cultura

Santo Patrizio e il pozzo delle anime

domenica 11 marzo 2018
di Mirabilia-Orvieto
Santo Patrizio e il pozzo delle anime

San Patrizio indica al cavaliere Ivano l’ingresso al Purgatorio, particolare affresco XIII sec. Todi

Il Pozzo di San Patrizio. Perché? Quando fu costruito, il fantastico pozzo di Orvieto fu subito battezzato col nome di Pozzo della Rocca, ma col passare degli anni, nacquero intorno ad esso, fatalmente, le leggende. Bastava affacciarsi sull’orlo di quel cilindro misterioso perché l’immaginazione prendesse a volare. Quelle finestrelle impilate, aperte come vuote occhiaie sull’oscurità delle viscere terrestri, qual vortice abissale, che sembrava affondare alle radici del mondo, nell’ignoto, o forse in un altro mondo...negl’inferi, nell’aldilà? Ed ecco rivivere nella fantasia del popolo le antiche leggende delle “discese nell’Ade”: le imprese di Ulisse e di Enea, il regno ipogeo visitato da Cristo, l’inferno di Dante, le visioni di Bonvesin della Riva e di Giacomino da Verona, e poi Alberico, e Tundalo e San Brandano.

Irlanda, Isola di Lon-Derg

Sopra tutte quelle reminiscenze ve ne una che s’impose e pian piano finì per coniugarsi col fascino del Pozzo orvietano: fu la leggenda, ancor vivissima nel Cinquecento, del cosiddetto “Purgatorio di San Patrizio”, nata in Irlanda molto prima dell’anno Mille, fissata letterariamente in Inghilterra nel secolo XII per opera del benedettino Enrico di Saltrey e diffusa nell’Europa medievale in numerose versioni francesi, provenzali e italiane. La leggenda, ch’era stata fra l’altro una delle fonti ispiratrici della “Divina Commedia” dantesca, fu ripresa dopo il medioevo da Calderon de la Barca, che la commedia drammatica “El Purgatorio de San Patricio” contribuì non poco a rilanciarla nell’Europa del Seicento.

Resti del monastero costruito accanto alla caverna di San Patrizio sull'Isola di Lon-Derg, Irlanda

Narra dunque la leggenda che, verso la fine del IV secolo dopo Cristo, un giovinetto catturato in mare dai pirati fu venduto a un pastore Irlandese. Il fanciullo si chiamava Patrizio ed era destinato da Dio a diffondere in Irlanda il vangelo di Cristo. Così avvenne; ma per facilitare Patrizio nel compito di convertire i pagani, la voce del Signore gl’ indicò una caverna simile a un pozzo, situata in un isolotto del lago Derg, nella parte nord-occidentale dell’isola, e gli assicurò che chiunque vi fosse trattenuto un giorno e una notte avrebbe ottenuto la remissione dei peccati (da qui il nome “purgatorio” attribuito a quel pozzo naturale).

Particolare di affresco in Santa Maria Ad Cryptas, Fossa (Aquila)

Passarono i secoli e la leggenda fiorì, arricchendosi e complicandosi. Si cominciò a dire che la caverna, profondissima, era in realtà l’imboccatura dell’inferno e si immaginò la figura di una cavaliere, Ivano, che, persuaso dal consiglio di una santo monaco, un bel giorno decide di avventurarsi nella misteriosa grotta per visitare i regni d’oltretomba e far penitenza delle proprie colpe.

Un penitente entra nel Purgatorio di San Patrizio, raffigurazione dal trattato “Leggenda Aurea”, Morgan Library, New York

Le torture infernali, Miniature tratte dal livre de la Vigne nostre Seigneur, Francia, 1450-70

Ed ecco subito l’inferno: i diavoli gli si parano innanzi, cercando di respingerlo, ma lui resiste e avanza. Vede le pene orrende dei dannati, tormentati da belve, straziati dal ghiaccio e dal fuoco, appesi con uncini a un’immensa ruota di fiamma che gira vorticosamente. E poi, superato un ponte stretto e scivoloso, ecco il paradiso terrestre che collega il mondo umano a quello divino, la terra al cielo.
Ivano, come Dante, ascese di grado in grado le tappe della perfezione celeste, fino ad accecarsi davanti alla luce sovrannaturale del creatore. Infine, redento, esce dalla caverna e torna tra gli umani.

Particolare del Pozzo di San Patrizio a Orvieto

Quante meraviglie in fondo a quel pozzo senza fondo. Clemente VII e il Sangallo credevano di poterne attingere solo acqua. Non sapevano che a Orvieto, così, sarebbe risorta una delle leggende più suggestive della tradizione esoterica cristiana. Non sapevano che il Pozzo della Rocca sarebbe diventato per sempre l’immagine più famosa del Pozzo di san Patrizio.

E per saperne di più?....

Maestro del Purgatorio: Il Purgatorio di san Patrizio, affresco del sec XII, monastero di San Francesco, Todi

Per il pozzo di Orvieto il nome di "San Patrizio" è quasi sicuramente legato, oltre che alla leggenda di purificazione dell'antro irlandese, a un affresco del sec. XIII presente a Todi, nel Monastero di San Francesco a Borgo Nuovo, chiamato appunto Il Purgatorio di san Patrizio, in cui l'ingresso della caverna del santo è raffigurato come la bocca di un pozzo. Nell'affresco, oltre a San Patrizio che addita l'ingresso del pozzo catartico, è effigiato il beato Filippo Benizi, che accoglie le anime purificate e le avvia verso il Paradiso. Non è da trascurare che Filippo Benizi (1233-1285) appartenne all'ordine dei Servi di Maria, di cui fu prestigioso padre generale dal 1267 fino alla morte, e che i Serviti avevano consolidato proprio grazie al suo operato la loro presenza a Orvieto, dove diventeranno particolarmente influenti nel XVIII secolo. Non è improbabile che la denominazione di Pozzo del Purgatorio di san Patrizio, che appare a fine Settecento, sia stata suggerita proprio dal potente ordine, per avvalorare la funzione di mediatore per il Paradiso del beato Filippo Benizi, canonizzato nel 1671. Questa definizione più dotta non ebbe tuttavia fortuna, così che da tutti i viaggiatori e dai testi ottocenteschi e novecenteschi il pozzo è semplicemente denominato Pozzo di san Patrizio, calcando l'attenzione sulla più ovvia somiglianza con la caverna irlandese.


Schema della montagna del Purgatorio nella Divina Commedia

Rimane evidente nel dipinto di Todi, la concezione tipicamente duecentesca del Purgatorio ipogeo come un luogo in cui la pena si differenzia da quella dell’Inferno solo per la durata: temporanea nell’uno ed eterna nell’altro. Dante Alighieri, invece, fedele alla grande tradizione dei teologi del secolo XII, che avevano ancorato il Purgatorio alla penitenza, giunge ad una concezione ben distinta dei tre regni ultraterreni, non collocando più il Purgatorio sotterra , come appare ancora nel dipinto, ma facendone una specie di scala al Paradiso. Dante distingue in maniera decisa il Purgatorio, definendolo come una regione intermedia dell’aldilà, che propende verso il Paradiso, momento della speranza e dell’inizio della gioia, luogo della progressiva entrata della luce. Rappresentato come una montagna che si erge nell’oceano dell’emisfero australe non abitato, il Purgatorio è in posizione diametralmente opposta alla cavità infernale che si apre sotto la città di Gerusalemme. Qui le anime espiano i loro peccati scaglionate in sette cornici che corrispondono ai sette vizi capitali. Il poeta stesso nel proemio alla cantica, all’ingresso del Purgatorio, segnala, rendendola perfettamente evidente, la differenza fondamentale che esiste tra l’Inferno e il Purgatorio:

«Ahi quanto son diverse quelle foci
da l’infernali! che quivi per canti
s’entra, e là giù per lamenti feroci.»
(Purgatorio, XII, 112-114)

Nonostante l’angusto ingresso, il Purgatorio non è sotterraneo e il suo livello è quello della terra, sotto il cielo stellato. Questo aldilà intermedio è veramente “quel secondo regno” orientato dalla terra al cielo e rappresentato come una montagna altissima e scoscesa, molto dura da scalare, coronata però dal Paradiso terrestre, già sicuro preannuncio della futura eterna salvezza.

 

Liberamente tratto dalla pubblicazione "Il Pozzo di San Patrizio a Orvieto" (edizioni Mirabilia Orvieto)

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 dicembre

"Concerto di Natale" nel Castello Boncompagni Ludovisi di Trevinano

Orvieto Fc, c'è il big match contro la capolista Gadtch

Pallavolo Zambelli Day al PalaPapini di Ciconia

Sesto video per Francesco Barberini. Alla scoperta del Lago Trasimeno

La Corte dei Conti accoglie il ricorso del Comune. Gnagnarini: "Un successo per rilanciare Orvieto"

Una notte al cinema con i Fiori Neri. In rotazione il singolo "Tutti i giorni è Natale"

Provincia verso le elezioni, c'è il termine per la presentazione delle liste

Sacchetti per l'organico in distribuzione. Orvieto per Tutti: "Perchè a Bardano?"

Casa di Riposo San Giuseppe, ritardi nel pagamento degli stipendi. Botta e risposta tra Fp Cgil e Comune

I giovani e il futuro, prorogata fino al 16 gennaio la mostra della Croce Rossa Italiana

Alla maniera di

Le difficoltà delle sale cinematografiche in Umbria dopo il terremoto

La voglia di un'anima

Un rosseggiare

Carcere, l'Usl chiude la mensa agenti. Il Sappe si rivolge al provveditore

Senso unico alternato sulla provinciale 71, cambiano gli orari del trasporto scolastico

Notte Bianca d'Inverno, trentadue appuntamenti in attesa del Natale

Percorso educativo di accoglienza ed integrazione a favore dei migranti ospitati nel territorio

Al Csco incontro su "Cellule staminali tra scienza, pseudoscienza ed etica"

Ricostruzione post sisma, riunione del comitato istituzionale. Circa 12mila, le verifiche fast

Non lo specchio, per favore

Molto di me

Sì della giunta alla riqualificazione delle strutture di Piazza della Pace

Grande sporco, piccola spazzatrice. Parte la sperimentazione nei vicoli del centro storico

Nuovi allestimenti per "Porano nel Presepe". Il ricavato all'associazione "3.36 per Barbara & Matteo"

La Natività a Orvieto. Fino all'8 gennaio sulla Rupe tredici interpretazioni della tradizione del presepio

"Il Fanum Voltumnae e i santuari comunitari dell'Italia Antica". Da venerdì a domenica Convegno internazionale di studi

Giullarate. Dopo le aste andate deserte le 10 cose che il comune di Orvieto proverà a vendere per risanare il Bilancio

Shopping natalizio. Gratis il parcheggio a Orvieto dalle 16 alle 20 nei posti a striscia blu

Progetto "Una buona vita da cani" per contrastare l'abbandono dei cani e favorire le adozioni

Il Progetto "Una buona vita da Cani"

Adeguamento delle tariffe per la rimozione e custodia dei veicoli

Mercati su aree pubbliche nella settimana che precede il Natale, disciplina del commercio

In pubblicazione il quinto avviso d'asta pubblica per l'alienazione del Mattatoio Comunale

Bando per l'alienazione dei locali di proprietà comunale situati in piazza della Repubblica

Consegna dei riconoscimenti alla Protezione Civile e agli studenti dell'Alberghiero per il lavoro svolto il Liguria

"Due dozzine di rose scarlatte". La commedia brillante in scena al Mancinelli

Presentate le opere di approvvigionamento idropotabile realizzate da ATI4 Umbria nell'Orvietano

ATI4, gli interventi nell'Orvietano

Screening per la prevenzione e la salute del cavo orale. Pochi i bambini visitati. Proroga al 31 gennaio 2012

Maxiprofessionista del furto arrestato grazie a un'indagine condotta dalla Polstrada di Orvieto

A Porano Pranzo di Natale organizzato dal Centro di Salute Mentale della ASL 4 di Orvieto

"IKHIWA" organizza il mercatino del libro e oggetti vari all'Atrio del Palazzo dei Sette

JINGLE PARTY- La Grande Festa di Radio Orvieto Web al Maracuja

L'Anpi di Terni sui terribili fatti di Firenze

Un atto di indirizzo del Consiglio comunale per la valorizzazione del patrimonio pubblico del centro storico di Orvieto. Lo propongono i capigruppo di centro sinistra

Ancora congelate le dimissioni del vice sindaco Rosmini. Dura presa di posizione dei gruppi di centro sinistra verso il Sindaco che perde i pezzi e non rappresenta più i suoi elettori

La grande Roma dei Tarquini tema del XVI Convegno Internazionale di Storia e Archeologhia dell'Etruria

A Palazzo Soliano mostra fotografica "Orvieto 1964-1970 anni di bronzo. Le porte di Emilio Greco". Inaugurazione sabato 19 dicembre nell'ambito di Altro Modo

Per il Gala Five un 2-2 contro il Foligno.

Condanna del vile gesto e solidarietà al parroco dal PD di Ficulle

Ristorante Pizzeria "La Taverna dell'Etrusco" e Bar "Il Sant'Andrea". Menù speciali e Cenone di San Silvestro a ritmo di jazz e di blues

Perché alcuni consiglieri PD hanno votato contro la mozione sul testamento biologico

Scossa di terremoto. Trema l'Umbria

Terremoto ad Orvieto: Santelli "Nessun danno a persone o cose"

Terremoto, l'Assessore regionale Riommi nelle zone colpite dal sisma "Scossa con pochi danni"

Terremoto: chiuso il centro storico di Spina. Lorenzetti apre sala operativa regionale

Distrutta la targa di Radio Orvieto Web

Franco Crociani non ha ucciso Sauro Mencarelli. La sentenza della Corte d'Appello d'Assise chiude la storia di Acqualoreto

Pendolari-Frecciarossa: 8 a 34. Ma i pendolari della Roma-Firenze si fanno sentire!

Gala Lirico del Centro di perfezionamento "Placido Domingo" di Valencia al Ridotto del Teatro Mancinelli

L'Eurostar delle 20,15 fermerà ad Orvieto

Anno Internazionale dell'Astronomia. Venerdì a Bagnoregio proiezione del film di Liliana Cavani "Galileo"

Il profano tempo dell'Avvento. Dai destini del pianeta a quelli della Regione Umbria

Respinte le mozioni su testamento biologico e istituzione di un registro telematico delle dichiarazioni anticipate di trattamenti sanitari. Il dibattito consiliare

Approvata la mozione Tonelli sulla ripubblicizzazione dell’acqua

Siti "violenti", il Governo punta al controllo. Giusto regolare i contenuti prodotti dagli utenti, ma si colmi il vuoto legislativo che riguarda i giornali online

La Scuola di Musica Luigi Mancinelli e la Compagnia Poranese insieme in un doppio spettacolo dedicato ad 'Alice nel paese delle meraviglie'. Sabato a Porano, domenica ad Orvieto

Commercio e varchi elettronici: clima più disteso. Tutti al lavoro dopo il convegno DS e l'incontro con il sindaco Mocio

Marino Moretti alla Galleria Zerotre di Orvieto. Ceramiche e disegni per CROMATERIA

Successo e consensi per il 'Gran Galà Città di Orvieto'

Presentato il catalogo regionale del Museo Faina. L'assessore Rometti: la cultura come risorsa economica

Organici carenti presso i circoli stradali della Provincia. Lo evidenzia in un'interrogazione il capogruppo provinciale SDI Marinelli

Accolta con successo a Palazzo Rospigliosi di Roma la presentazione del prodotto turistico della provincia di Terni

Europa - Rwanda: la scuola primaria di Sferracavallo partecipa al progetto con un mercatino natalizio di solidarietà. Sabato in Piazza Olona a partire dalle 15,30

Giovani e associazionismo in Umbria: scarsa la motivazione per una cittadinanza attiva. Emerge da una ricerca a livello europeo

I risultati a livello europeo

Ospedale senza pace: oltre alle deficienze di ordine sanitario la lotta politica per i primariati. Lo segnala Alleanza Nazionale

Finanziaria e coppie di fatto: 'Se l'ideologia prevale sulla ragione'

Torna domenica il 'Mercatino sotto l'albero' a Porano

Mobilità alternativa: soddisfazione del sindaco Mocio dopo l'incontro con le categorie. Altri incontri per non frammentare i problemi

La proposta complessiva: le linee d'intervento per il centro storico

Cara Orvieto... da 'Orvietato Sporgersi' lettera aperta alla Città