cultura

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

lunedì 18 dicembre 2017
di Davide Pompei
Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

Con la sua mole, domina e delimita la piazza con la quale condivide il nome. Di scuola vignolesca – costruito tra il XV e il XVI secolo – al suo interno, Palazzo Franciosoni è finemente decorato con pregevoli affreschi attribuiti ai fratelli Zuccari, attivi in quel periodo anche a Palazzo Farnese, celebrato gioiello della vicina Caprarola, e fino alla costruzione del Duomo cittadino e del Palazzo Comunale, dopo la Rocca dei Di Vico era considerato l'edificio più importante di Vetralla.

È qui, nella Sala San Giacomo, che domenica 17 dicembre è stato presentato il volume "Anatomia di un palazzo. La famiglia, la fabbrica, gli affreschi, il restauro" dedicato ad uno dei monumenti meno conosciuti della cittadina della Tuscia, che raccoglie gli inediti studi sull'immobile e la sua storia, nel corso di un convegno promosso in collaborazione con l'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Viterbo e Provincia che ha riconosciuto due crediti formativi professionali agli iscritti che hanno partecipato.

"I Franciosoni: origini nobiliari, splendore e decadenza di un'importante famiglia all'interno dello Stato Pontificio della metà del XVI secolo", il tema del contributo della professoressa Anna Cecchini, seguito da "Palazzo Franciosoni: contestualizzazione storica, evoluzioni e fasi costruttive di un'architettura minore in epoca manierista" a cura dell'architetto Vincenzo Guerra. E ancora "Gli affreschi: comparazioni, ipotesi di datazione ed attribuzione; analisi dell'aspetto storico, formale, iconografico e iconologico degli affreschi di Palazzo Franciosoni" nell'intervento di Simone Lupattelli, docente di Storia dell'Arte, fino a "L'incompiuto restauro del ciclo pittorico del Salone della Caccia, qualità nascoste del bene e innovazione metodologica e tecnica in un intervento specialistico nei primi anni '80" eseguito da Giuseppe Maria Costantini.

Quattro voci per approfondire aspetti storici e artistici e proporre una sorprendente chiave di lettura di quello che, come annota nella prefazione del volume, il giornalista Marco Mele costituisce "una delle testimonianze architettoniche e culturali che gli uomini, o meglio, le famiglie di questa terra hanno voluto lasciare ai posteri". Palazzo Francisoni "porta con sé, negli anni, i suoi materiali, come il peperino, e ha coinvolto nella sua costruzione, insieme a progettisti e artisti di altri territori, i mastri muratori vetrallesi insieme alle maestranze provenienti da Caprarola".

Tuscia, dunque, come "terra da valorizzare e da riscoprire, come lo sono stati i dipinti del palazzo, aumentandone la superficie del 33 per cento, durante l'appassionante storia di un restauro interrotto dalla proprietà e rivisto oggi con amore, rabbia e commozione da Giuseppe Maria Costantini. Tuscia, terra di misteri – magari svelati – visto che il cognome Franciosoni compare solo nel '500, e gli archivi rilevano come fosse il soprannome di Giovanni Francesco Mariotti". In conclusione, "il merito di questo libro, e della passione con la quale hanno lavorato i suoi diversi autori, compreso chi ha corretto le bozze, è quello di voler ritrovare la memoria collettiva del luogo dove si vive, di ricostruire le proprie radici, di rifondare e rafforzare la propria identità in quanto comunità, vetrallese in questo caso".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche