economia

Villalalago e Villa Paolina di Porano nella “Rete regionale di Ville, Parchi e Giardini”

mercoledì 21 aprile 2010
Villalalago e Villa Paolina di Porano nella “Rete regionale di Ville, Parchi e Giardini”

Il parco di Villalago e quello di Villa Paolina di Porano nella nuova "Rete regionale di Ville, Parchi e Giardini". I due beni naturalistico-culturali della Provincia di Terni fanno infatti parte del programma di promozione turistica promosso dalla Regione dell'Umbria in collaborazione con le due Province di Terni e Perugia, il ministero delle Politiche agricole, forestali e alimentari e i Comuni di Trevi, San Venanzo e San Giustino. Per questa mattina, a Perugia nella sala Fiume di Palazzo Donini, è prevista la firma del protocollo d'intesa che dà vita alla Rete regionale finalizzata alla valorizzazione dei beni di un settore ritenuto di grande importanza per il potenziamento dell'offerta turistica regionale.

La Provincia di Terni sarĂ  rappresentata dal vice presidente Vittorio Piacenti d'Ubaldi il quale giudica in maniera positiva l'iniziativa promozionale. "Abbiamo raggiunto un importante obiettivo - afferma - sulla strada della valorizzazione delle nostre eccellenze. Villalago e Villa Paolina sono una tappa del percorso che vede la Provincia impegnata in prima fila per qualificare ulteriormente l'offerta turistica. In questo contesto si sta lavorando per inserire anche alcuni beni privati dello stesso tipo con lo scopo di dare vita a una sub rete provinciale, connessa con quella regionale, ed in grado di aggiungere un ulteriore segmento all'offerta turistica integrata".

La "Rete di Ville, Parchi e Giardini" è uno strumento con il quale gli enti aderenti vogliono rilanciare e valorizzare ulteriormente il paesaggio come una risorsa strategica di fondamentale importanza per la promozione di nuove politiche di sviluppo sostenibile, tutelando e promovendo gli ambienti naturali, i valori storici e architettonici di cui è ricco il territorio regionale. I parchi di Villalago e Villa Paolina sono due grandi bellezze naturalistiche e culturali della provincia di Terni, intorno alle quali l'amministrazione provinciale intende realizzare eventi ed iniziative, all'interno della rete regionale, sia per promuoverne la conoscenza, sia per incidere in maniera positiva sui flussi turistici. Le caratteristiche vegetali, il taglio architettonico, il valore artistico, storico e naturalistico fanno dei due parchi un bene di assoluto rilievo per il territorio provinciale che la nuova Rete regionale potrà contribuire concretamente a sviluppare e promuovere.
(Nella foto una veduta di Villa Paolina).

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"