cultura

Al via il progetto "Curarsi con i libri. Come un romanzo può cambiarci la vita"

giovedì 14 marzo 2019
di Davide Pompei
Al via il progetto "Curarsi con i libri. Come un romanzo può cambiarci la vita"

L'amore, l'amicizia, la solitudine, le paure interiori, il cambiamento. Il vivere e non solo sopravvivere in un'epoca quanto mai indecifrabile. Non insegna a farlo ma suggerisce come il laboratorio "Curarsi con i libri. Come un romanzo può cambiarci la vita" inserito nel Si.Bi.La.Bo. Festival, progetto finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali al Sistema Bibliotecario del Lago di Bolsena. Primo incontro della durata di due ore, lunedì 18 marzo alle 16.30 alla Biblioteca Comunale di Valentano. Il secondo, giovedì 21 marzo.

"Per alleviare lo stress – spiega il curatore del progetto, Gianni Abbate del Teatro Null – si passa dai rimedi che danno sollievo al corpo. Come una tisana, un massaggio rilassante, una bella dormita. A quelli che, invece, nutrono l’anima, l’andare in terapia, iniziare un corso di meditazione, o tenere gli amici al telefono per ore. La lettura è in grado di apportare un grande beneficio a entrambi. Ma un romanzo può veramente cambiarci la vita? Innanzitutto le storie dei romanzi ci permettono di accedere alla sfera dei sentimenti e delle emozioni dei protagonisti.

E in questo modo aumentano la nostra alfabetizzazione emotiva. Il vocabolario emotivo diventa più ampio e ciò migliora la definizione, l’espressione e la comprensione delle emozioni proprie e altrui. L’immedesimazione nelle storie dei personaggi, consente di sviluppare la capacità di sentire l’emotività dell’altro, cosa sta provando e come, ovvero l’empatia.  La lettura sollecita la mente a immaginare i personaggi della storia, i luoghi, le vicende, attivando così una creatività personale.

Lasciarsi andare all'immaginazione, all'astrazione, ha il potere di sospendere l'esperienza del momento presente e trasportare il lettore in altri mondi, di distanziarlo dalla realtà del quotidiano, senza però perdere il contatto con essa. Per questo motivo la lettura riduce le tensioni e lo stress. In questo senso, i libri possono essere grandi maestri di vita e compagni fedeli. Possono indicarci la strada in un periodo buio, oppure insegnarci qualcosa di importante. Se vi accostate a loro in modo aperto e senza pregiudizi, possono in un certo senso veramente 'cambiarvi la vita'.

Ogni volta che ci sentiamo giù di morale dovremmo rifugiarci nella letteratura e, in particolar modo, in quelle opere che sono costate all’autore anni di scrittura e che per questo richiedono un tempo di lettura lungo e approfondito. Questi libri riusciranno a donarci molto, molto di più di quello che può darci un qualsiasi dispositivo elettronico". Nel corso dei due incontri - l'ingresso è libero - si leggeranno e commenteranno pagine riscoprendo quanto "il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere".

Per ulteriori informazioni:
0761.453588

Commenta su Facebook