cultura

"Pitigliano in scena. Che la festa cominci" insieme a Enrico Lo Verso

giovedì 20 dicembre 2018
di Davide Pompei
"Pitigliano in scena. Che la festa cominci" insieme a Enrico Lo Verso

C'è un po' di Sicilia nella Bassa Toscana. Ce la porta il palermitano Enrico Lo Verso, vestendo i panni di Vitangelo Moscarda per uno dei classici della letteratura nazionale contemporanea come "Uno, nessuno e centomila", tratto dal romanzo di Luigi Pirandello, siciliano di Agrigento, nel riadattamento di Alessandra Pizzi. Ne esce una figura moderna, perennemente alla ricerca di conferme esterne nei perigli della sua quotidianità.

Fino all’acquisizione della consapevolezza affinché la vita si apra come in un gioco di scatole cinesi. Partenza in grade stile, insomma, domenica 13 gennaio alle 17.30. Si tratta della prima delle sei proposte – una delle quali per bambini – della Stagione di Prosa del Teatro Salvini di Pitigliano promossa dal Comune in collaborazione con la Fondazione Caffeina Cultura. Il via alla Campagna Abbonamenti all'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, giovedì 20 dicembre.

"Pitigliano in scena. Che la festa cominci", il titolo scelto per proporre ai cittadini e agli appassionati "la migliore prosa nazionale in una formula che ha a cuore la prossimità ed è appassionata al territorio – sottolinea Annalisa Canfora, direttrice artistica di Teatro Caffeina – uno stile pensato per un teatro che possa parlare alla gente ed emozionare le persone, sempre garantendo proposte di eccellenza e qualità".

"Il Teatro Salvini – rilancia il sindaco Giovanni Gentiliè un punto di riferimento per i Comuni della Maremma Grossetana e dell'Alto Lazio e può diventare un polo di attrazione e scambio culturale per persone di tutte le età. Siamo un'Amministrazione giovane, con una grande voglia di rinnovare e di investire in cultura. Riconosciamo il teatro come esperienza centrale nella crescita culturale della comunità, e per questo abbiamo scommesso anche sul laboratorio per bambini".

Domenica 27 gennaio, sempre alle 17.30 nel cuore della "piccola Gerusalemme" arrivano le risate e l’ironia di Stefano Masciarelli e Fabrizio Coniglio con "Stavamo meglio quando stavamo peggio", uno sguardo divertente e scanzonato su di un’Italia passata, forse più allegra, che sapeva ridere e giocare. Musiche dal vivo di Diego Trivellini. Domenica 24 febbraio, stesso orario, invece, Massimo Wertmüller e Anna Ferruzzo portano in scena i personaggi, un po’ maschere e un po’ realtà, de "La Gente di Cerami" con i musicisti Alessio Mancini e Sergio Colicchio.

Le storie create dalla penna di Vincenzo Cerami con le musiche originali di Nicola Piovani cedono il palco domenica 10 marzo alle 17.30 alla grande letteratura divenuta ancora una volta prosa d’impatto con "Moby Dick. La bestia dentro". Sul palco, Stefano Sabelli e Gianmarco Saurino. Musiche dal vivo, Giuseppe Spedino Moffa. Il titolo di Melville grazie all’acclamato lavoro sui testi e sulla regia di Davide Sacco diventa una proposta ad immersione totale, uno spettacolo poetico adatto ad adulti, bambini e famiglie.

La storia presente è protagonista domenica 31 marzo alle 17.30 con "Cabaret Sacco e Vanzetti" di Michele Santeramo, con Raffaele Braia e Valerio Tambone per la regia di Giampiero Borgia, che porta in scena in modo originale la storia dei due anarchici italiani giustiziati all’inizio del XX secolo negli Stati Uniti d'America dopo esser divenuti protagonisti di un circo mediatico e giudiziario. Completa l’offerta lo spettacolo per i bambini, pensato per le scuole, "Alice nel Paese delle Meraviglie", di e con Chiara De Bonis. Ancora da definire la data.

Per abbonamenti e prevendite, è possibile rivolgersi oltre che allo IAT ai numeri 0564.617111 e 350.0382685 (martedì dalle 10 alle 12; giovedì dalle 15 alle 17; venerdì dalle 10 alle 12), anche direttamente al teatro il giorno prima degli spettacoli, dalle 10.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 18. Biglietto unico: intero platea 12 euro; ridotto platea 10 euro; intero galleria 10 euro; ridotto galleria 8 euro. Under 12: 4 euro. Abbonamenti a 5 spettacoli: intero platea 50 euro; ridotto platea 40 euro; intero galleria 45 euro; ridotto galleria 35 euro. Hanno diritto alle riduzioni gli under 25 e gli over 65. Prezzo biglietto teatro per ragazzi: 3 euro.

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 marzo

Orvieto basket in trasferta a Foligno, sfida tra le big del campionato

Proiezione del documentario "Un monte d'acqua" e dibattito sull'impatto della geotermia

"Propaganda and Ideology in Rome". A Orvieto gli studenti del master in Storia antica della University College London

Orvieto Basket. Delusione reatina per l'Under 17

Avviate le attività di riproduzione per le specie ittiche. Divieti di pesca, ecco dove

Sale il livello dei fiumi, Paglia e Chiani "osservati speciali"

Azzurra, Cagliari – Orvieto 82-70 ma la salvezza è molto più vicina. Ultimo appuntamento della regular season

Dal Vinitaly una prospettiva per dare maggiore evidenza al vino di Orvieto e al Territorio

"La fotografia si tinge di rosa". Dopo il contest, arriva la mostra

Caccia ai ladri nell’Orvietano, scappano a piedi dopo un lungo inseguimento

City Camps a Ficulle con l'Associazione Culturale Linguistica Educational

Edilizia: sindacati, settore "massacrato". Il rinnovo del contratto integrativo è un'occasione per il rilancio

Terza edizione de "La Città del Corpus Domini" nel segno della bellezza

Con l'Umbria che si sveglia presto. Sette punti per un contratto elettorale dell'Orvietano con la presidente Marini

Intercity 581, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti si attiva verso Rfi e Trenitalia

Il Libro Parlante apre col botto: il 12 aprile incontro con David Grossman

Operazione "Silver and Gold", primi riconoscimenti della refurtiva

Piena fiducia del Sindaco all'Assessore alla Cultura

Tevere in piena a Marsciano, cade in un fosso e annega