cultura

Rocca Ripesena sogna "La Casa delle Rose". Aperto il crowdfunding

giovedì 8 febbraio 2018
di Davide Pompei
Rocca Ripesena sogna "La Casa delle Rose". Aperto il crowdfunding

Venticinque anni fa, le frane lasciavano presagire il rischio evacuazione per Rocca Ripesena. Oggi, l'altra Rupe, antico feudo dei Monaldeschi che sorge a sette chilometri da Orvieto, è uno dei pochi borghi in Italia a poter vantare un percorso didattico con oltre 400 varietà di rose tra inglesi, francesi dell'Ottocento, cinesi, antiche, classiche e varietà botaniche. Circa 500 piante arredano e profumano vicoli, cortili, muri di tufo, angoli nascosti.

Grazie all'A.Ge. – impegnata dal 2008 in progetti con scopi e finalità educative, tra cui incontri psico-pedagogici con le famiglie e laboratori creativi con bambini – e alla partecipazione attiva di residenti e volontari, "Il Paese delle Rose" è una realtà che in sei anni ha visto progettare e realizzare un Roseto Didattico in spazi di verde pubblico, messi a disposizione dal Comune. E, con il supporto di Cittaslow International, avviare contatti con altre città della rose.

Tra le prime, Mariagerfjord, in Danimarca, e nel distretto turco di Halfeti. E ancora, scambi giovanili con molti paesi del mondo. Proprio nella sede di Cittaslow, da poco inaugurata all'ultimo piano di Palazzo Sette, mercoledì 7 febbraio è stato presentato il nuovo progetto che punta a dare una casa alle rose, ovvero acquistare l'immobile in vendita situato all'inizio della strada principale come "porta d'ingresso alla bellezza" attraverso una campagna di crowdfunding virtuale. Raccolta fondi internazionale per diventare "comproprietari di un grande progetto comunitario". Modalità di sostegno, da 20 a 95.000 euro.

E realizzare qui "La Casa delle Rose", ovvero il Centro Visite per il Roseto Didattico de "Il Paese delle Rose", che funga anche da Punto d'Informazione e Accoglienza e Documentazione, Laboratorio per Attività Esperienziali e Sensoriali e ancora Centro di Educazione all'Ambiente attraverso le piante, per giovani e non, collocato lungo gli itinerari escursionistici che seguono gli antichi sentieri da Orvieto/Sferracavallo a San Quirico, Ex "Officine Netti" e Sugano.

Una casa aperta, prima di tutto ai donatori che sosteranno il progetto per incontri, scambi culturali, mostre, seminari, letture, attività d'arte e artigianato – quali pittura, danza, musica, ceramica, canto o ricamo – per rifunzionalizzare le quattro sale su due piani, una dotata di camino tradizionale, che compongono l'edificio ormai storico, in pietra di tufo che sorge accanto all'Edicola di Santa Maria della Stella dove, nel maggio 2011, era stata messa a dimora la prima Rosa Sombreuil.

"Un luogo vivo – ha sottolineato Monia Pieroni, presidente dell'A.Ge. Orvieto – per dare una casa a tutte le nostre attività e un valore aggiunto a questo ambizioso progetto didattico. Realizzeremmo qui una Biblioteca sulle Rose e una Sala del Profumo, ospitando di volta in volta le varie associazioni e i turisti che avrebbero un motivo in più per venire a scoprire il borgo. È un sogno, ma crediamo che insieme sia possibile raggiungere la cifra che serve. Sabato 27 e domenica 28 gennaio, si è tenuto un corso base e avanzato di potatura delle rose. L'abbiamo chiamato 'Dacci un taglio'. Ora, il motto scelto è 'Fai la Casa giusta'. Le rose, in fondo, sono pretesto per avviare e coltivare relazioni che, con l'aiuto di tutti, andranno avanti".

"Per il 2018 – ha aggiunto il sindaco Giuseppe Germaniabbiamo provato a destinare risorse alla manutenzione dell'esistente, dentro il progetto di 'Orvieto Città Narrante', in grado di raccontare e raccontarsi, c'è tutto questo. Come Amministrazione Comunale non possiamo partecipare direttamente all'acquisto dell'immobile, ma impegnarci per portare a conoscenza di tutti i cittadini, compresi i tanti stranieri che scelgono Orvieto per vivere, questa opportunità. Parliamo anche di cifre ridotte e, se siamo in tanti, è più facile arrivare all'obiettivo. Come sindaco e come cittadino, intendo partecipare personalmente". Promessa sigillata da un brindisi con i vini rosé dell'Umbria.

Per ulteriori informazioni e modalità di partecipazione a "Fai la Casa giusta":
www.paesedellerose.it/donazioni

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 febbraio

Meteo

sabato 24 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 9.2ºC 80% buona direzione vento
21:00 5.0ºC 94% buona direzione vento
domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 0.5ºC 93% discreta direzione vento
15:00 -1.2ºC 91% discreta direzione vento
21:00 -3.4ºC 87% buona direzione vento
lunedì 26 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -4.3ºC 71% buona direzione vento
15:00 -4.1ºC 62% buona direzione vento
21:00 -8.1ºC 95% buona direzione vento
martedì 27 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -3.6ºC 68% buona direzione vento
15:00 -1.7ºC 55% buona direzione vento
21:00 -8.0ºC 86% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni