cultura

"La Visita Pastorale: strumento di conoscenza di un territorio"

martedì 29 gennaio 2019
di Davide Pompei
"La Visita Pastorale: strumento di conoscenza di un territorio"

Dieci date, due mesi e molteplici sedi per la 14esima edizione del Corso per la Formazione di Volontari in Valorizzazione dei Beni Culturali Ecclesiastici nella Diocesi di Orvieto-Todi, promosso dall'Associazione "Pietre Vive" che, come annunciato, viene anticipato all'inizio dell'anno. Confermato il tema – "La Visita Pastorale: strumento di conoscenza di un territorio" – suggerito dal vescovo Benedetto Tuzia nella convinzione che la trattazione e l'approfondimento delle tematiche legate all’importanza della visita pastorale nei secoli permettano di conoscere meglio la storia della Diocesi Orvieto-Todi.

Ed è proprio una visita pastorale quella che da sabato 8 settembre 2018 a domenica 17 febbraio 2019 porta nuovamente il presule a stretto contatto con le realtà che animano un territorio diocesano come quello di Orvieto-Todi che su una superficie di 1.310 chilometri quadrati conta 90.473 abitanti, 92 parrocchie, 21 unità pastorali e 6 vicariati con l'intento di "scoprire tesori di grazia e di santità custoditi nel cuore delle nostre famiglie e comunità parrocchiali".

In ossequio all’indicazione paolina "Ciò che è buono e santo io cerco tra voi" (cf. Filippesi 4, 17), l'azione del vescovo nel corso della sua visita è quella di "incoraggiare, rianimare, confermare e consolare, per far sì che i cristiani ritrovino l'entusiasmo del primo impegno". Se "la visita pastorale 'Anima Episcopalis Regiminis' è considerata come un segno della presenza del Signore che incontra il suo popolo, il vescovo è l’immagine del Buon Pastore che cura il proprio gregge".

Uno strumento importante e collaudato nei secoli, che costituisce un dovere per ogni vescovo ed una preziosa occasione di mutua conoscenza tra lui, il suo popolo e l’intero territorio diocesano chiamato ad un'azione apostolica sempre più intensa. Quanto ai circa 20 seminari di studio promossi quest'anno, chiamano in cattedra esperti relatori tra storici dell'arte, architetti, teologi, archivisti, docenti universitari, letterati e studiosi in genere.

Si inizia venerdì 1° febbraio alle 16.30 alla Sala Pieri dell'Episcopio di Orvieto con quello dedicato al tema "Fonti di archeologia cristiana. Le aree cimiteriali paleocristiane. Le catacombe di Santa Cristina in Bolsena" tenuto da don Ruggero Iorio e, seguito alle 17.50 dalla lezione dell’architetto Maurizio Damiani dedicata alla "Storia dell’architettura sacra. Lettura di un monumento".

Sabato 2 febbraio, invece, alle 9 nella stessa sede è attesa la lectio magistralis del professor Luciano Osbat su "La riorganizzazione della Chiesa dopo il Concilio di Trento, attraverso la Visita Pastorale", cui seguirà alle 11.15 all'Archivio Diocesano il seminario su "La Visita Apostolica di Monsignor Binarino" tenuto da monsignor Luigi Farnesi e dal dottor Luca Giuliani.

All'Archivio Diocesano presso l'Episcopio di Todi sabato 9 febbraio alle 9.30 don Alessandro Fortunati affronta "Il vissuto di una comunità diocesana. La Visita Apostolica del Camajani". Alle 11.30, invece, l'appuntamento è all'Archivio del Comune in compagnia del dottor Filippo Orsini per scoprire "L'Archivio Comunale di Todi. Fondi parrocchiali".

"Il vissuto di una comunità parrocchiale. Un esempio virtuoso" guida il pomeriggio orvietano di venerdì 15 febbraio. A partire dalle 15.30 nel Complesso di Sant'Andrea si alternano l'archeologo Francesco Pacelli ("I Sotterranei di Sant'Andrea"), l'architetto Catia Cruciani ("Chiesa di Sant'Andrea"), l'archivista Luca Giuliani ("L'Archivio e la Biblioteca della Parrocchia di Sant'Andrea").

Quest'ultimo sale in cattedra anche sabato 16 febbraio alle 9 alla Sala Pieri dell'Episcopio per parlare de "La riorganizzazione diocesana del Novecento: la soppressione di alcune parrocchie". Seguono alle 10.30 il sopralluogo alla Chiesa di Sant'Angelo guidato dall'architetto Raffaele Davanzo e alle 12 quello alla Chiesa dei Servi di Maria a cura della professoressa Maria Teresa Moretti.

Doppio anche l'appuntamento per sabato 23 febbraio con monsignor Andrea Lonardo che alle 10 alla Sala Pieri illustra "I misteri di Cristo nella raffigurazione del Nuovo Testamento" e alle 11.15 conduce il sopralluogo in Cattedrale. Itinerante la giornata di sabato 2 marzo affidata a Francesco Campagnani e Filippo Orsini che guidano il sopralluogo tuderte dalla Sala del Trono del Palazzo Vescovile al Duomo e ancora la Cappella Cesi, la Fontana Cesi e la Chiesa di San Fortunato.

Ad Orvieto, giovedì 7 marzo alle 16.45 nella Chiesa di San Giovenale è la volta dell'incontro con i responsabili della Ditta "Ikuvium" che illustreranno gli affreschi restaurati nel 2014. Particolarmente atteso, l'appuntamento di sabato 9 marzo alle 9 alla Sala Pieri con il professor Antonio Natali, già direttore della Galleria degli Uffizi, su "Il Cinquecento a Firenze da Michelangelo a Giambologna e Mochi. Riflessioni su una mostra" e alle 11 nella Chiesa di Sant'Agostino con "L'Annunciazione di Francesco Mochi".

Ultimo appuntamento, quello di sabato 16 marzo alle 9.45 nella Sala Pieri con "Appunti di Metodologia della Comunicazione" di don Marco Pagnotta, parroco del Duomo di Orvieto, e alle 11.30 con "Il fine di un progetto è fare accoglienza: i volontari, custodi del patrimonio" a cura della dottoressa Giovanna Bandinu, presidente dell'Associazione "Pietre Vive".

Il corso è gratuito e aperto a tutti. L'iscrizione potrà essere effettuata attraverso gli appositi moduli reperibili sul sito della Diocesi che da lunedì 18 febbraio sarà completamente rinnovato o presso l'Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi, situato al civico 19 di Piazza Duomo, e aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.30. Le assenze non potranno superare il 30% delle ore dell'intero corso, al termine del quale sarà rilasciato un attestato di partecipazione. L'iniziativa è realizzata con il contributo 8xMille alla Chiesa Cattolica.

Qui, il depliant riepilogativo dell'iniziativa.

Per ulteriori informazioni:
Associazione "Pietre Vive" – Piazza Duomo, 19
Tel. 0763.341264 – Fax 0763.395008
asspietrevive@libero.itwww.diocesiorvietotodi.it

Commenta su Facebook