cultura

"Est Film Festival", anche con il maltempo. Fresi fa il pieno di ironia

domenica 28 luglio 2019
"Est Film Festival", anche con il maltempo. Fresi fa il pieno di ironia

Stefano Fresi, uno degli attori più famosi nel panorama cinematografico italiano ha regalato sabato 27 luglio alla folta platea di "Est Film Festival", raccolta straordinariamente al Cinema Gallery di Montefiascone a causa del maltempo, una serata all’insegna dell’ironia che lo contraddistingue. L’attore romano è stato premiato dal sindaco Massimo Paolini con l’Arco di Platino -  Città di Montefiascone per la sua straordinaria carriera. 

Salito sul palco prima della premiazione, il primo cittadino ha tenuto a ribadire la vicinanza della sua amministrazione al Festival del Cinema che “da ormai 13 anni rappresenta un volano turistico e culturale per Montefiascone” “L’Est Film Festival è nato qui e deve rimanere”. Il direttore Vaniel Maestosi ha ringraziato il sindaco rassicurando “per me e Glauco questo festival è come un figlio e non abbiamo alcuna intenzione di abbandonarlo. Se abbiamo allargato la nostra offerta culturale è proprio che creare un circuito che permetta ad Est Film Festival di resistere e di tornare a livelli sempre più alti.” “Stimo molto il sindaco e so che si impegna molto per il nostro progetto” ha dichiarato Maestosi.

Fresi non ha tradito le aspettative del pubblico e si è concesso in una lunga intervista. Accompagnato dai due direttori del festival, Fresi ha ripercorso tutta la sua carriera tra racconti e aneddoti che hanno divertito la sala. Dagli esordi in teatro fino al grande schermo “non riesco ad abbandonare il teatro, devo almeno una volta all’anno esibirmi in uno spettacolo, adoro cambiare pubblico ogni sera e percepire dal palco le sensazioni e le reazioni degli spettatori.” L'attore, che nella sua carriera ha recitato in tantissime opere prime, ha spiegato “cerco di scegliere i film che mi emozionano e mi divertono, cerco copioni non scontati. Lavorare coi giovani registi mi permette di sperimentare.”

A conclusione dell’incontro l’attore e compositore romano si è esibito, chitarra e voce, suonando e cantando una ninna nanna in romanesco che ha commosso i presenti. Subito dopo l’incontro, il pubblico ha assistito alla proiezione de “La Casa di Famiglia” opera prima di Augusto Fornari in cui lui stesso è uno dei protagonisti. “Sono molto legato a questo film e ad Augusto, mi ha permesso di scoprire il mio amore per il teatro quando mi chiese di fare il pianista di scena in uno spettacolo teatrale diretto da Gigi Proietti. Fu una vera e propria scuola per me” ha dichiarato.

"Est Film Festiva"l si concluderà domenica 28 luglio alle 21.30 con la cerimonia di premiazione, il vincitore verrà premiato con l’Arco d’Oro - Premio Creval e 1.000 euro. Ciascuno dei tre vincitori degli Archi d'Argento: Premio del Pubblico (Cantina di Montefiascone), Premio Giovani (Università degli Studi della Tuscia) e Miglior Colonna Sonora (Terme dei Papi) riceverà anche un premio di 500 euro. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. In caso di maltempo, le proiezioni si svolgeranno al Cinema Gallery. 

Per ulteriori informazioni:
www.estfilmfestival.it

Commenta su Facebook