eventi

Conferenza Isao su "La lunga durata di un luogo di culto: Chiesa e convento di San Pietro in Vetere"

martedì 23 febbraio 2016
Conferenza Isao su "La lunga durata di un luogo di culto: Chiesa e convento di San Pietro in Vetere"

Nuovo appuntamento per il ciclo di conferenze promosse dall'Istituto Storico Artistico Orvietano per l’anno accademico 2015/16. Venerdì 26 febbraio alle ore 17.30 l'Auditorium di Palazzo Coelli, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, ospita l’approfondimento curato dal Prof. Danilo Leone, docente di Metodologia e tecniche della ricerca archeologica - Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Foggia, dal titolo "La lunga durata di un luogo di culto: Chiesa e convento di San Pietro 'in Vetere' a Orvieto".

Un'occasione per conoscere le novità emerse a margine dello scavo del Campo della Fiera, dove si è evidenziata una sconosciuta struttura medievale conventuale annessa alla chiesa di San Pietro “in Vetere”. Come è noto, sotto la direzione della Prof.ssa Simonetta Stopponi, il sito è studiato sin dal 2000 dall’Università di Perugia con campagne di scavo condotte su concessione ministeriale, finanziate della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto. Campagne che hanno restituito numerose e sorprendenti evidenze archeologiche che avvalorano l’identificazione il luogo di Campo della Fiera con il “Fanum Voltumnae”, il celebre santuario federale degli Etruschi.

Proprio durante gli scavi effettuati nel 2013 è affiorata la parete frontale della chiesa di San Pietro “in vetere” di epoca medievale, oggi completamente visibile nelle sue dimensioni (35 metri x 7 metri). Una ricerca importantissima quest’ultima che ha restituito l’unica chiesa che sorgeva nei pressi del Ponte del Sole in cui avvenne l’incontro tra Papa Urbano IV e il Corporale insanguinato portato da Bolsena. Accanto all’edificio sono emersi anche i resti dell’annesso Convento e le basi delle colonne del chiostro.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre