cultura

"ONE. Orvieto Notti d'Estate". Tra cinema, cultura, musica ed enogastronomia

venerdì 28 giugno 2019
di Davide Pompei
"ONE. Orvieto Notti d'Estate". Tra cinema, cultura, musica ed enogastronomia

Annunciato, anticipato, atteso. Svelato venerdì 28 giugno nell'Atrio del Palazzo dei Sette, il programma di "ONE. Orvieto Notti d'Estate" entra finalmente nel vivo, accendendo di evasioni culturali il Giardino dei Lettori della Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi". La rassegna estiva, proposta da "Cantiere Orvieto" e Associazione TeMa d'intesa con Cinema Multisala Corso, Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto e Comune, dopo circa 15 anni di digiuno, riporta sulla Rupe la magia del cinema all'aperto replicando la felice formula dell'Arena Cornelio che fu.

Oltre alle proiezioni, spazio anche a teatro, musica, incontri, degustazioni enogastronomiche e letture per adulti e bambini. "L'obiettivo - è stato sottolineato - è tornare ad arricchire, nel periodo estivo, la vita culturale e sociale della città offrendo occasioni di intrattenimento mirate a fasce di pubblico diversificato". Iniziative che si inseriscono anche nella prospettiva di "rinnovamento e attualizzazione delle funzioni della biblioteca pubblica come accesso e servizio di valorizzazione e diffusione della cultura, in grado di attivare la collaborazione di associazioni e soggetti diversi".

In questo senso, il progetto concepito come un grande contenitore culturale si armonizza con l'attività del DigiPASS, insediato in biblioteca con l'obiettivo di promuovere e diffondere la cultura digitale. Dopo l’inaugurazione, ad ingressso gratuito, prevista per sabato 13 luglio alle 19.30 con "ONE, buona la prima", aperitivo in musica in collaborazione con Dj Orchestra Moderna e Caffè Montanucci, la rassegna proseguirà con una serie di serate dedicate al cinema, con proiezioni di film di vario genere nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e venerdì alle 21.

Ovvero, "È nata una Stella" (lunedì 15 luglio), "Stanlio & Ollio" (martedì 16 luglio), "Momenti di Trascurabile Felicità" (giovedì 18 luglio), "Aladdin" (venerdì 19 luglio), "Il Traditore" (lunedì 22 luglio), "Cafarnao. Caos e Miracoli" (martedì 23 luglio), "Dogman" (giovedì 25 luglio), "Van Gogh. Sulla Soglia dell'Eternità" (venerdì 2 agosto), "Bohemian Rhapsody" (lunedì 5 agosto, in lingua originale), "La Favorita" (martedì 6 agosto), "Avengers: Endgame" (giovedì 8 agosto), "Green Book" (venerdì 9 agosto), "Vice. L'Uomo nell'Ombra" (martedì 13 agosto), "Dumbo" (lunedì 19 agosto), "I Fratelli Sisters" (martedì 20 agosto), "Il Professore e il Pazzo" (giovedì 22 agosto), "All is True" (venerdì 23 agosto), "Widows. Eredità Criminale" (lunedì 26 agosto), "Il Gioco delle Coppie" (martedì 27 agosto), "La Donna Elettrica" (giovedì 29 agosto), "Cold War" (venerdì 30 agosto).

A questi 20 titoli, riportati anche sulle 25.000 brochure con i dettagli del programma ed altre informazioni utili che saranno distribuite nei prossimi giorni, si aggiungono poi delle serate speciali. "Luna 1969-2019. Cinquanta anni fa la conquista della Luna" è il titolo dell'appuntamento in programma per sabato 20 luglio che prevede la proiezione del film "First Man. Il Primo Uomo", preceduta da un'introduzione musicale del Maestro Riccardo Cambri, da una lettura di Daniela Cavallini, da multivisioni di Massimo Achilli e da un intervento dell'astrofisico Fernando Pedichini. Lunedì 12 agosto, invece, "Serata Bertolucci", con la proiezione del "Il Conformista", introdotta dal giornalista Guido Barlozzetti.

Nel programma si innesta anche la seconda edizione de "I Mestieri del Cinema", la mini-rassegna dedicata al cinema italiano d’autore promossa dall’Associazione TeMa, sull'onda del successo riscosso lo scorso anno all'ombra del Palazzo del Capitano del Popolo. In arrivo, nella nuova location, ospiti di rilevanza nazionale che accompagneranno tre proiezioni gratuite e altrettanti momenti di incontri con i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione dei film, per raccontare le specificità dei mestieri che sostengono opere complesse e corali.

I registi sono, infatti, invitati a presentare le proprie opere, accompagnati da sceneggiatori, scenografi, attori, direttori della fotografia, costumisti e da chi ha contribuito con il proprio lavoro e talento. Si tratta di film italiani prodotti negli ultimi anni e selezionati sulla base delle tematiche affrontate, ponendo particolare attenzione alle opere prime, a giovani registi, per le storie che suscitano importanti riflessioni, per le produzioni a basso budget penalizzate dalla grande distribuzione commerciale.

Storie in grado di "suscitare riflessioni e dibattiti sulla contemporaneità, con particolare attenzione per le problematiche legate alle relazioni tra individui e collettività, alle derive mentali, alla follia che si confronta con la normalità, alle comunità, al lavoro, ai rapporti con l’ambiente, all’emarginazione sociale e culturale, alla condizione precaria dei più giovani". Apre, lunedì 21 luglio alle 21, "Ride" (Kimera Film, Rai Cinema. Italia 2018). Intervengono il regista Valerio Mastandrea e il produttore Simone Isola. Con Alexandra Rosati, Christian Raimo ed Emiliano Licastro.

Martedì 30 luglio alle 21 è la volta della commedia "Due Piccoli Italiani" (Mood Film, Duo Production, Rai Cinema. Italia 2018). Intervengono la sceneggiatrice Chiara Balestrazzi e il coprotagonista Francesco Colella. Con Claudio Lattanzi, Emanuela Leonardi ed Angelo Strabioli. Martedì 31 luglio alle 21, invece, ad accompagnare "Ovunque Proteggimi" (Ascent Film, Rai Cinema. Italia 2018) sono il regista Bonifacio Angius e il distributore Claudio Storani. Con Sonia Broccatelli e Francesco Cordio.

Appendice, nella stessa giornata, alle 16, all’interno della Casa di Reclusione di Orvieto, "Dall'Arena al Carcere: il Cinema torna dentro", ovvero la proiezione del film drammatico "Il Più Grande Sogno" (Italia, 2016) di Michele Vannucci, con Mirko Frezza e Alessandro Borghi. Intervengono il protagonista Mirko Frezza e la sceneggiatrice Anita Otto. Con Angelo Strabioli ed Emanuela Laonardi. Prezioso, anche stavolta, il sostegno della Società Engineering, sponsor ufficiale che ha espresso compiacimento per l'iniziativa e le sue finalità, sostenendone gli sforzi economici.

Sul fronte musicale, nella serata di sabato 27 luglio sono attesi Simone Stopponi, Francesco Bufalini e Francesca Dragoni nella formazione "Odio l'Estate Trio" che proporrà indie, cover e songwriter. Sabato 3 agosto, invece, largo a "...non solo jazz", la proposta di Fabio Ceccarelli (fisarmonica), Muri Morello (chitarra), Steve Laye (contrabbasso) e Tiziano Tetro (batteria e percussioni). Il leader del Fabio Ceccarelli Quartet vanta collaborazioni importanti con grandi musicisti come Morricone, Trovajoli, Ortolani, Piersanti, Bacalov e Piovani.

Mercoledì 7 agosto, poi, "Florence Cello Ensamble" nata nel 2010 sotto la direzione di Lucio Labella Danzi, docente del Conservatorio Cherubini di Firenze, che ha coinvolto violoncellisti attivi in orchestra e nel campo della didattica strumentale il cui talento ha dato vita ad una delle realtà toscane più apprezzate nel suo genere. Nel repertorio, musiche di Shostakovich, Brahms e Dvorak. Musica sotto una pioggia di stelle cadenti, sabato 10 agosto con Michele Ascolese e Natalio Manglavite Duo - Latin Jazz.

Al piano, l'argentino Natalio Louis Mangalavite che, dopo 25 anni al fianco di Ornella Vanoni come pianista e arrangiatore, è oggi fautore di progetti propri originali. Un pianista capace di trasmettere emozioni molto profonde e momenti di pura poesia attraverso la tradizione musicale del suo paese, soprattutto del Tango. Alla chitarra Michele Ascolese, uno dei più apprezzati sessionman del panorama musicale italiano, per anni stretto e preziosissimo collaboratore di Fabrizio De Andrè.

Sabato 24 agosto, il concerto "Piano Solo" di Rita Marcotulli, che ha collaborato tra gli altri con Chet Baker, Steve Grossman, Jo Lovano e molti altri mostri sacri del jazz mondiale. Partecipando alla realizzazione del film "Basilicata Coast to Coast" per il quale si è occupata della colonna sonora, ha ricevuto il Ciak d'Oro, il Nastro d'Argento alla migliore colonna sonora, il David di Donatello per il miglior musicista (prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento) e il Premio Top Jazz 2011 come miglior artista del jazz italiano secondo la rivista "Musica Jazz".

A chiudere gli appuntamenti musicali, sabato 31 agosto, saranno docenti e allievi della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole" di Orvieto, dando spazio ad un repertorio ispirato alla polvere di stelle. Tra cinema e musica, c'è posto poi per lo spettacolo. Quello che Davide Ruffinengo porta in giro per l’Italia presentando una dozzina di titoli e raccontando storie e aneddoti sul mondo dei libri ha per titolo "Il Libraio suona sempre due volte". Lo propone, ad ingresso gratuito, mercoledì 17 luglio .

In un Paese dove solo il 14% delle persone legge almeno un libro al mese e dove il popolo dei non lettori è stimato al 50%, Ruffinengo dimostra come quello dei librai è "un mestiere che può sopravvivere solo se si accetta il rischio di reinventarsi e sperimentare". In programma, anche appuntamenti dedicati ai più piccoli, ovvero "Storie a Cielo Aperto - Narrazioni". Storie, favole, filastrocche, spettacolo di marionette con la Compagnia "La Capra Ballerina" che mercoledì 24 luglio mette in scena una fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen.

"Storie a Cielo Aperto - Lettura ad Alta Voce", domenica 28 agosto, per una divertente maratona di storie animate. Un percorso a tappe, sempre ad ingresso gratuito, accompagnato da "due amici speciali, silenziosi e leggeri, eccentrici e coinvolgenti". "Economia e Territorio. Orvieto al centro dell'Italia" è, invece, il titolo dell'intervista del giornalista e scrittore Marco Fratini all’economista e storico Giulio Sapelli attesa nella serata di venerdì 26 luglio.

La sezione Food & Beverage, che accompagnerà diversi degli appuntamenti di "ONE. Orvieto Notti d'Estate", è curata da Consorzio Tutela Vini di Orvieto, Caffè Montanucci, RistoBar "Sale & Pepe" e "L'Officina del Gelato". Parole, immagini, note e un bicchiere di vino nella cavea della biblioteca. Nessun dorma.

Per ulteriori informazioni:
0763.531496 - info@cantiereorvieto.it
promozione@teatromancinelli.it

Commenta su Facebook