economia

Imprenditoria femminile in Umbria, la rete “Emma.net” al G8 di Londra

lunedì 24 giugno 2013
Imprenditoria femminile in Umbria, la rete “Emma.net” al G8 di Londra

La rete per la internazionalizzazione delle imprese femminili "Emma.net", coordinata dalla società regionale Sviluppumbria e costituita nell'ambito del progetto transnazionale "Emma" rivolto alle donne che vogliono creare o consolidare un'impresa, con capofila la Regione Umbria, si presenta in occasione del "G8" di Londra. Nell'ambito degli eventi collaterali alla riunione dei rappresentanti dei Paesi del mondo più industrializzati e politicamente influenti, il 26 e il 27 giugno prossimo tre aziende della rete, infatti, parteciperanno all'iniziativa "Supporting open economies and inclusive growth - Women's role in Arab Countries", dedicata allo sviluppo dell'imprenditoria femminile. In tutto, saranno un centinaio le imprese al femminile presenti nella capitale britannica, con il sostegno del Ministero dello Sviluppo economico, selezionate tra quelle della Rete ‘Imprese Italia' che rappresenta l'imprenditoria femminile italiana.

L'Umbria sarà rappresentata dalla "Urbani Tartufi Srl" (a Londra sarà presente Olga Urbani); dalla società di servizi "Tree Srl", con la vicepresidente Livia Arcioni; dall'"Archimede Solar Energy", Angelantoni Group, rappresentata da Federica Angelantoni. Le tre imprenditrici delegate, sottolineano da Sviluppumbria, intervengono per rappresentare le opportunità e le problematiche dell'essere impresa donna in Umbria, in una realtà molto piccola ma portatrice di qualità e di eccellenze: dalle gastronomiche a quelle nei settori più innovativi quali risorse rinnovabili. Le imprenditrici presenteranno la rete "Emma.net", i suoi obiettivi e le 50 imprese aderenti. Al loro rientro verrà organizzata una conferenza (nella sede della Urbani Tartufi) per condividere con le imprenditrici della Rete e tutte le imprenditrici umbre interessate le opportunità di conoscenze e di business che si sono presentate a Londra.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 febbraio