economia

Espropri, si riparte dall'inizio.

venerdì 16 agosto 2002
Una decisione abbastanza clamorosa, ma che tuttavia non è apparsa completamente inattesa quella dell'amministrazione comunale di Fabro che ha deciso di azzerare tutte le precedenti procedure attivate fino ad oggi per procedere agli espropri dei terreni privati con l'obiettivo di realizzarvi l'area artigianale de La Colonnetta. Con un atto che è stato approvato dal Consiglio comunale, la giunta Fucili ha infatti proposto di ripartire da zero, mettendo una pietra sopra ai precedenti espropri. La decisione è scaturita non tanto dall'inchiesta giudiziaria che vede la procura di Orvieto impegnata ad accertare la responsabilità di vari soggetti (tra cui il sindaco indagato per abuso d'ufficio), ma anche e soprattutto per il ricorso al Tar presentato da circa venticinque proprietari dei terreni. Questi ultimi contestano non solo il prezzo che il Comune intendeva pagare loro (inferiore ai parametri individuati dallo stesso Comune quando si tratto' di riscuotere l'Ici), ma anche le modalità con cui gli artigiani della zona sono stati informati della possibilità di acquistare i futuri lotti di terreno una volta che questi sarebbe passati nella proprietà del Comune che li avrebbe ceduti al consorzio Crescendo. L'amministrazione comunale ha dunque deciso di agire in maniera diversa per evitare malumori e proteste, ma senza modificare i prezzi da pagare per i terreni da espropriare.

Commenta su Facebook