cultura

Al Mancinelli "Hansel e Gretel" dà il via al progetto "Scuole a Teatro"

giovedì 7 dicembre 2017
Al Mancinelli "Hansel e Gretel" dà il via al progetto "Scuole a Teatro"

Nell’ambito della Stagione Teatrale 2017 2018, il Teatro Mancinelli torna a proporre alle scuole primarie e secondarie di Orvieto e del comprensorio l’iniziativa "Scuole a Teatro", una serie di spettacoli particolarmente adatti agli studenti per i loro contenuti didattici, con l’obiettivo di arricchire l’offerta culturale della Città e di promuovere un teatro orientato alle nuove generazioni.

La rassegna prende il via martedì 12 dicembre alle ore 10 con "Hansel e Gretel. La strada nel bosco", intramontabile favola riservata ai bambini delle scuole primarie. A metterla in scena per la gioia dei piccoli spettatori sarà la compagnia Teatro Verde di Roma. Ne sono interpreti Emanuele Caiati, Andrea Calabretta, Veronica Olmi, per la regia di Orazio Maccheronico. Scenografia, costumi e burattini sono di Emanuele Luzzati. Le musiche originali sono di Marco Schiavoni, audio e luci di Andrea Maurizi.

Scuole a Teatro proseguirà nei prossimi mesi con spettacoli per le scuole secondarie di I e II grado. Il progetto nasce dalla volontà di promuovere, soprattutto tra i giovani, una maggiore sensibilizzazione verso tematiche difficili quali il contrasto alle mafie, la violenza contro le donne, il bullismo, la tragedia delle vittime della Shoah, nella consapevolezza che il teatro, nella sua funzione sociale, costituisca un efficace mezzo per favorire l’educazione alla legalità e al rispetto, veicolo per combattere la rassegnazione, la paura, l’omertà, la violenza…

Per raggiungere questo obiettivo è importante non solo informare ma, soprattutto, incontrare il pubblico (specialmente quello più giovane), ascoltare la sua voce, avere un quadro realistico dei valori e dei modelli che guidano e condizionano effettivamente il suo modo di agire e il suo quotidiano, per far sì che la rete solidale della democrazia e della società civile possa davvero andare a contrastare e a sostituire quella della violenza in tutte le sue forme. In un momento storico sempre più orientato verso l’utilizzo sfrenato di smartphone, tablet e videogiochi, gli studenti avranno l'occasione di riflettere sull'educazione alla legalità, sulla storia delle mafie, su tragedie come l’Olocausto, sul bullismo e il femminicidio assistendo alla messa in scena di alcuni spettacoli dedicati a tali tematiche. Grazie al linguaggio teatrale, la mini rassegna si propone come percorso culturale formativo che possa “ispirare” le nuove generazioni a concreti comportamenti quotidiani ispirati al rispetto del prossimo, delle regole della convivenza civile, attraverso la consapevolezza di diritti e doveri.

Il programma degli spettacoli si dipana nell’arco di alcuni mesi e comunque in prossimità delle giornate che, con apposite Leggi dello Stato, sono state dedicate alla memoria e al ricordo delle vittime di crimini contro l'umanità, di crimini di genere, di mafia, di intolleranza: Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie  "Il Testimone" venerdì 16 marzo, "Per questo mi chiamo Giovanni", venerdì 13 aprile), Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ("Ferite a morte", venerdì 23 marzo), Giornata della Memoria delle vittime della Shoah ("Chiusa dentro" venerdì 26 gennaio), Giornata nazionale contro il bullismo ("La paranza dei bambini" martedì 6 febbraio). Le matinée sono gratuite ed avranno inizio alle ore 10. Per lo spettacolo "Mio nonno è morto in guerra", invece, in programma sabato 24 febbraio in occasione delle celebrazioni per il Giorno del Ricordo, è prevista esclusivamente la recita serale alle ore 21, agli studenti è riservato un biglietto d’ingresso al prezzo speciale di 5 euro.

Il Consiglio di Amministrazione dell'Associazione TeMa - Teatro Mancinelli anche quest’anno ha proposto le matinée con la formula della gratuità, proprio per promuovere la cultura come arricchimento dei valori morali ed etici delle giovani generazioni. Il Consigliere Cristina Calcagni esprime soddisfazione per la riuscita di questa iniziativa concertata ed approvata dal Presidente della TeMa, dal responsabile della Direzione Artistica e da tutti gli altri colleghi consiglieri. Quasi tutti gli spettacoli di Scuole a Teatro, tra cui Hansel e Gretel, hanno già registrato il tutto esaurito.

Per informazioni ci si può rivolgere all’Ufficio Promozione e Comunicazione del Teatro Mancinelli (tel. 0763.531496 promozione@teatromancinelli.it) o consultare il sito www.teatromancinelli.com 

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca