eventi

"Terra, lavoro, dignità". Tre progetti di agricoltura sociale nella Tuscia Viterbese

martedì 12 marzo 2019
"Terra, lavoro, dignità". Tre progetti di agricoltura sociale nella Tuscia Viterbese

L’Università degli Studi della Tuscia, con il Dipartimento Dafne, rappresenta da anni un punto di riferimento nazionale ed europeo sul tema dell’agricoltura sociale. Con questa espressione si fa riferimento a quelle attività a caratteri agricolo che coinvolgono attivamente persone a rischio di esclusione sociale. L’agricoltura sociale è dunque un’agricoltura che si propone esplicitamente di contribuire all’inclusione sociale di soggetti con varie fragilità e vulnerabilità.

Venerdì 15 marzo alle 10 nell'Aula "Carlo Perone Pacifico" del Polo di Agraria tre progettualità attive nella Tuscia Viterbese, che in diverso modo collaborano o hanno collaborato con il Dafne, presentano le loro attività in ambito di agricoltura sociale. Dopo l’introduzione del professor Saverio Senni verranno presentati i progetti: "Terra degli Uomini. Lavoro e dignità" della Caritas di Viterbo, "Hakuna Matata 2.0" dell'Associazione "Amici di Galliana" Onlus, "Soil and social care" della Rete d'Imprese "Solcare". Di seguito una breve scheda introduttiva ai tre progetti che verranno presentati.

"Terra degli Uomini. Lavoro e dignità".  Soggetti promotori: Diocesi di Viterbo; Caritas diocesana; Associanzione di Volontariato Caritas - Emmaus Sostenitori: Dipartimento Dafne Unitus; Acli Viterbo, Consultorio diocesano. Il progetto si propone di sperimentare sul territorio un modello di lotta alla povertà fondato su percorsi di empowerrment, con un approccio innovativo, strutturato intorno all’offerta di opportunità lavorative temporanee nell’ambito dell’agricoltura sociale. Il progetto è stato finanziato dalla CEI, Fondo 8X1000 e ha una durata di 24 mesi.

"Hakuna Matata 2.0". Soggetti promotori: associazione Amici di Galiana Onlus. Progetto finanziato dalla Regione Lazio nell'ambito del Programma Fondo Sociale Europeo - Inclusione (annualità 2018). Il progetto si propone di favorire l'inclusione sociale e il miglioramento dell'autonomia personale e lavorativa di 10 giovani tra i 18 e i 35 anni con disabilità intellettiva, attraverso il rafforzamento di competenze nel settore agricolo con l'obiettivo di giungere ad un vero e proprio inserimento lavorativo.

"Soil and social care". Soggetti promotori: imprese agricole viterbesi costituite in Rete d’Impresa. Il progetto SolCare, è uno dei vincitori del Bando Nazionale "Coltiviamo Agricoltura Sociale" promosso da ConfAgricoltura e vuole scommettere sulla cooperazione per costruire una solida rete con i servizi sociali del territorio, per fare agricoltura sociale insieme.

Commenta su Facebook