cultura

Sulla luna a scuola di cinema all'Istituto Omnicomprensivo "Raffaele La Porta"

venerdì 11 gennaio 2019
Sulla luna a scuola di cinema all'Istituto Omnicomprensivo "Raffaele La Porta"

Laboratori, seminari, visioni di opere filmiche, visite didattiche, cineforum e infine la partecipazione ad un festival per ragazzi! Nove mesi appassionati, a cominciare da gennaio 2019, al “chiaro di luna”, per conoscere e apprendere il linguaggio del cinema.  È questo il regalo per il nuovo anno che l’Istituto Omnicomprensivo dell’Alto Orvietano “Raffaele La Porta” ha voluto fare agli studenti del secondo anno delle scuola secondarie di I grado di Fabro, Ficulle, Montegabbione e Monteleone.  “Si tratta di un progetto – ha riferito la Dirigente dell’Istituto dott.ssa Cristina Maravalle – finanziato dal bando "Cinema per la scuola - I progetti delle e per le scuole" Azione A3 "Cinema scuola Lab” al quale abbiamo partecipato, grazie al prezioso interessamento di alcune “esorte”,  nel mese di giugno.

“L’idea di Viaggio sulla Luna…Da Méliès a Kubrick 100 anni di cinema in 100 sequenze  (questo il titolo del progetto) – ha spiegato la Dirigente – è quella di promuovere un percorso di alfabetizzazione cinematografica per gli allievi delle classi seconde con l’obiettivo di promuovere l’acquisizione di competenze relative alla decodifica e all’impiego in chiave didattica dell’immagine visiva-auditiva e lo sviluppo del pensiero critico nei ragazzi”.  “In altri termini: poiché gran parte della cultura e dell’immaginario della nostra modernità passa per il cinema e per l’audiovisivo, la trasmissione di questo linguaggio tramite attrezzature cognitive più solide e creative contribuisce a completare, a parer nostro, l’idea di una formazione umanistica e scientifica all’altezza delle grandi sfide del futuro”.

La Luna rappresenta il “filo d’Arianna” di questa scuola di cinema. Sarebbe stato più preciso scrivere “la luna dentro i film” giacché si inizia con George Méliès, il regista francese che nel 1902 realizzò un Viaggio sulla Luna con tanto di razzo conficcato nell’occhio del nostro dolorante satellite per finire all’Odissea nello spazio di Stanley Kubrick.  Si parla di Luna per parlare di cinema, del suo fascino, delle sue emozioni ma anche dei suoi meccanismi, delle sue logiche, della sua grammatica.

Il progetto si articola in diverse azioni: 1) un laboratorio annuale di analisi del film e di alfabetizzazione al linguaggio cinematografico; 2) un laboratorio di animazione con l’impiego della tecnica stop motion; 3) partecipazione a seminari e attività laboratoriali presso il Centro Romano di Fotografia e Cinema per approfondire l’esperienza del SET 4) partecipazione a Ragazzi e Cinema Festival organizzato dall’Associazione Ragazzi e Cinema di Bellaria Igea Marina e partecipazione ai laboratori correlati. 5)  “Muti sulla luna: Visione- Scienza-Musica”. Breve rassegna di cortometraggi silenziosi accompagnati da musica per pianoforte dal vivo e osservazione astronomica nel parco di Villalba. L’evento sarà aperto alla cittadinanza e i ragazzi saranno direttamente coinvolti nell’organizzazione dell’evento e della rassegna di cortometraggi.

Diversi i soggetti coinvolti, a vario titolo, dal progetto: i comuni di Fabro, Ficulle, Monteleone, Montegabbione e Parrano, la Società Cooperativa Sociale Il Quadrifoglio, l’ Associazione Culturale Radio Orvieto Web, Orvietonews.it, CINEMATRE S.r.l. Multisala Cinematografica, Clev Village, l’Associazione sedicicorto. Cooperativa Sociale arl Onlus, “Ragazzi e Cinema”,  PIETRA 157 SRLS – Centro romano di fotografia e cinema, Associazione Scientifica Astronomica Nuova Pegasus.

Commenta su Facebook