cultura

In mostra a Milano i reperti etruschi del Manu e del Museo Archeologico di Orvieto

domenica 2 dicembre 2018
In mostra a Milano i reperti etruschi del Manu e del Museo Archeologico di Orvieto

Cinque pregevoli reperti etruschi sono partiti da Perugia alla volta di Milano, in prestito temporaneo.  Quattro appartengono al Museo Nazionale Archeologico dell’Umbria e il quinto (un’antefissa, elemento in terracotta posto sulla testata delle travi di un tetto o sulla sommità dei templi etrusco-italici, con testa femminile) al Museo Archeologico Nazionale di Orvieto.

Saranno esposti nella mostra "Il viaggio della Chimera. Immagini etrusche tra archeologia e collezionismo" che sarà inaugurata al Museo Civico Archeologico di Milano martedì 11 dicembre per terminare domenica 12 maggio 2019. L’esposizione, che vede tra gli altri la presenza nel Comitato scientifico del Segretariato regionale del Mibac per la Lombardia e della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio della città metropolitana di Milano, intende soffermarsi sull’immaginario figurato etrusco attraverso il vasellame e i canopi (vasi funerari, tipici dell’Egitto e dell’Etruria (Chiusi) con la parte superiore in forma di testa umana, destinati alla conservazione dei visceri mummificati del defunto o a raccoglierne le  ceneri) evidenziandone sia gli aspetti originali sia il rapporto con le altre culture.

Al centro sono le relazioni culturali e commerciali con il mondo Greco e Fenicio e con il Mediterraneo Orientale nonché il ruolo degli Etruschi nella diffusione di oggetti e nella trasmissione di miti greci nel Mediterraneo. Tra il materiale prestato spicca per valore un “Thymiaterion (bruciatore d’incenso) a gambe umane”.

«Continua così - come ha sottolineato Luana Cenciaioli, direttrice del Museo nazionale archeologico dell’Umbria e Museo archeologico nazionale di Orvieto - l’attività di promozione e valorizzazione del patrimonio archeologico regionale, un patrimonio ovunque particolarmente apprezzato, come attesta lo straordinario successo riscosso recentemente dagli oltre 1300 pezzi provenienti dagli scavi orvietani di Campo della Fiera esposti al Musée national d’histoire et d’art in Lussemburgo in occasione della mostra “Le lieu céleste. Les Etrusques et leurs dieux. Le sanctuaire fédéral d’Orvieto. Il luogo celeste. Gli Etruschi e i loro dei. Il santuario federale di Orvieto”».

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro