e droghe

A Orvieto i Comunisti Italiani e Rifondazione avviano una riflessione per un percorso unitario: "Riportare l'attenzione sulle gravi condizioni in cui versa il territorio orvietano"

Dedicata a Giandomenico Pistonami la Biblioteca militare di presidio nella Scuola sottufficiali dellÂ’esercito in Viterbo

L'importanza delle radici: al Libro Parlante Susanna Tamaro presenta il suo "grande albero"

Un patto civico per la Città: la proposta del gruppo PD esplicitata dal capogruppo Germani

Le lettere inviate a Radio Torre Vetus: su Radio Orvieto Web giovedì alle 21 una puntata straordinaria di Libere Veramente

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Energia (Prima Parte)

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Caserma Piave e Turismo (Seconda Parte)

Apre la pista sul ghiaccio. Risolti gli ultimi cavilli burocratici

Chiarimenti in merito alle contestazioni rivolte alla pista. La Libertas pronta a ribattere

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Prima Parte)

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Seconda Parte)

Tutti insieme per addobbare l'albero di Natale di Piazza della Repubblica

Concina parla della recente Notte Bianca e della pista sul ghiaccio

Un dicembre tutto di gusto. Dalla Cucina di Natale a Umbria Jazz tutte le iniziative a Il Palazzo del Gusto

"Pulizia di fondo" delle vie e piazze del centro storico. La città si rifà il trucco in vista delle Festività

Viabilità, 500.000 euro per le strade dell'Orvietano

Arriva a Orvieto "La casa dei bambini". "Orvieto Bilingue" presenta il suo progetto di scuola bilingue montessoriana

Il "Metodo Montessori"

Il "Parto delle Nuvole Pesanti" in concerto a Orvieto. In anteprima i brani del nuovo album "magnagrecia"

Breve biografia de Il parto delle nuvole pesanti

Le società dilettantistiche nelle piccole realtà. Incontro-dibattito ad Allerona Scalo organizzato dal GSD "Romeo Menti"

"Giovani generazioni in Umbria", Venerdì iniziativa del PD su valori, culture, stili, relazioni, linguaggi dei giovani umbri

Shlomo Venezia a Orvieto: il numero 182727 di Auschwitz

Valorizzazione del settore Turismo. "Orvieto Libera" chiede in Consiglio quali sono le iniziative dell'Assessorato

Un incontro per mettere a fuoco i problemi del servizio idrico. L'assessore Zazzaretta risponde al capogruppo di Orvieto Libera

Prima nazionale a Venti Ascensionali. Intrigante appuntamento della rassegna Migrazioni con "Voluttà"

Apre la pista di pattinaggio