eventi

Giornata del Contemporaneo. "Il Nastro, la memoria nell'arte" omaggia Maria Lai

martedì 11 ottobre 2016
Giornata del Contemporaneo. "Il Nastro, la memoria nell'arte" omaggia Maria Lai

E' dedicato all'artista sarda Maria Lai "Il Nastro, la memoria nell'arte", evento collettivo presentato dall'associazione Ippocampo in collaborazione con il Museo Civico della Grande Guerra e il Comune di Lugnano in Teverina per celebrare la XII Giornata del Contemporaneo AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani). L’iniziativa, in programma sabato 15 ottobre, si giova della partecipazione di artisti ospiti e della comunità Incontro, di narrazioni e visioni, gioco itinerante e rituale della memoria, “Il Nastro” si muoverà tra le vie del borgo di Lugnano, spostandosi dal Museo civico allo spazio Verdecoprente, luogo di creazione artistica, in un percorso che simboleggia il riscatto della memoria legata alle guerre in nuova creazione a cui dar vita con i linguaggi dell'arte. o

"Con 'Il Nastro' - spiegano gli organizzatori - si vuole ricordare il pensiero poetico di Maria Lai, originale artista sarda scomparsa nel 2013, da allieva di Arturo Martini a Venezia negli anni '50, a fonte di nutrimento per artisti di tutto il mondo per la limpidezza del suo pensiero, la ricchezza della sua straordinaria e generosa produzione artistica. Ci ispiriamo alla sua opera comunitaria del 1981. Quando il sindaco della sua città natale, Ulassai, le chiese di realizzare un monumento ai Caduti, la Lai modificò l'idea in un'opera per i vivi, e la pace, intervenendo attraverso una pratica artistica che in Italia sarebbe arrivata diversi anni dopo. Con 'Legarsi alla montagna' grazie alla collaborazione con l'ente pubblico, Maria Lai rese partecipe tutta una comunità, persone e luoghi, affetti e relazioni, radicando quell'evento effimero, che durò un solo giorno, in una memoria collettiva, un'azione sociale e politica in cui ogni rapporto si rinnovava in emozione viva e positiva, condivisa".

Commenta su Facebook