cultura

"Il Mistero del Natale è nel Presepe". Vivente, nel Giardino di San Giovenale

venerdì 22 dicembre 2017
di Davide Pompei
"Il Mistero del Natale è nel Presepe". Vivente, nel Giardino di San Giovenale

Vivente, il Presepe. Vivo, il suo annuncio che torna, puntuale, martedì 26 dicembre, nel pomeriggio di Santo Stefano, e sabato 6 gennaio, nella Festa dell'Epifania con l'arrivo dei Magi, dalle 17.30 alle 19.30 nel Giardino di San Giovenale grazie all'Associazione "Presepe&Orvieto" che oltre all’organizzazione e alla responsabilità artistica del Presepe Vivente, intende promuovere "la città, le sue bellezze e la sua tradizione".

Quinta edizione, percorso rinnovato per una sacra rappresentazione che rievoca Betlemme e mobilita oltre cento figuranti. Tutti volontari, "persone di buona volontà che vogliono condividere la gioia per la nascita del Redentore". "A loro e a tutti coloro che si sono prodigati per l'organizzazione e l'allestimento cresciuto nei numeri e negli spazi – afferma la presidente Anna Donatelli Lardani, cuore pulsante dell'iniziativa – è rivolto uno speciale ringraziamento".

Dopo l’esperienza dello scorso anno, quando il presepe spaziò anche in alcune vie e slarghi del suggestivo Quartiere Medioevale, attraversando il chiostro rinascimentale di Palazzo Simoncelli, oggi Petrangeli, per effetto delle rigide misure a salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza delle persone durante le pubbliche manifestazioni, la rievocazione torna ad essere circoscritta all’interno dell’ampio spazio verde all'ombra dell'antica chiesa da poco restaurata e nelle grotte sottostanti.

Tra le novità di questa edizione, le monete in terracotta realizzate per il primo anno dall'artigiano Alessio Bianco con il logo dell'associazione composto dallo skyline della Rupe e offerte come cambio valuta ai visitatori. Ma anche l'antica Chiesa di San Giovenale eccezionalmente illuminata di blu per "La Città in Luce" e l'ulteriore cura nei dettagli con i nomi dei Profeti sulle casette e la presenza di animali, per la gioia dei più piccoli.

Confermato, l'inserimento nel tradizionale circuito dei presepi "La Natività ad Orvieto", giunto alla decima edizione e curato dall'Associazione "Comitato Cittadino dei Quartieri" con il patrocinio del Comune allo scopo di valorizzare la tradizione e l’arte presepiale in tutto il territorio. In risalto, mai come stavolta, il Mistero del Natale. Perché "il Verbo – ricordano gli organizzatori – si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi.

Quanto alle modifiche, ci siamo attenuti a quello che richiede la normativa e quindi al Piano Unico di Sicurezza degli eventi predisposto dal Comune di Orvieto, facendo un lavoro di organizzazione degli spazi del giardino medievale di San Giovenale che, tuttavia nulla ha tolto all'allestimento. È stata prestata, infatti, ancora più attenzione e cura ai particolari. Inoltre, saranno presenti più figuranti e più rappresentazioni della quotidianità storica che contraddistingue il presepe.

Letture, musiche, cori accoglieranno tutti coloro che verranno ai due appuntamenti. Potranno così avvicinarsi in un modo più raccolto al Mistero del Natale e ritrovarsi in Pace intorno ad un Bambino che ci porta l’Annuncio della Salvezza. Questo è il messaggio del Presepe. Questo è il desiderio che lo sostiene e lo anima ancora di più in questo tempo di incertezze, confusione e di drammi vissuti in ogni parte del mondo. Questo è anche l’augurio semplice di chi gratuitamente e con gioiosa fatica realizza da cinque anni il Presepe Vivente".

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre