cultura

"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

martedì 24 aprile 2018
di Davide Pompei
"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

Oltre venti seminari di studio, sapientemente guidati da una rosa di altrettanti relatori. Figure illustri per declinare in duplici sedi il tema scelto dall'Associazione "Pietre Vive" d'intesa con la Diocesi di Orvieto – Todi, l'Ufficio BB.CC.EE. – l'organismo esecutivo della Consulta diocesana per l'Arte Sacra e i Beni Culturali Ecclesiastici – e l'Ufficio Cultura per la 13esima edizione dell'annuale corso che forma volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici.

Ovvero "Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza". Un tema vasto e al tempo stesso ricco di sfumature che si espone alla trattazione e all'approfondimento, legato com'è alle vicende storiche della nascita e dello sviluppo degli Ordini predicatori e mendicanti, per conoscere e sviluppare momenti fondamentale della storia non solo cittadina, ma anche diocesana.

"Il tema scelto – spiegano dall'Associazione – nasce anche dall’istituzione della prima Giornata Mondiale dei Poveri, voluta da Papa Francesco per il 19 novembre 2017. Proprio in virtù di questo, si desidera far emergere attraverso il corso alcuni Santi e Beati, quali esempi di virtù e testimoni di una vita condivisa con i più bisognosi, soprattutto nelle difficoltà quotidiane. Verranno, quindi, analizzate figure importanti a cominciare dal XII secolo.

Periodo in cui la Chiesa torna insistentemente a chiedere di seguire 'le orme di Cristo, vissuto in mezzo agli uomini, illuminandoli e trasformandoli'. Si parlerà della povertà di Francesco di Assisi, vissuta come gioia, trasporto umile e mite verso il Creato e dell'Ordine dei Frati Minori. Sarà analizzato l'approfondimento della fede posto in essere dai Domenicani per combattere, attraverso il filo delle Sacre Scritture e del pensiero teologico, gli errori degli 'avversari'.

Saranno oggetto di studio alcuni aspetti della vita, della storia e dell'insegnamento di Jacopone da Todi, di Tommaso D'Aquino, del Beato Tommaso da Orvieto, del Beato Ambrogio da Massa, dei Francescani e degli Agostiniani, che hanno vissuto nel nostro territorio nel corso dei secoli". Tra i relatori che si alterneranno tra Orvieto e Todi, da sabato 5 maggio fino a sabato 7 luglio, monsignor Vincenzo Paglia, il professor Emore Paoli, padre Jean Paul Hernandez, la professoressa Chiara Frugoni, padre Luciano Bertazzo, la professoressa Letizia Pellegrini.

Il corso per la formazione di volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi Orvieto-Todi, è gratuito ed è aperto a tutti. Studenti, studiosi, cultori della materia e coloro che manifestano interesse verso gli argomenti trattati. I seminari di studio, come ogni anno, si terranno ogni sabato, dalle 9 alle 13, presso i palazzi episcopali di Orvieto e di Todi, rispettivamente presso la Sala Pieri e la Sala del Trono, e nella Chiesa del Buon Gesù, in Orvieto.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
Associazione Diocesana "Pietre Vive"
Piazza Duomo, 19 – Orvieto
Tel. 0763.341264 – Fax 0763.395008
beniculturali@diocesiorvietotodi.it

Commenta su Facebook