economia

L’Umbria alla “bit” di Milano: tutti insieme “APPassionatamente”

venerdì 15 febbraio 2013
L’Umbria alla “bit” di Milano: tutti insieme “APPassionatamente”

Lo slogan che campeggia su tutti gli allestimenti dello "stand" completamente ripensato e ridisegnato è "APPassionatamente", un gioco di parole che mostra quanto l'Umbria del turismo, in mostra a Milano Fiere per l'edizione 2013 della "Bit", abbia rivoluzionato il suo modo di comunicare. "APPassionatamente" sta infatti per "App", le 24 applicazioni per "i-Phone" e "tablet" con le quale l'Umbria, dal paesaggio ai musei, dagli eventi culturali all'enogastronomia, dai Grandi Eventi alle possibilità di praticare sport all'aria aperta (per citarne fra le più significative), dagli Etruschi alla "Via di San Francesco", dalle guide in digitale ai percorsi in mountain bike, ha scelto di comunicare la propria ampia e differenziata offerta turistica, all'interno di un "branding" unitario, capace di descriverla in tutta la sua unicità e autenticità. "A differenza di altre regioni - hanno detto stamani i rappresentanti dell'assessorato regionale al turismo, presenti a Milano per spiegare in una conferenza-stampa tenutasi presso la sala "Aquarius" di Milano Fiere il senso della "rivoluzione" compiuta - l'Umbria ha scelto di privilegiare prodotti turistici tematici, articolati entro un ‘range' di offerte e di attività, veicolati dalle applicazioni e dal web, che costituiscono - hanno sottolineato - il migliore strumento per entrare in contatto con la tipologia più comune del viaggiatore in Umbria: un viaggiatore curioso, culturalmente attento, e capace di ‘ritagliarsi' dalle varie offerte e possibilità un percorso ed una proposta personale, adatto per sé e per la propria famiglia".

"Il prossimo ‘step' - ha detto Giovanni Tarpani, curatore del progetto per l'Ufficio Comunicazione della Regione Umbria - sarà quello di provvedere il sistema Umbria App di una versione multilingue, in grado di soddisfare il bisogno dei mercati internazionali". Sono già stati infatti 40 mila i "downloads" certificati.

"L'Umbria - hanno detto i rappresentanti dell'assessorato al turismo - dev'essere ancora conosciuta per tutto quanto le sue potenzialità possono esprimere, e alle forme tradizionali di comunicazione abbiamo preferito la rete, le ‘App' e la collaborazione con i ‘travel bloggers' (27 di loro, divisi in 9 gruppi, si trovavano i giorni scorsi in Umbria, per iniziativa della Regione). È un modo nuovo di comunicare - hanno sottolineato -, sostenuto con favore da tutto il sistema degli operatori, dal quale ci aspettiamo un consistente apporto per superare il momento di difficoltà, che sta vivendo il turismo nel nostro paese".

Si tratta comunque di un approccio che non trascura, anzi integra i mezzi di comunicazione tradizionale: "C'è una ‘circolarità' dei prodotti - ha spiegato Giovanni Tarpani - fra il web e le normali edizioni su carta: la nuova guida dell'Umbria è presente anche in edizione digitale". E - come è stato sottolineato - esistono anche iniziative come l'opera affidata al grande fotografo Steve Mc Curry: una rappresentazione dell'Umbria in 100 scatti d'autore, di cui verrà presentata un'anticipazione, all'Accademia di Brera, in occasione del prossimo "Fuorisalone" (la manifestazione che si tiene in aprile a Milano).

L'incontro con i giornalisti si è concluso con una degustazione di vini e prodotti tipici umbri, offerti al pubblico dello "stand" da una sorta di originale nastro trasportatore. In mostra anche i prodotti di "Eurochocolate", il cui "stand" è quest'anno immediatamente contiguo a quello regionale, a suggerire un legame ideale della manifestazione con il complesso dell'offerta turistica umbra.

Commenta su Facebook