cultura

Gianni Rodari, un autore per le tre età

domenica 14 aprile 2019
di Gianluca Foresi
Gianni Rodari, un autore per le tre età

Oggi, 14 Aprile 2019, ricorre l’anniversario della morte di Gianni Rodari, uno dei più grandi scrittori per ragazzi del XX secolo. Questa è l’occasione per riportare all’attenzione il corso di Lettura Emozionale, che Gianluca Foresi tiene all’Università delle Tre Età di Orvieto. Quest’anno è stato scelto l’autore di Omegna come oggetto del corso; innanzitutto perché Rodari è stato un autore poliedrico, che ha saputo alternare sapientemente, lungo tutto l’arco della sua produzione, vari generi: prosa e versi, fiabe e filastrocche, racconti e romanzi.

Pochi come lui hanno saputo raccontare con semplicità, ma allo stesso tempo profondità e capacità di scandaglio, il variegato e a tratti sfuggevole e indecifrabile mondo interiore dei bambini. Gianni Rodari è stato capace di farci entrare nel teatro dell’infanzia, dando vita a una commedia umana dei più piccoli, un mondo che inevitabilmente strizzava l’occhio a quello degli adulti, poiché ognuno di noi da lì proviene. Grazie a lui la letteratura per l’infanzia è uscita dall’alveo delle produzioni minori per entrare a pieno diritto, nella sua affascinante complessità, nella letteratura tout court.

È stata affrontata la lettura di due testi significativi della sua produzione: "Favole al telefono" e "I viaggi di Giovannino Perdigiorno". L’obiettivo è quello di riscoprire un autore forse dai più dimenticato e farlo anche conoscere alla città di Orvieto, dove nella Biblioteca Comunale Luigi Fumi ha sede il centro a lui intitolato, nella speranza di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di rivitalizzare un'istituzione, che ormai non gode dell’interesse e dell’attenzione che meriterebbe.

A fine corso sarà realizzata da parte degli allievi una lezione dimostrativa aperta al pubblico; inoltre alcuni dei corsisti parteciperanno allo spettacolo "Inferno H2O" del laboratorio teatrale Essere EstroVersi, tenuto da Gianluca Foresi, che avrà luogo nei giardini dell’ex-caserma Piave giovedì 30 e venerdì 31 maggio.

 

Commenta su Facebook