cultura

Giornata di casting per "Luna Nera", la nuova serie tv sulla stregoneria

venerdì 1 marzo 2019
di Davide Pompei
Giornata di casting per "Luna Nera", la nuova serie tv sulla stregoneria

On line, nomi, indiscrezioni e fughe in avanti si sprecano dal mese di aprile 2018. Segno che l'attesa è alta, sopratutto se di mezzo c'è Netflix, la piattaforma di streaming al lavoro per la realizzazione di una nuova serie tv italiana prodotta da Fandango. È da qui che arriva qualche punto fermo. Basata su un manoscritto di Tiziana Triana, che collabora alla realizzazione della serie insieme a Francesca Manieri ("Il Miracolo") e Laura Paolucci ("L'Amica Geniale"), "Luna Nera" racconta la storia di un gruppo di donne accusate di stregoneria nell’Italia del XVII secolo.

In particolare, un'adolescente costretta a fuggire dal suo villaggio insieme al fratello minore che troverà rifugio presso un gruppo di donne accusate di praticare magia nera. La protagonista sarà, quindi, costretta a scegliere tra un amore impossibile e un destino reale, in un mondo costantemente diviso tra ragione e misticismo. "Siamo entusiasti di sviluppare una storia così originale – ha dichiarato Erik Barmack, VP International Originals di Netflix – e con un nuovo partner in Italia.

Il manoscritto ha una fitta rete di personaggi, fa riferimento ad una mitologia profondamente radicata nella leggenda locale e ci offre l’opportunità di realizzare uno show tutto al femminile in modo unico in Italia". "Il nostro Paese – le parole di Domenico Procacci, CEO di Fandango – ha una ricchezza di storie, miti e leggende tale da ispirare spesso romanzi, film e anche serie provenienti da tutto il mondo. L’ambizione è quella di essere noi a raccontare questo straordinario immaginario narrativo e visivo, cercando di raggiungere un pubblico globale".

Per la regia circolano i nomi di Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi. Già all'opera la macchina organizzativa che farà rivivere sul piccolo schermo un 1600 "autentico, spettacolare e molto originale". Le selezioni per la ricerca di comparse prenderanno il via venerdì 1° marzo, dalle 9.30 alle 17.30 nella Sala Consiliare del Comune di Farnese in vista delle riprese che orientativamente avranno luogo tra fine marzo e metà giugno. Casting aperti a bambine e bambini dai 5 ai 14 anni e poi donne e uomini dai 18 ai 74 anni, residenti o domiciliati in zona.

Banditi doppi tagli, rasature, capelli con meches o tinte moderne, piercing e tatuaggi su parti del corpo a vista quali collo, avambraccio, polso, orecchie e viso. Vietate anche sopracciglia tatuate, unghie ricostruite, french o qualsiasi elemento che non sia naturale, seno e labbra comprese. Per gli uomini, la lunghezza dei capelli dovrà essere almeno di un paio di centimetri. Per le donne, dal collo in giù. Per sostenere il casting, inoltre, bisognerà arrivare minuti di fotocopia di carta d’identità, codice fiscale e Iban personale.

Per le figurazioni non comunitarie, oltre a questa documentazione, sarà necessario portare anche una fotocopia fronte e retro ben leggibile del permesso di soggiorno e del passaporto dove compaiono foto e scadenza del documento, entrambi in corso di validità. Tutti i candidati dovranno fornire email e numero di telefono. In assenza di documenti e requisiti richiesti si verrà automaticamente esclusi dal casting. Per partecipare a quest'ultimo sarà necessario partecipare al provino. Non saranno accettate, infatti, candidature tramite mail. Nuovo appuntamento, martedì 5 marzo, stesso orario, alla Sala degli Almadiani di Viterbo, in Piazza dei Caduti.

Tra i primi ciak, quelli da martedì 2 a venerdì 5 aprile, in Piazza del Castello, nella frazione di Montecalvello, storica dimora del pittore Balthus immersa nella Valle del Tevere al confine tra Lazio e Umbria, dove per l'occasione sarà in vigore il divieto di sosta. Sarà comunque garantito l'accesso alle abitazioni e ai locali che affacciano sulla piazza. Divieto di sosta anche su Strada Montecalvello, limitatamente alla sola area Ex Scuola e Lavatoio. Confermata la fermata dell'autobus Francigena.

Per ulteriori informazioni:
segreteria@cinecasting.it

Commenta su Facebook