cultura

Alice Rohrwacher: "Il mio Lazzaro, felice nonostante la bontà calpestata"

lunedì 11 giugno 2018
di Davide Pompei
Alice Rohrwacher: "Il mio Lazzaro, felice nonostante la bontà calpestata"

Circondata dall'affetto di quel pubblico che parla un dialetto affine ai protagonisti dei suoi film, ad Orvieto sabato 2 giugno ha chiuso tra gli applausi la tredicesima edizione del Festival Internazionale d'Arte e Fede che, già nel 2011, l'aveva fortemente voluta ospite per tenere a battesimo "Corpo Celeste".

Stessa accoglienza, stessi locali saturi nella serata di lunedì 4 giugno, anche a Bolsena per il prologo della settima edizione della rassegna "CineCastello". L'ha riportata nuovamente in Umbria, l'incontro di mercoledì 6 giugno al Cinema Postmodernissimo di Perugia e ancora nel Lazio, quello di giovedì 7 giugno al Cinema Etrusco di Tarquinia.

Come una trottola che alterna i red carpet del Festival di Cannes – dal 71esimo è tornata con il Premio per la Miglior Sceneggiatura – agli interrogativi che semina nelle sale cinematografiche di provincia con "una favola laica non immediata, che necessita del tempo di cui oggi non si dispone", Alice Rohrwacher inizia a raccogliere i frutti del lungo lavoro di gestazione che ha accompagnato la sua terza pellicola.

Sarà, questa, l'estate del suo "Lazzaro Felice", al Multisala Corso di Orvieto prorograto fino a mercoledì 13 giugno, candidato a tre Nastri d'Argento (Miglior Film, Miglior Attrice Non Protagonista Nicoletta Braschi, Miglior Scenografia Emita Frigato) e designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici SNCCI – e degli incontri nelle piazze, nelle arene e nei cinema anche di quel territorio di confine che è punto d'origine e ritorno, oltre che continua fonte di ispirazione in termini di racconto cinematografico.

Con cifra poetica e montaggio documentaristico ormai ben riconoscibili. Al suo fianco finora, nelle presentazioni, gran parte del cast reclutato proprio in queste zone. "Sicuramente – osserva – non ho sofferto di solitudine. Mi sono trovata molto bene con tutti, a partire da Adriano (Tardiolo, il giovane di Allerona che interpreta Lazzaro) che non era venuto a fare il provino e che, in un'epoca in cui tutti amano essere protagonisti, ha detto con onestà 'Non posso accettare di fare un lavoro che non conosco'. Fortunatamente, insieme a Chiara Polizzi, casting director, lo abbiamo convinto".

Il biondissimo Luca Chikovani, che interpreta l'autoritario ma vulnerabile Tancredi, invece, è uno YouTuber. "Serviva qualcuno, preda della propria fantasia, abituato a raccontarsi. All'inizio, era regista di se stesso, si gestiva da solo, poi si è lasciato guidare". Accanto a Sergi López, Natalino Balasso ed Alba Rohrwacher, anche Giulia Caccavello, Carlo Tarmati, Luciano Vergaro e un vero e proprio esercito di volti la cui mimica facciale ha dato spessore ai 54 braccianti, che come le api de "Le Meraviglie", sciamano intorno all'Inviolata, la casa colonica che tra padroni e mezzadri racconta una dimensione corale e rurale, intrisa di nostalgia e impotenza.

Vittime inconsapevoli, tra miseria e nobilità, di quei confini amari e del grande inganno ordito, in pieni anni '90 e poi con un salto temporale, dalla Marchesa Alfonsina De Luna. Il paragone con Ermanno Olmi, Pier Paolo Pasolini e tutti coloro che per primi si sono accostati al tema agreste del riscatto sociale? "Se siamo quello che mangiamo, siamo anche quello che vediamo. Le citazioni non avvengono sempre in maniera consapevole, ma sono il frutto dei tanti di cui mi sono nutrita. Se qualcuno ha ritrovato nelle scene della trebbia, dello sputo nella ricotta e nel freddo alienante della città, questi maestri del cinema, è il cinema che è diventato memoria ed è tornato in me, nella mia attività.

Sul set, c'è stata totale continuità tra le riprese e le pause-pranzo. Abbiamo popolato la campagna abbandonata, piantato il tabacco. In inverno c'è mancata quell'estate tutti insieme in un luogo divenuto di tutti, come uno scrigno della memoria. Nel bene e nel male, lì era più chiaro chi fosse la Serpe Avvelenata. Inizialmente il film doveva essere girato tra i ponti e le strade crollate della Calabria, poi non abbiamo trovato ispirazione.

Anziché Nord e Sud, la geografia di un luogo può essere letta come Interno ed Esterno. E questo film racconta una migrazione domestica, dall'interno alla città. Sorte ha voluto che trovassimo i giusti paesaggi a Vetriolo, nella Valle dei Calanchi. Dietro Civita di Bagnoregio, c'è un mondo fermo nel tempo, come se niente fosse accaduto. Il turismo ha creato un tappo. Lì c'è un luogo che raccontata tanti luoghi isolati.

L'immagine dei contadini al di là del Fiume Paglia che non vogliono attraversare racconta una migrazione che possiamo associare ad altre fughe contemporanee verso posti che non sappiamo bene cosa siano. Nonostante massacriamo, calpestiamo e approfittiamo della bontà, questa è qualcosa che ritorna intatta, sempre uguale. Non conosce tempo. Anche se si trovasse di fronte all'uomo più cattivo del mondo, Lazzaro sarebbe accogliente di fronte al suo prossimo.

Non può invecchiare perché è sempre intatto. Il finale è triste, ma la realtà è più dura e non sembra conservare memoria di questa bontà. Il lupo francescano se ne torna verso il silenzio, in un posto che forse è più accogliente. Quanto alla spinta del camioncino, c'è qualcosa di funebre. La storia con la campagna si è interrotta perché è stata sfruttata, violata, abusata da padroni che ne hanno approfittato fino all'osso. È stato negato all'Italia di avere un rapporto con la sua campagna.

Ci sono dei responsabili. Si è data troppa colpa ai contadini dell'abbandono delle terre con il miraggio della fuga in città. Intorno a me non vedo esempi che mi fanno credere che la bontà sia così virtuosa. In questa parabola preistorica o post-moderna, ci sono riferimenti biblici e letterari, una santità da decifrare. E poi c'è la musica. Il fatto che Lazzaro a prescindere dalla storia che io racconto, sia qualcuno di cui si canti grazie alla spinta creativa di Luciano Vergaro detto Catirre è la cosa più bella che poteva accadere".

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 giugno

Chiusura dell'ospedale, si attende la decisione del Tar dell'Umbria

L'Unitre di Orvieto ringrazia l'ingegnere Gianluca Polegri

PCI: "Ancora prognosi riservata per la nostra sanità"

Riapre la piscina comunale di Castel Viscardo - Pianlungo

"La Compagnia dei Naturali", il laboratorio integrato per bambini e giovanissimi che fabbrica amicizie, invenzioni ed emozioni

Scale mobili rotte il giorno del Corpus Domini. Olimpieri (IeT): "Altra figuraccia!"

Michele Fattorini primo a "Lo Spino"

Geotermia, documento della Rete Nogesi sulla zonizzazione toscana: "Tutto da rifare!"

Apertura serale all'Orto Botanico "Angelo Rambelli"

Sentieri

La notte delle streghe all'Osteria da Shakespeare

Non è "cosa buona e giusta" che la politica si profitti del popolo

Comitato Risparmiatori

"Ludi alla Fortezza", Templari al Palazzo dei Sette

"Africa in Piazza". Musica, cucina e solidarietà a favore dell'Etiopia

"Sì, sono amareggiato e dispiaciuto. È difficile lavorare con voi"

Torneo dei Quartieri di Basket "Corrado Spatola", le novità dell'ottava edizione

La Fondazione Centro Studi "Città di Orvieto" presenta consuntivo 2016 e primi risultati semestre 2017

Profumi e colori sul lago per la 17esima edizione della "Festa delle Ortensie"

52esima "Staffetta dei Quartieri", settima vittoria per l'Olmo. I biglietti estratti

Corpus Domini, in archivio tra luci e ombre l'edizione 2017

"In caso di perdita del segnale di videosorveglianza, impianti di mobilità non possono essere tenuti in esercizio"

Tamponamento lungo l'A1 tra Orvieto e Attigliano, incendio a Giove

Baschi-Todi chiusa per tir ribaltato, code in A1 per incendio

Casa della Salute, inaugurata la Rsa. "Tassello importante nella riqualificazione dei servizi"

24 Giugno 1947 – 24 Giugno 2017. Settantesimo anniversario del primo avvistamento U.F.O

Città blindata? Ladri in azione: furti in pieno centro durante la festa

Stage residenziali per ragazzi dagli 11 ai 14 anni presso il Parco di Villalba: 4/7 luglio - 11/14 luglio. Iscrizioni entro il 25 giugno 2011

"Sono scappati": Il PDL Orvieto punta il dito sul centro sinistra uscito dal Consiglio al momento del voto sulla finanza derivata

Presentati al Consiglio i neo Assessori Brugiotti e Marino. Gialletti: "basta avvicendamenti a mezzo stampa"

Il Corteo Storico vuole uscire dagli armadi. Tutto l'anno e una volta per tutte. La proposta dell'assessore Marino

Sui derivati incalza Gnagnarini: "Incredibile. Il Comune fa causa a chi paga denaro (BNL) e non a chi lo esige per 1 Mln l'anno (RBS)"

Festival di arte e fede. Rorwacher tenera encantadora: "Corpo Celeste" fa il pieno e cattura il pubblico

Alice Rorwacher, una singolare grazia: guarda l'intervista di Orvieto.TV

Vuoi vedere un Miracolo? Alice...

Allerona. Domenica 19 giugno, alle 18 nella Sala Polivalente, saggio finale del Corso di Canto 'Musica in Libertà'

E' scomparso Isidoro Galluccio, presidente della Fondazione Claudio Faina. Un ricordo anche per Luigina Bartella Zanchi

Un saluto al Presidente Galluccio

Allerona, Sala dell'Acqua. 2/3 - 9/10 luglio 2011: Mostra di pittura di Iolanda Dente

Ventiquattrenne orvietana denunciata per spaccio di droga. Operazione del Commissariato di Orvieto

Concluso alle scuole medie di Ciconia il progetto "Pianeta Acqua". Premiata la relazione migliore

Orvieto città Santuario. Se ne è parlato in Consiglio Comunale, ma la Curia frena

"Invece della terza discarica". Convegno degli Amici della Terra Orvieto venerdì 24 giugno 2011

Città inguaribile causa classe dirigente (di destra e sinistra) inadeguata salvo...

La Biblioteca "Fumi" cresce e si fa più "piccola". Completata, ma senza possibilità di apertura, l'area ragazzi

Torna la "Gran Fondo degli Etruschi". Al via la XVIII^ edizione domenica 21 giugno

Orvieto accoglie i partecipanti al Cammino Nazionale delle Confraternite

Gli impegni dei primi 100 giorni per Feliciano Polli, neo presidente della Provincia di Terni

Dissidi tra librerie: potrebbe saltare lo stand estivo del libro. Il Comune da il permesso poi lo revoca, la Libreria dei Sette minaccia azione legale

Musica fuori orario. Scattano i primi verbali

Rubate le bandiere dei Quattro Quartieri al Duomo

Autotreno si ribalta sulla A1. Code e rallentamenti nel tratto orvietano

Fine stagione per Radio Orvieto Web. Festa della Musica in ricordo di Francesco Satolli

Il Sottosegretario per i Beni Culturali On. Giro in visita a Orvieto. Plauso all'ottimo lavoro svolto per la reinstallazione della Maestà

Formazione, 1331 nuove opportunità nel catalogo della Provincia di Terni

Festa della Musica dell'Arci 2009 - "Più Spazio alla Musica - Più Spazi per la Musica"

Festa della salvezza per l'Orvieto Basket. Sabato alle 20,30 al PalaPorano

Il Coro “Canto Libero” di Allerona domenica a Spoleto per l’apertura del Festival dei due Mondi

Numeri vincenti della I^ lotteria Associazione Lea Pacini - Corteo Storico - Corteo delle dame

Domenica 21 e Lunedì 22 giugno turno di ballottaggio per l'elezione del Sindaco e Referendum sulla Legge Elettorale

E Toni Concina risponde in tempo reale

La Libreria Valente precisa la sua posizione rispetto alla soppressione della Fiera del libro: "del tutto estranea"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni