IL PROGETTO
eventi

"Alberghi Diffusi nei Borghi Medievali" per un'accoglienza sostenibile

venerdì 12 aprile 2019
di Davide Pompei
"Alberghi Diffusi nei Borghi Medievali" per un'accoglienza sostenibile

Vivere la vita di un borgo, fino a sentirsi parte della sua comunità. Sempre di più, in tempi omologati dalla globalizzazione e appiattiti dalla digitalizzazione, si riscoprono nuove forme di domiciliarità temporanea ma esperienziale. La filosofia che fa vivere i luoghi come suoi abitanti è racchiusa nel modello turistico e di sviluppo del territorio del cosiddetto "albergo diffuso". "Un'impresa ricettiva alberghiera situata in un unico centro abitato, formata da più stabili vicini fra loro, con gestione unitaria e in grado di fornire servizi di standard alberghiero a tutti gli ospiti". Nato tutto in Carnia a seguito del terremoto del 1976, dalla necessità di valorizzare le case mano a mano che venivano ristrutturate, sempre di più, si sta radicando anche nel Centro Italia.

Toscana e Umbria, ma anche Lazio dove le strutture ricettive inserendosi all’interno di centri abitati con un’ospitalità nuova, hanno salvato da morte certa decine di paesini. Una via che, in provincia di Viterbo, si accinge a perseguire anche il Comune di Ronciglione – 8.531 abitanti – attraverso il progetto "Alberghi Diffusi nei Borghi Medievali". L'invito aperto ai cittadini, e in particolar modo i proprietari di unità immobiliari nei borghi, è quello di prendere parte al decimo incontro pubblico che si terrà lunedì 15 aprile alle 18 nella Sala Consiliare nel corso del quale saranno illustrati i dettagli di questo progetto di accoglienza sostenibile, mirato a dare nuova vita alle strutture inutilizzate sparse per tutto il centro cittadino.

Lo stesso attraversato dal cantante Marco Mengoni insieme alla Banda Musicale "Alceo Catini" nel videoclip musicale di "Muhammad Ali" che in appena sette giorni ha già contato 776.669 visualizzazioni su YouTube regalando un'ottima cartolina promozionale – co tanto di veduta aerea – alla cittadina in provincia di Viterbo dove è nato il giorno di Natale di 31 anni fa. Da Piazza Principe di Napoli ai Borghi Medievali, passando per la Chiesa di Sant'Andrea ed alcuni locali privati, location per una partita a carte e un bicchiere di vino, i bottoni di una merceria, i barattoli in vetro di una drogheria, la bellezza senza tempo di un paese.

"Abbiamo in mente una Ronciglione – sottolinea il sindaco, Mario Mengonidove i turisti siano la normalità e non un'eccezione. Per farlo, è necessario renderla accogliente e discutere insieme le opportunità che questo progetto ha da offrire, confidando anche in futuri investitori. Un progetto eco-friendly, che non prevede di costruire nulla di nuovo, ma di restaurare ciò che esiste già rendendolo a misura di turista, nel pieno rispetto della natura e dell’identità storica del paese". All'incontro interverrà anche la consigliera Maria Agostina Olivieri.

Commenta su Facebook