cultura

"Un mondo di fiabe" fa tappa alla Scuola Primaria

lunedì 11 febbraio 2019
"Un mondo di fiabe" fa tappa alla Scuola Primaria

Il Teatro Null, Officina culturale della Regione Lazio I porti della Teverina, martedì 12 febbraio fa tappa nella Scuola Primaria di Civitella D’Agliano con fiabe e leggende da tutto il mondo. "Attraverso la lettura di favole, storie e leggende provenienti da tutto il mondo” - dice il suo curatore Gianni Abbate – “Vogliamo far vivere emozioni, incuriosire e divertire. La lettura ad alta voce fa emergere il grande valore sonoro della parola, con la sua capacità di evocare suoni e sensazioni.

Un libro è grande almeno quanto un teatro e un attore può muoversi al suo interno come su un palcoscenico: essere insieme il personaggio e la scenografia, la voce e la colonna sonora. Nelle nostre letture animate si fa uso della pantomima, antica forma drammatica di cui si servivano i comici della commedia dell’arte, e più vicino a noi il grande Dario Fo.

Eliminando, quindi, scene e costumi, si lascia alla fantasia dei bambini e anche degli adulti, di spaziare liberamente in tutte le direzioni e di interagire con l'attore. In più le letture sono arricchite da una serie di effetti sonori artigianali per riprodurre vento, uccelli, cavalli, porte e altro, un po’ come fanno i rumoristi per gli sceneggiati radiofonici. E’ una formula consolidata che ha riscosso sempre enorme successo.

Questa tappa è dedicata ai bambini della classe terza e alla Primaria di Civitella D’Agliano saranno presenti anche le classi delle Primarie di Bagnoregio e Castiglione in Teverina. Perché questo è uno dei principali obiettivi dell’Officina “I porti della Teverina”: scambio e circuitazione fra i Comuni dell’Officina. Noi proponiamo un senso sociale della cultura, un’interpretazione del fatto culturale come fatto vivo e presente di azione e relazione". In scena, oltre a Gianni Abbate, Ennio Cuccuini. Uno stimolo alla lettura che porterà poi i bambini a riscoprire da soli, leggendo, le emozioni provate ascoltando.

 

Commenta su Facebook